Addio a Gigio Morra, l'indimenticabile protagonista di "Un posto al sole"

Scomparso all'età di 78 anni il grande attore napoletano di teatro, cinema e tv. La sua carriera e il dolore dell'amica di lunga data Marisa Laurito

Addio a Gigio Morra, l'indimenticabile protagonista di "Un posto al sole"
00:00 00:00

Si è spento all'età di 78 anno l'attore napoletano Gigio Morra. Una vita la sua dedicata al teatro, proveniva dalla scuola di Eduardo de Filippo, ma anche al cinema e alla tv con molte partecipazioni a note fiction, una tra tutte Un Posto al Sole (dove era Peppino Canfora), ma anche Il Commissario Montalbano, I Bastardi di Pizzofalcone e il recente Imma Tataranni.

Un addio molto sentito

A dare la notizia della morte dell'attore dovuta ai postumi di un'operazione, la moglie Lucia Mandarini, con un post su Facebook: "Il mio amore mi ha lasciato, era un uomo dolce gentile e un grande attore. Mi ha lasciato nella più grande disperazione. Ti amerò per sempre". In tanti oggi lo piangono una tra tutte Marisa Laurito grande amica di lunga data di Morra: "Se n’è andato Gigio Morra, un grandissimo attore e un mio amico di gioventù", ha scritto profondamente turbata, insieme a molti altri colleghi con cui l'attore aveva lavorato nella sua lunga carriera.

Proprio Marisa Laurito, raggiunta dal Corriere, ha raccontato la sua amicizia e il legame che la legava all'attore: "È stata la moglie ad avvisarmi della sua perdita – ha spiegato– Non sapevo che stesse male. Per me è andata via una persona indimenticabile: Gigio è stato il compagno di avventure di tutta la mia giovinezza. Ho tantissimi ricordi che si accavallano ora, abbiamo fatto tante cose insieme, condiviso battaglie e sogni. Quando perdi una persona che non hai mai abbandonato da quando eri giovane è veramente difficile colmare il vuoto che lascia: non è solo un dolore ma un pezzo di vita che si ne va. Non potrò più dirgli: Gigio, quanti ricordi".

La sua carriera

Giovanissimo si era diplomato a soli 21 anni all’Accademia d’arte drammatica di Napoli, appassionato fin da piccolo della magia del palcoscenico a cui ha dedicato tutta la sua vita. Aveva lavorato con i più grandi, ad iniziare da Eduardo De Filippo e, in seguito, con altri grandi del teatro, come Maurizio Scaparro, Giuseppe Patroni Griffi, Luca De Filippo, Toni Servillo e Andrea Renzi. Al cinema aveva partecipato a Gomorra di Matteo Garrone, nell’ultimo film di Nanni Moretti Il Sol dell’Avvenire, in Qui rido io di Mario Martone ed è stato diretto, tra gli altri, anche da Marco Bellocchio e Lina Wertmüller.

Venticinque film al suo attivo, proprio dall'esordio con Marco Bellocchio nel 1976 (Marcia Trionfale), Morra aveva poi lavorato con i pià grandi registi italiani, come Nanni Moretti, Mario Martone, Marco Risi, Antonio Capuano e appunto Lina Wertmuller. Il suo secondo maestro è stato nel teatro Carlo Cecchi, poi Leo de Bernardinis.

È stato diretto sulle scene anche da Maurizio Scaparro, Giuseppe Patroni Griffi, Luca De Filippo e Toni Servillo (nella Trilogia della villeggiatura di Goldoni).

I funerali dell'attore ci saranno martedì 12 marzo alle ore 12 nella chiesa di Santa Caterina a Chiaia.

Commenti
Disclaimer
I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
ilGiornale.it Logo Ricarica