Politica

Camorra, blitz a Napoli: il boss era in cucina

Ciro Nappo, tra i 100 latitanti più pericolosi d'Italia, arrestato con l'intervento dei corpi speciali dei carabinieri. Operazione dentro la "fortezza" del clan a Palazzo Fienga: l'uomo nascosto dietro un pannello scorrevole in cucina

Camorra, blitz  a Napoli: 
il boss era in cucina

Napoli - Blitz spettacolare dei corpi speciali dei carabinieri nella foretzza del clan Gionta. Il pregiudicato latitante Ciro Nappo, di 34 anni, reggente del clan camorristico di Torre Annunziata, è stato catturato dai carabinieri del comando provinciale di Napoli con la collaborazione dei reparti speciali del Gis. Nappo era a capo del gruppo di fuoco del clan, ricercato dal novembre 2008 per associazione per delinquere di tipo mafioso, estorsioni ed usura.

L'operazione Per la cattura del pregiudicato è stato fatto intervenire il Gis (il gruppo di intervento speciale dei carabinieri) la cui fulminea irruzione nella casa del latitante di fronte a Palazzo Fienga, la roccaforte del clan, ha permesso di mettere in sicurezza l’area prima di procedere a una cattura situazione potenzialmente pericolosa. I pensili della cucina di Nappo nascondevano una parete in apparenza piastrellata ma che si apriva, portando in un locale segreto ove l’uomo si ritirava durante le ricerche delle forze dell’ ordine.

Commenti