Attualità

"È la Meloni o un'imitatrice?". Il "giallo" sulla telefonata a Fiorello

Si apre un "caso" sull'imitatrice del presidente del Consiglio che dà vita a una gag esilarante in diretta a Viva Rai 2: riprende la risposta al congresso della Cgil e il famoso slogan de "Io sono Giorgia"

"È la Meloni o un'imitatrice?". Il "giallo" sulla telefonata a Fiorello

Il mistero s'infittisce per diverse ore. Per dirla alla Ezio Greggio: è lei o non è lei? Una risposta ufficiale certa non c'è ancora ma, in un certo senso, si può dire che Giorgia Meloni sia apparsa durante la puntata di questa mattina di "Viva Rai 2", seppur telefonicamente. In diretta su Rai2, infatti, c'è stata una donna che ha interpretato la stessa leader di Fratelli d'Italia con una voce davvero molto simile alla sua. Fiorello l'ha chiamata e hanno dato vita una serie di gag.

Lo sketch

Si comincia dalla visita della Meloni al congresso della Cgil e il gioco è subito immediato: la donna che recita la parte del capo del governo si presta al siparietto con il mattatore televisivo. In diretta su Rai2, replica la battuta che venne data in risposta ai contestatori del sindacato che si erano ispirati a Chiara Ferragni con quello striscione esposto fuori dal Palacongressi di Rimini ("Pensati sgradita") e ripete la sua risposta che mise a tacere quelle proteste: "Voglio ringraziare coloro che mi contestano, anche con degli slogan efficaci. Ho letto la frase ‘Pensati sgradita’, anche se non sapevo che la Ferragni fosse un metalmeccanico".

Poi, la ripresa di quel celebre tormentone di qualche anno fa che rese famosa Giorgia Meloni sui social e in tutto il mondo. "Quello non lo posso fare, strillava...", si giustifica ridendo. Ma poi si concede e torna a scandire al telefono: "Io sono Giorgia, sono una donna, sono una madre, sono italiana, sono cristiana". Un timbro vocale talmente simile da sembrare veramente lei. Fiorello passa poi alle domande, chiedendo all'imitatrice per chi avesse votato alle ultime elezioni politiche: "A sinistra", risponde lei, scatenando l'ilarità in studio. "Alle primarie hai votato?", prosegue il conduttore. "No, non ho votato", replica la donna della gag. "Tra Bonaccini e Schlein chi avresti votato?", incalza ancora Fiorello. "Se non ho votato, fatti una domanda e datti una risposta", dice mentre a stento trattiene le risate. Alla richiesta di imitare anche la Schlein, conclude: "No, io so imitare solo la Meloni!". Parole che qualcuno vede come una possibile conferma della vera identità che si nascondeva all'altro capo della cornetta.

Sul finale della gag, Fiorello annuncia al presidente del Consiglio: "Sto ricevendo proprio in questo momento un messaggio da parte di Giorgia, la cantante, che scrive: 'Questa imitatrice è pazzesca'. Proprio così. Sei veramente pazzesca". Probabilmente un altro sketch inserito in un altro siparietto.

Fatto sta che i due si lasciano con una "promessa" reciproca: "Senti, Giorgia, ogni tanto ti chiameremo, ok?". "Va bene, quando volete", assicura l'imitatrice del presidente del Consiglio. Nelle prossime settimane, dunque, non sono escluse ulteriori "colpi di scena" in tv.

Commenti