Su Banco Popolare pesante Saipem

Seduta nervosa per il listino di Piazza Affari: il Ftse Mib ha chiuso in calo dell’1,41% e il Ftse All Share dell’1,64%. Finmeccanica rimbalza dell’1,25%, grazie ai giudizi degli analisti sui conti e alle attese sulle cessioni di asset. Tra i peggiori Fiat (-3,62%) e Fiat industrial (-3,67%). Male anche Pirelli (-3,06%) che la prossima settimana presenterà i conti del primo trimestre. L’Unrae ha stimato un calo del mercato dell’auto in Italia nel 2012 del 18% rispetto al 2011. Bene Banco Popolare (+1,57%) scende Unicredit (-0,22%) positive Mediobanca (+0,22%), Bpm (+1,02%) e Mps (+0,45%). Debole Telecom (-1,24%), ma secondo gli analisti le dimissioni di Luca Luciani ad di Tim Brasil non dovrebbero provocare effetti per il gruppo. Salgono Premafin (+2,11%) e Fonsai (+0,90%). Debole Unipol (-1,15%). Pesante Saipem (-4,47%) con Tenaris (-4,22%). Edison si porta verso il prezzo d’Opa di 0,89 euro (+0,86% a 0,87 euro). Prese di profitto su Rcs (-5,26%). Negativi anche gli altri mercati europei: Londra -1,93% come Parigi, Francoforte -1,99 per cento.

Commenti