Alemanno: o Campidoglio o Regione

O Campidoglio o Pisana: aut-aut del sindaco Gianni Alemanno alla sua maggioranza per le prossime elezioni regionali. Secondo quanto si apprende, il sindaco avrebbe invitato i consiglieri e gli assessori capitolini che stanno pensando di correre per le regionali a rinunciare all’incarico in Campidoglio, se saranno eletti alla Regione. Questo, in virtù del nuovo mandato ricevuto dagli elettori.
Il diktat alemanniano ha aperto la strada a qualche polemica. «Ha fatto bene il sindaco Alemanno a porre un aut-aut ai consiglieri capitolini che si vogliono candidare alla Pisana - ha detto il consigliere regionale del Pdl Donato Robilotta - perché anche se non c’è una incompatibilità di legge ce n’è una di fatto. Non si può essere allo stesso tempo controllore e controllato». «È del tutto evidente - ha aggiunto - che c’è un vuoto nell’attuale legge regionale che avremmo provveduto a colmare se non fosse stato sciolto in anticipo il consiglio regionale. Consentire agli amministratori locali di far parte anche del consiglio regionale è un grave errore che rischia di trasformare l’assemblea legislativa regionale in una assemblea comunale, come in parte è successo in questa legislatura. Cosa che ha compromesso seriamente l’attività di programmazione della Regione trasformata in ente di gestione. L’esatto contrari di ciò che deve essere la Regione».
Il capogruppo capitolino del Pd Umberto Marroni, invece, ha tentato di seminare zizzania. «È un criterio che noi abbiamo sempre applicato. Il fatto che Alemanno faccia così - ha spiegato - dà l’idea che non si fida della sua maggioranza. Evidentemente ci sono dei problemi nella composizione delle liste. E il sindaco in questo modo mette le mani avanti». A stretto giro di posta la replica del vicecapogruppo del Pdl Luca Gramazio: «Marroni fa una fotografia pittoresca e fuorviante di ogni reale compattezza del partito». Quanto all’appello del primo cittadino, Gramazio sottolinea: «Ritengo quella del sindaco una scelta assolutamente naturale. Io sono in linea con questa scelta. Ed è stata accettata di buon grado dal gruppo e da chi è in procinto di candidarsi. Una bella espressione del sindaco nei confronti della maggioranza».
I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.