Unicredit cede 2S Banca a SocGen

Operazione da 548 milioni. Accordo con i francesi per i «securities services»

da Milano

Il consiglio di Unicredit ha approvato la vendita a Société Générale, per 548 milioni di euro, delle attività di securities services del gruppo (2S Banca) e la stipula di un accordo strategico di lungo periodo riguardo ai suddetti servizi con la stessa SocGen. L’operazione - informa una nota - comporta la vendita da parte di Unicredit di 2S Banca, precedentemente denominata Unicredit Banca MedioCredito, che a fine 2005 aveva ricavi totali pro-forma pari a 152 milioni di euro, un patrimonio netto pro-forma di 98 milioni e oltre 455 miliardi di asset under custody.
Le attività di securites services che rientrano nel perimetro comprendono le linee di business di Custodia e Regolamento, Fund Administration e i servizi di Transfer Agency prestati alle società del gruppo Unicredit e alla clientela «non captive» in Italia, Lussemburgo e Irlanda. Nell’ambito del contratto è previsto che Unicredit presti a SocGen le assicurazioni comuni in operazioni di questo tipo nonché garanzie di vario tipo, ivi inclusa una manleva con riferimento alle attività pregresse di Ubmc. In seguito alla cessione di 2S Banca, SocGen (attraverso 2S Banca stessa) diventerà il fornitore del gruppo Unicredit in Italia per i servizi di securities services sulla base di un accordo di lungo periodo soggetto ad approvazione delle Autorità di vigilanza.
La cessione di 2S Banca e l’esternalizzazione delle attività di quest’ultima, sottolinea la nota, «risultano coerenti con gli obiettivi strategici di Unicredit di gestire in modo efficiente il proprio portafoglio di business, migliorando il livello di servizio alla clientela e ottimizzando l’impiego di capitale, comunicati agli investitori e alle agenzie di rating in seguito all’annuncio dell’integrazione con il gruppo Hvb». La firma del contratto di cessione è prevista entro febbraio e il perfezionamento l’anno.
Unicredit è stato assistito da Lehman Brothers (advisor finanziario), Merrill Lynch (joint advisor) e dallo studio legale Grimaldi e Associati (advisor legale). Société Générale è stata assistita da Rothschild (advisor finanziario) e da Norton Rose (advisor legale).

Commenti

Grazie per il tuo commento