Teheran: "No a ispezioni Aiea"

Teheran ha deciso di vietare a due ispettori dell'Agenzia internazionale dell'energia atomica (Aiea) di recarsi in Iran. Il capo del programma nucleare: "Hanno fornito false informazioni sul programma stesso"

Teheran: "No a ispezioni Aiea"

Teheran - L'Iran non accetterà che l'Onu ispezioni le sue installazioni nucleari. Il capo del programma nucleare iraniano, Ali Akbar Salehi, citato dall'agenzia Isna, ha detto che Teheran ha deciso di vietare a due ispettori dell'Agenzia internazionale dell'energia atomica (Aiea) di recarsi in Iran perché a suo dire hanno fornito "false informazioni" sul programma stesso.

La sfida di Teheran Il ministro iraniano dell’Economia, Shamsodin Hosseini, ha annunciato la "soluzione del governo per affrontare le sanzioni occidentali" che consiste nel "promuovere rapporti bilaterali e di cooperazione regionale con i Paesi vicini". Parlando ai giornalisti Hosseini ha detto che la Risoluzione votata dal Consiglio di sicurezza dell’Onu contro l’Iran "non è nuova" e quindi "il primo passo è fissare in agenda gli aspetti relativi alle sanzioni". Citato dall’agenzia di stampa Ilna, Hosseini ha detto che andranno rivisti gli aspetti fisici e psicologici delle sanzioni Onu. "Il fattore psicologico è quello più importante, e in merito abbiamo avuto colloqui con esperti di economia", ha aggiunto il ministro. "E' possibile che le imprese debbano affrontare problemi economici - ha proseguito - ma li possiamo risolvere con interventi bilaterali per attivare la cooperazione regionale e il governo fornirà più servizi per compensare i piani economici".

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti