Al Dal Verme Due giorni per dare voce ai cittadini

L’Expo è pronto ad aprirsi ai cittadini. Oggi e domani al Teatro Dal Verme si svolgeranno gli Stati Generali dell’Expo, un vero e proprio brain-storming di massa, ideato per coinvolgere la gente nella preparazione dell’esposizione del 2015. I cittadini sono chiamati dalle istituzioni a sfoderare idee e proposte per far diventare l’Expo «un evento di tutti». Alzeranno il sipario il presidente della Regione Lombardia, Roberto Formigoni, e il sindaco Letizia Moratti.
Gli stessi tireranno le fila del lavoro venerdì, insieme al presidente della società di gestione dell’Expo Lucio Stanca, al presidente della Camera di Commercio Carlo Sangalli, a quello della Provincia di Milano Guido Podestà, al segretario del Bureau des Exposition Vincente Gonzales Loscertales e al ministro della Cultura Sandro Bondi. Per il resto, spazio alla gente, alle loro proposte e ai loro suggerimenti. Tre le sessioni in programma: la prima è dedicata alle aspettative dei giovani, ai loro progetti, ai loro sogni in vista del 2015. La seconda sessione è invece rivolta alle donne, all’Expo in chiave femminile. La terza chiama in causa soprattutto il popolo dei creativi. Il tema, infatti, è proprio un invito ad aguzzare l’ingegno: «Quale format per l’Expo 2015?». Dalle idee dei cittadini, si svilupperanno le decisioni dei vertici. Domani mattina invece a tenere banco sarà proprio il filo conduttore dell’esposizione universale del 2015, cioè «Nutrire il pianeta, energia per la vita».

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti