Termini, Montezemolo: "Tavolo ancora aperto"

Il presidente di Fiat
liquida la questione dello
stabilimento di Termini Imerese lasciando intravedere ancora uno spiraglio: "C’è un tavolo il 29, se ne parla
là". Poi su Pomigliano spiega: "Importante per Fiat, ma serve flessibilità di produzione

Napoli - "C’è un tavolo il 29, se ne parla là". Così il presidente di Fiat, Luca Cordero di Montezemolo, liquida una domanda dei giornalisti sulla questione dello stabilimento di Termini Imerese, a margine della prima iniziativa in Campania della Fondazione Italia Futura sui Maestri d’Italia.

Flessibilità a Pomigliano Montezemolo ribadisce che Pomigliano è "uno stabilimento importante per Fiat e per il sistema industriale italiano" e che da parte del gruppo torinese "è una scelta significativa portare qui la Panda, che con la Punto è il core business per Fiat". La Panda a Pomigliano, "significa però anche andare ad affrontare temi che riguardano lo stabilimento e la flessibilità di produzione. La Panda infatti dovrà coprire molti mercati con modelli diversi".

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.