Teramo, svolta verde: la giunta in bici

Il comune firma il Patto dei sindaci della Commissione europea per raggiungere gli obiettivi Ue del 20, 20, 20. I responsabili comunali non viaggeranno più in auto, ma con delle biciclette blu: dovranno lasciare le loro macchine in appositi parcheggi

Teramo, svolta verde: la giunta in bici

Teramo - Maurizio Brucchi, sindaco di Teramo ha preso sul serio lo sviluppo della mobilità sostenibile. A capo di un comune che ha firmato il Patto dei sindaci della Commissione europea per raggiungere gli obiettivi Ue del 20, 20, 20, si è rimboccato le maniche ed è passato ad azioni concrete per rispettare l’impegno preso. E mentre è in fase di realizzazione il piano per rispettare il Patto, che dovrà essere presentato a Bruxelles entro l’anno, i responsabili dell’amministrazione comunale, primo cittadino in testa, non viaggiano più all’interno della città in auto, ma con delle biciclette blu e devono lasciare le loro macchine in appositi parcheggi.

Il progetto del comune "Per spingere i cittadini a muoversi su due ruote a giorni - ha spiegato all’Ansa Maurizio Brucchi - partirà anche un progetto di affitto condiviso delle biciclette". Sempre con un occhio alla mobilità il comune di Chieti, grazie ad un finanziamento regionale sta realizzando un sistema di rotonde per evitare le enormi quantità di emissioni prodotte dagli autoveicoli fermi ai semafori. Infine qualcosa è già stato fatto anche nell’uso delle energie rinnovabili: il primo cittadino di Teramo, a Bruxelles per partecipare al Parlamento europeo alla cerimonia del Patto dei Sindaci, ha infatti spiegato che tutte le scuole pubbliche siano già dotate di impianti fotovoltaici.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti