Quali sono gli effetti dell'umidità sul nostro corpo? Ecco i livelli ideali per non avere conseguenze dannose

L'eccesso e la mancanza di umidità possono avere conseguenze a dir poco dannose sulla nostra salute: secchezza cutanea, irritazioni e allergie respiratorie, dolori articolari, fastidi notturni. Facciamo il punto.

Quali sono gli effetti dell'umidità sul nostro corpo? Ecco i livelli ideali per non avere conseguenze dannose

Per umidità si intende la quantità di acqua presente nell'aria circostante. La sua influenza sulla nostra salute è spesso relegata in secondo piano, invece è tutt'altro che trascurabile: la mancanza o l'eccesso di umidità può causare disagio, ma anche problemi di salute come irritazione delle vie respiratorie o problemi della pelle.

Che impatto ha sulla nostra pelle?

L'equilibrio idrico della nostra pelle è essenziale per garantirle salute ed elasticità. L'umidità eccessiva può portare a una crescita eccessiva di batteri e funghi, favorendo lo sviluppo di problemi cutanei come l'eczema. Inoltre, quando l’aria è umida, la sudorazione può essere meno efficace perché l’aria è già satura di umidità, il che può portare a una sensazione di disagio e afa.

Al contrario, una bassa umidità può causare secchezza della pelle che diventa secca e più tesa. L'aria secca può anche causare irritazioni alla pelle, soprattutto nelle persone con maggiore sensibilità. Inoltre aggrava patologie della cute come l’eczema o la psoriasi. Infine, l'esposizione prolungata all'aria secca favorisce prurito , arrossamento , desquamazione, screpolature e può contribuire all’invecchiamento precoce della pelle. Mantenere un livello di umidità ottimale (di cui parleremo verso la fine dell'articolo) è fondamentale per preservare la naturale barriera cutanea.

Allergie, tosse… Quale impatto sulle nostre vie respiratorie?

L'umidità ambientale può avere effetti significativi sulle nostre vie respiratorie. L'aria troppo umida può favorire lo sviluppo di muffe e acari della polvere, che sono comuni fattori scatenanti delle allergie respiratorie. Infatti, le persone con vie aeree sensibili, soprattutto quelle affette da asma, potrebbero riscontrare un peggioramento dei loro sintomi. Senza contare che l’aria umida è un ambiente favorevole alla proliferazione di batteri e virus, aumentando il rischio di infezioni respiratorie .

Al contrario, l’aria secca può seccare e indebolire le mucose del naso e della gola , provocando irritazione e prurito. Le mucose, infatti, sono meno efficaci nel intrappolare ed eliminare le particelle virali. Risultato? Il tratto respiratorio è più esposto alle infezioni virali e le persone predisposte a problemi respiratori hanno maggiori probabilità di scatenare una tosse cronica .

In breve, tutti possiamo reagire in modo diverso all'umidità: alcune persone potrebbero sentirsi sollevate in un ambiente più umido, mentre altre potrebbero preferire condizioni più asciutte.

Dormire in una stanza umida: quali sono i rischi?

L'umidità ambientale può infatti influenzare la qualità del nostro sonno. L’aria troppo secca può causare disturbi alla gola e ai passaggi nasali, interrompendo la respirazione durante il sonno. D’altro canto, l’aria leggermente umida può facilitare la respirazione, soprattutto per chi ha le vie aeree sensibili o soffre di congestione nasale, ma l’eccessiva umidità può favorire la presenza di acari e muffe nella biancheria da letto , aggravando i problemi respiratori notturni. È quindi necessario mantenere un sottile equilibrio per favorire notti di sonno riposante.

Quali sono le conseguenze dell’aria troppo umida sulle nostre articolazioni?

L'umidità può avere un impatto sulle nostre articolazioni. Alcune persone che soffrono di artrite, osteoartrite e patologie reumatiche riferiscono un peggioramento del dolore articolare e della rigidità, in particolare in condizioni di cambiamenti della pressione atmosferica. Possono essere colpite tutte le articolazioni: ginocchia, anche o mani . Tuttavia, la correlazione tra umidità e dolori articolari non è sistematica: alcune persone non avvertono alcun peggioramento dei loro sintomi di fronte all’umidità e i meccanismi di questa relazione non sono ancora del tutto compresi.

Davvero l’umidità stanca e indebolisce il sistema immunitario?

L’impatto dell’umidità sul nostro sistema immunitario varia da persona a persona e l’esatta relazione tra umidità e sistema immunitario non è del tutto chiara. Gli ambienti ad alta umidità favoriscono la crescita di muffe e acari della polvere. Questi allergeni possono innescare risposte immunitarie nelle persone sensibili alle allergie, ma ciò non è necessariamente associato al fallimento del sistema immunitario.

L’aria troppo secca può seccare le mucose delle vie respiratorie, il che potrebbe aumentare la suscettibilità alle infezioni virali e batteriche, anche altri fattori come l’igiene personale e la ventilazione svolgono un ruolo importante nel verificarsi delle infezioni.

In realtà, il modo in cui una persona reagisce all’umidità dipende da una varietà di fattori, tra cui la genetica, la salute generale, le abitudini di vita e la sensibilità specifica . Non esiste un chiaro consenso sul fatto che l’umidità affatica o indebolisca in modo significativo il sistema immunitario.

Come riconoscere un habitat umido ed eliminare l'umidità in eccesso per tutelarne la salute?

Il livello di umidità ideale è generalmente compreso tra il 45% e il 65% . Al di fuori di questo intervallo, la tua salute (e quella della tua casa) potrebbe risentirne. È quindi fondamentale mantenere un buon equilibrio igrometrico .

Non esitate a utilizzare umidificatori o deumidificatori a seconda delle vostre esigenze. Assicurarsi di mantenere una buona ventilazione e adottare misure adeguate per ridurre la proliferazione degli allergeni. Se i problemi respiratori persistono, consultare il proprio medico curante.

Umidità: quali sono i segnali d'allarme in casa?

Ci sono alcuni segni di umidità in casa:

  • odori di muffa sospetti;
  • distacco della carta da parati;
  • lavorazione del legno curvato e macchie;
  • muffe o funghi;
  • sgretolamento della vernice;
  • condensa all'interno delle finestre;
  • la presenza di ruggine su diversi oggetti;

Se si osserva uno o più di questi sintomi, identificare rapidamente la fonte dell'umidità e trattarla.

Commenti
Disclaimer
I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
ilGiornale.it Logo Ricarica