Quella paura di Alessia Marcuzzi "Terrore, sembrava una bomba..."

Il terremoto di Roma ha svegliato anche Alessia Marcuzzi e la sua famiglia; la conduttrice all'alba si è catapultata su Twitter per avere informazioni e si è unita ai tantissimi romani spaventati da forte boato

Quella paura di Alessia Marcuzzi "Terrore, sembrava una bomba..."

Grande paura all'alba a Roma. La capitale si è svegliata alle 5.03 a causa di un forte boato. Non il temporale, che già da alcuni minuti imperversava sulla città, ma un terremoto di magnitudo 3.3 che ha scosso il Lazio con epicentro a Fonte Nuova, a nord-est rispetto alla città. Tantissima la paura in varie zone di Roma, dove la gente si è riversata nelle strade in preda al panico. Nessun danno finora è stato registrato dai Vigili del Fuoco, in allerta per eventuali segnalazioni. Come spesso accade in questi casi, è stato Twitter il primo veicolo di trasmissione della notizia ed è qui che si sono riversati tantissimi romani per capire cosa stesse succedendo. Tra loro anche Alessia Marcuzzi, che si è unita al coro per cercare di capire il da farsi.

"Mamma mia... Sembrava una bomba", ha scritto Alessia Marcuzzi alle 5.11, pochissimi minuti dopo la scossa. La conduttrice probabilmente abita in uno dei quartieri settentrionali della città, dove il riverbero delle scosse è stato più accentuato. In quel momento, dalla capitale è nato un flusso ininterrotto di tweet e di messaggi tra chi ipotizzava scenari apocalittici e chi cercava di rasserenare gli altri. In un momento storico come quello che stiamo attraversando, in piena crisi pandemica e con ancora restrizioni sui movimenti, eventi sismici come questo si amplificano nella percezione della popolazione. Gli italiani hanno sviluppato una maggiore sensibilità, sono maggiormente vulnerabili a livello emotivo e i terremoti rappresentano una delle variabili disastrose più frequenti del Paese. Alessia Marcuzzi ha aspettato qualche minuto prima di fare un altro tweet, probabilmente il tempo di avere chiara la situazione. "L'unico mezzo di informazione utile è stato proprio Twitter. Eravamo spaventatissimi e ho capito cosa stava succedendo solo grazie alle persone che raccontavano in tempo reale tutto. Grazie", ha scritto la conduttrice ale 5.47.

Le testimonianze giunte da Twitter raccontano di porte spalancate e vetri che hanno tremato, ma nessun lampadario sembra abbia oscillato. Non è la prima volta che a Roma si percepiscono eventi sismici ma raramente questi hanno origine nel suo territorio. Le scosse de L'Aquila e di Amatrice si sono sentite con forza fino alla capitale e da quel momento la città vive nel terrore che possano verificarsi eventi più intensi. Quelli di Alessia Marcuzzi sono solo due dei tantissimi tweet che tutt'ora scorrono su Twitter sotto l'hashtag #terremoto ma gli esperti rassicurano che si tratta di un evento che rientra nella normalità del nostro Paese. "Non parliamo di una forte scossa di terremoto, questa è una magnitudo frequente nel nostro Paese. Scosse come queste di magnitudo 3.3 ne registriamo centinaia se non migliaia durante l'anno", ha riferito Pierfrancesco Milito, capo ufficio stampa della Protezione Civile, durante un intervento a Rai News 24 che ha coperto l'evento quasi in simultanea.

Commenti