Cronaca locale

Bit 2024, il business del turismo cresce a doppia cifra

Aumentati espositori e visitatori professionali. Oltre 8.500 incontri d'affari "ono to one", il 14% in più rispetto al 2023. Prodotto Italia al centro dell'interesse dei buyer internazionali. La prossima edizione della manifestazione di Fiera Milano si terrà da domenica 9 a martedì 11 febbraio 2025

Bit 2024, il business del turismo cresce a doppia cifra

Obiettivi centrati per Bit 2024, con la Borsa internazionale del turismo organizzata da Fiera Milano che ha chiuso questa edizione con una crescita a doppia cifra e annuncia il prossimo appuntamento con il mondo dei viaggi e delle vacanze da domenica 9 a martedì 11 febbraio 2025. Format innovativo quello di quest’anno che ha avuto successo e ha portato all’Allianz MiCo oltre 1.100 espositori di 66 Paesi, decine di migliaia di visitatori professionali italiani e stranieri oltre a centinaia di hosted buyer altamente profilati arrivati da tutto il mondo con 8.585 incontri d’affari one to one, il 14% in più rispetto al 2023.

Crescita a doppia cifra sia per gli operatori per i visitatori professionali - quelli esteri provenienti da 107 Paesi - che confermano come Bit Milano sia un appuntamento cardine per la travel industry dal punto di vista degli affari, dell’aggiornamento, dell’aggregazione e dello sviluppo e soprattutto primo marketplace del prodotto Italia nel mondo, ruolo sottolineato dal fatto che tra i primi principali paesi da cui sono giunti visitatori figurano Svizzera, Stati Uniti, Spagna, Regno Unito, Francia, Germania, Egitto, Cina, Emirati Arabi e India.

Bit-Campania

Una manifestazione sempre più internazionale, quindi, con un pubblico cosmopolita, qualificato e interessato al business proposto con un concept espositivo e un format business to business e business to consumer che negli ultimi anni ha dimostrato la capacità di adeguarsi ai tempi e al mercato, interpretando le richieste sia degli operatori che dei viaggiatori, oggi sempre più esigenti, curiosi, alla ricerca di proposte personalizzate, autentiche, fuori stagione e sostenibili.

Il coinvolgimento di esperti di alto profilo, istituzioni, università e delle grandi piattaforme multimediali, attraverso gli incontri di Bringing Innovation into Travel, ideato con il supporto di Business International, knowledge-unit di Fiera Milano, e i numerosi eventi organizzati dagli espositori hanno arricchito la proposta con importanti discussioni su temi come futuro del tour-operating, overtourism, enogastronomia, fuel, prezzi, digitalizzazione, intelligenza artificiale e formazione.

Bit-Welcome Travel Group

Interesse il forte crescita sottolineato anche dal ritorno mediatico, sia quello dei social network, con centinaia di post e stories, sia quello di stampa, radio e televisione, che hanno raccontato la manifestazione attraverso numerosi inviati, analizzando il fenomeno del turismo in tutte le sue sfaccettature, sulla spinta delle tante novità proposte in fiera: dall’alleanza con Welcome Travel Group presente con la sua rete diffusa di agenzie, con partner di spicco e con i suoi soci Alpitour World e Costa Crociere alla partnership tra Bit Milano e Federterme-Confindustria, che ha realizzato per la prima volta l’area dedicata, Thermalia.

“Questa edizione è stata la migliore di sempre - conferma Adriano Apicella, ad di Welcome Travel Group -. Abbiamo organizzato qui la nostra convention annuale che ha raccolto 2000 partecipanti. Il programma è stato estremamente ricco edha visto momenti professionali con plenarie e serate per tessere relazioni e definire le iniziative per la stagione estiva”.

Bit Emilia romagna

Il prodotto Italia ha avuto un ruolo di primissimo piano in una Bit sempre più internazionale e decisiva per il mercato incoming, come spiega Alberto Sabatini, responsabile comunicazione Italia dell’ Apt Emilia-Romagna: “Per noi Bit è una fiera viva, dinamica e proiettata al futuro. Siamo alla Borsa del Turismo dalle prime edizioni, per i nostri operatori è da sempre un appuntamento strategico e sono molto soddisfatti anche degli appuntamenti extra agenda che hanno avuto”.

Ma Bit 24 ha rappresentato uno spazio di interconnessione, visibilità e rilancio anche per molte destinazioni estere, sottolineato dai grandi ritorni di quest’anno, come il Giappone. "Per descrivere Bit in tre parole: dinamicità, diversità e passione” afferma Noritsgu Yusa, commercial manager di Jnto, l’organizzazione nazionale del turismo giapponese.
Anche dal Medio Oriente arrivano segnali positivi. “Gli italiani sono il primo mercato per numero di arrivi e presenze in Giordania e sono i benvenuti - dice Nadia Pasqual, media relations & pr del Jordan Tourism Board -. Questa edizione è stata intensa, vivace, molto soddisfacente e densa di incontri con operatori, giornalisti, influencer e content creator”.

Bit-stand estero

Dello stesso tenore i commenti se si guarda al turismo a lungo raggio: “Il pubblico è stato interessante, anche per target medio e alto-spendente, soprattutto nei primi due giorni - racconta Tiziana Gennari, di Anguilla Tourist Board -. Scegliamo di venire ia Milano proprio per il pubblico perché le fiere sono molto importanti per i turisti. Facciamo parte di questo mondo ed è importante esserci. Il spunto di forza di Bit è il posizionamento su Milano, è più facile contenere i costi logistici e le agenzie di viaggio e stampa sono più presenti”.

Anche la soddisfazione degli hosted buyer proventi da 52 Paesi da tutti i continenti (in particolare da Europa, Nord America, Asia, Centro e Sud America, Medio Oriente, Italia, Paesi Cis, Africa) testimonia l’ottima riuscita della manifestazione. Ecco alcune testimonianze degli operatori provenienti dall’Europa e dal resto del mondo.
Luana Ventura di Travelzoo Europe: “Manifestazione interessante, molto ricca, divertente. Avevo una lunga lista di appuntamenti e sono riuscita a parlare con i responsabili che volevo contattare”.
Eu Chai Huangm, direttore di Ergo: Travel (Singapore): “Fiera importante dal punto di vista dei meeting con ottime opportunità di incontri in presenza e networking. I nostri viaggiatori sono interessati al prodotto enogastronomico, esperienziale con forte incidenza storica-culturale, qui ho trovato quello che cercavo. Posso definire Bit una manifestazione, bella, intensa e decisamente ben organizzata”.
Arijit Mookerjee di Rezlive (Emirati arabi uniti): “Tante agenzie travel, aziende di hospitality e eventi di alto livello: questo ci aiuta a rimanere aggiornati sul settore e connessi sia con i trends che con partners in questa regione del mondo. L’Europa è una delle regioni più importanti lato selling e l’Italia è tra le nazioni più ricercate sotto questo punto di vista”.

Commenti