Terrorismo

Ucciso il leader dell'Isis. Ecco chi è il nuovo capo dei terroristi islamici

L'annuncio è stato dato dagli stessi islamisti: Abu al Hasan al Hashimi al Qurashi sarebbe stato ucciso in battaglia e al suo posto sarebbe già stato nominato un successore

Ucciso il leader dell'Isis. Ecco chi è il nuovo capo dei terroristi islamici

È stata annunciata dagli stessi leader del gruppo terroristico la morte di Abu al Hasan al Hashimi al Qurashi, ritenuto dallo scorso marzo leader dell'Isis. Lo si legge in diversi canali social associati al più importante gruppo jihadista, secondo cui è stato già nominato il successore: si tratterebbe, in particolare, di Abu al Hussein al Hussayni al Qurashi.

Pochi i dettagli emersi

Di Al Qurashi si è sempre saputo molto poco. Un oggetto del mistero, emerso dalle sabbie del deserto iracheno e divenuto noto alle cronache a marzo, quando è stato annunciato quale nuovo capo dell'Isis a seguito dell'uccisione, avvenuta un mese prima, del suo predecessore Abu Ibrahim al-Hashimi al-Qurayshi.

Nomi molto simili tra i due, ma non corrispondenti alla vera identità. Si tratta di nomi di battaglia con i quali sono stati indicati dai terroristi durante la loro scalata al vertice dell'organizzazione islamista.

Di Al Qurayshi, ucciso a febbraio in Siria dopo un blitz delle forze Usa, si sapeva qualcosa di importante. Come, ad esempio, il suo ruolo nel genocidio della popolazione yazida durante le fasi più tetre e drammatiche dell'avanzata dello Stato Islamico tra Iraq e Siria. Del suo successore invece non si è mai capita nemmeno la vera identità. C'è chi ha sostenuto che in realtà dietro al nome di battaglia si nascondesse Juma al-Badri, fratello del fondatore dell'Isis Abu Bakr Al Baghdadi.

A maggio era stato dato per arrestato in Turchia. Ad annunciarlo era stata l'emittente Oda Tv, la quale aveva riferito notizie provenienti da fonti della polizia turca. Ma non c'era mai stata alcuna conferma. Anzi, l'indiscrezione è come caduta nel dimenticatoio.

Nelle scorse ore invece sono stati i siti vicini all'Isis a proclamare ufficialmente la morte di Al Qurashi. Il leader dello Stato Islamico sarebbe morto, come annunciato dal "portavoce" dei jihadisti Abu Umar al-Muhajir, “in battaglia”. Ma non è stato specificato altro. Né in quale battaglia, né in quale luogo e né con quale modalità. Tutto è avvolto in un alone di mistero nel quale le forze di intelligence occidentali si stanno muovendo per cogliere i dettagli.

C'è già un nuovo leader?

Contestualmente all'annuncio della morte di Al Qurashi, è stata riferita sempre sui canali vicini all'Isis la nomina di un successore. Si tratterebbe, come detto, di Abu al Hussein al Hussayni al Qurashi. Un nome di battaglia molto simile, ma oltre a questo si sa ben poco. Potrebbe anche trattarsi, come sussurrato nei corridoi diplomatici, di un falso annuncio per distogliere l'attenzione sui nuovi leader del califfato. Forse soltanto nelle prossime settimane sarà possibile ricostruire quanto avvenuto.

Commenti