Valle Christi Una notte tutta equivoci

Valle Christi Una notte tutta equivoci

«Una commedia sull'amore e in cui l'amore, come il Destino, muove i fili delle vicende personali dei protagonisti. Due coppie da formare, quattro cuori da incrociare. Strumento e artefice di mille peripezie e astuzie è il giullare, il cantastorie: Feste, che abilmente porta a compimento il disegno senza tralasciare un suo personale e burlesco divertimento ai danni dello spocchioso servitore, mentre, sempre un po' filosofo e un po' buffone, si accompagna con la chitarra». Così la regista Kiara Pipino descrive il suo ultimo lavoro, «La XII notte» di William Shakespeare di ui ha curato anche l’allestimento e che andrà in scena questa sera alle 21.30 a Rapallo, nell’ambito del Festival di Valle Christi.
«Il travestimento - conclude la Pipino - è qui un tema dominante (insieme a quello del doppio) sin in origine, quando la bella Viola diventa Cesario. Ed è proprio il travestimento, dichiarato, che porta avanti la vicenda, con qualche rapida incursione nelle Maschere di Commedia e con l'ausilio della tacita complicità del pubblico». Spettacolo di produzione dello stesso festival di Valle Christi, ne sono protagonisti Federico Giani, Maurizio Lastrico, Viviana Mattei, Irene Villa, Manuel Zicarelli, mentre le note alla chitarra sono di Cico.
Viola e Sebastiano di Messalina, gemelli identici, viaggiando per nave fanno naufragio, e l'uno crede l'altro annegato. Viola, tratta in salvo dal capitano, approda nell'immaginaria terra d'Illiria. Per viver sola fuor d'ogni insidia, indossa panni maschili e diventa Cesario, e prender servizio come paggio presso il duca Orsino. Orsino è un innamorato della contessa Olivia che lo respinge. Viola-Cesario deve far da tramite tra il duca innamorato e la gentildonna ritrosa: ma la ragazza-paggio s'innamora del padrone e fa innamora di sé Olivia. Intanto anche il naufrago Sebastiano è sbarcato in Illiria, salvato da tale generoso Antonio nemico al duca Orsino per certi suoi trascorsi pirateschi. Olivia scambia Sebastiano per il paggio Cesario, ed i due si sposano in segreto. Antonio viene riconosciuto e arrestato, e invoca l'aiuto del presunto Sebastiano. Questi tuttavia non è altro che Viola, travestita, e che dunque non lo riconosce. Si sgrana il rosario dei qui-pro-quo. I gemelli vengono posti di fronte e si riconoscono. Viola sposerà il duca. Olivia e Sebastiano sono di già sposati e ben contenti.

Commenti