I videogiochi del futuro ci pagheranno per giocare

Nove videogiochi su dieci permetteranno ai gamer di guadagnare moneta sonante: entro cinque anni, secondo il co-fondatore di Reddit

I videogiochi del futuro ci pagheranno per giocare

Il 90% dei videogiochi del futuro pagherà gli utenti per giocare. Un orizzonte nemmeno troppo lontano nel tempo secondo Alexis Ohanian, co-fondatore di Reddit. Secondo l'esperto si tratterà di attendere appena cinque anni prima di vedere concretizzarsi questa prospettiva.

Partecipando al podcast "Where it happens", il co-fondatore di Reddit ha dichiarato che il mondo dei videogiochi è destinato a guardare con sempre maggiore pervasività alla tecnologia blockchain. In sostanza, "il 90% delle persone non giocherà a un videogame a meno che i giocatori siano adeguatamente ricompensati per il tempo speso" - ha affermato Ohanian, ora a capo del fondo di investimento Seven Seven Six - . "Nell'arco di cinque anni il tuo tempo sarà di fatto ricompensato in maniera appropriata. Inoltre, invece di essere perseguitati dagli annunci pubblicitari, o essere costretti a spendere dollari per comprare stupidi martelli che non possiedi davvero, giocherai a qualche gioco 'on-chain' che sarà altrettanto divertente, ma di fatto ti permetterà di guadagnare denaro e tu sarai colui che raccoglie".

Il futuro dei videogiochi sarà "gioca per guadagnare"?

Secondo Ohanian, in sostanza il futuro dei videogiochi passerà dal "paga per giocare" al "gioca per guadagnare". Sembrerebbe un bel vantaggio per i vari gamer, non c'è che dire, ma più di un dubbio viene sollevato da altre fonti. A cominciare dal livello ancora relativamente basso di titoli "play-to-earn" che fanno ricorso alla compravendita di NFT (Not Fungible Object) e alla blockchain per trasformare i soldi virtuali in denaro reale.

Qualche dubbio spunta fuori anche dal fatto che sono ancora molti i titoli storici ancora sul mercato. Si tratta di videogame perlopiù collegati a console che sbarcherebbero con difficoltà, a meno di pesanti interventi a livello tecnologico, nell'universo blockchain.

Ciò non toglie l'esistenza di incrementi negli ultimi anni in relazione ai giochi attraverso i quali guadagnare moneta virtuale, convertibile in denaro. Magari non raggiungerà in tempi così brevi (cinque anni) i livelli descritti da Ohanian, ma forse permetterà comunque di trasformare la propria passione per i videogiochi in "moneta sonante".

Commenti