Cronaca internazionale

Orrore a Strasburgo: due bambine accoltellate davanti a scuola. Arrestato l'aggressore

L'aggressione è avvenuta attorno alle 14. Le due vittime sono state trasportate in ospedale con ferite non gravi. La polizia ha fermato un 28enne

Orrore a Strasburgo: due bambine accoltellate davanti a scuola

Ascolta ora: "Orrore a Strasburgo: due bambine accoltellate davanti a scuola"

Orrore a Strasburgo: due bambine accoltellate davanti a scuola

00:00 / 00:00
100 %

Momenti di terrore in Francia. Due bambine di sei e 11 anni sono state accoltellate nei pressi di una scuola elementare a Souffelweyersheim, vicino a Strasburgo. La notizia è stata diffusa dall'emittente Bfmtv, secondo cui l'aggressore è stato fermato e le vittime sono state portate in ospedale con ferite non gravi. L'aggressione è avvenuta attorno alle 14. Secondo quanto riportato da Le Figaro, l'uomo arrestato dalle forze dell'ordine sarebbe un 28enne di origine europea identificato come Antoine M. Ancora ignoto il movente del delitto.

Fonti della gendarmeria citate da Afp hanno riferito che il soggetto finito in manette "non è noto ai servizi" e che "le sue motivazioni non sembrano legate alla radicalizzazione". Una fonte vicina al caso ha specificato anche che l'uomo soffre di una certa "fragilità mentale" e ha già trascorso "diversi soggiorni" in un reparto psichiatrico, per poi interrompere le cure a novembre. Pare inoltre che fosse scomparso da ieri sera e che avesse tentato il suicidio nel 2022. Al momento dell'arresto, avvenuto circa dieci minuti dopo l'aggressione nella piazza della Rue de l'ecole, il 28enne non era in possesso dell'arma utilizzata per ferire le due bambine. Non avrebbe opposto resistenza ai cinque gendarmi che lo hanno fermato. Le autorità hanno aperto un'inchiesta.

Secondo quanto riferito da un consigliere municipale, tutti gli studenti dell'istituto all'esterno del quale si è verificato l'accoltellamento sono stati inizialmente chiusi all'interno della struttura per motivi di sicurezza. "Sono molto impaurita. Siamo stati rassicurati, i bambini sono al sicuro dentro, ma non sappiamo quando potremo riaverli", ha dichiarato la madre di uno dei bambini. "Ho un bambino di otto anni. Mi ha chiamato un'amica, ha visto la confusione davanti alla scuola mentre passava. Si è informata e il suo istinto è stato di chiamarmi perché andassi a prendere mio figlio". Ai genitori è stato permesso di recuperare i propri figli attorno alle 16.00.

"La polizia ha chiarito ogni dubbio, i bambini sono al sicuro e non c'è più alcun pericolo. Tutto è stato fatto in modo molto professionale. Tutti i piani sono stati attuati e i bambini sono stati immediatamente portati al sicuro", ha dichiarato ai presenti Jean-Baptiste Peyrat, capo di gabinetto della prefettura del Basso Reno.

Sul posto, oltre a una squadra mobile di sicurezza, sono giunti anche il rettore dell'autorità educativa di Strasburgo e il direttore accademico dei servizi educativi nazionali. Un'unità di emergenza medica e psicologica è stata allestita presso l'istituto.

Commenti