Ecco tutti i nomi di chi vuole tenerci di nuovo chiusi in casa

Gli scienziati temono il peggio: "Più tempo si aspetta, più le misure che si prenderanno dovranno essere più dure"

Per molti, ormai, ci troviamo di nuovo in emergenza: con il numero di contagi in aumento (ieri si sono registrati 16.079 nuovi positivi al Coronavirus su 170.392 test), file di persone in attesa di sottoporsi al tampone, Milano divenuta ancora una volta sorvegliata speciale ed ancora tutto l'inverno da affrontare, i toni si fanno sempre più allarmistici. Poco importa che adesso la situazione sia molto diversa da quella della scorsa primavera, e che i ricoveri in ospedale siano in larga parte disposti a scopo precauzionale, come dichiarato dagli stessi medici che affrontano l'epidemia in prima persona. Secondo l'opinione di alcuni esperti, la crisi è ormai prossima, con addirittura il rischio di centinaia di morti al giorno in caso di mancate misure restrittive.

È proprio di oggi la notizia di una lettera inviata da 100 scienziati al presidente del Consiglio Giuseppe Conte e al presidente della Repubblica Sergio Mattarella per chiedere loro provvedimenti più drastici. Fra i firmatari dell'accorata missiva, il fisico e presidente dell'Accademia dei Lincei Giorgio Parisi, che ha lanciato per primo l'appello, ed il rettore dell'università Normale di Pisa Luigi Ambrosio.

"Come scienziati, ricercatori, professori universitari riteniamo doveroso ed urgente esprimere la nostra più viva preoccupazione in merito alla fase attuale di diffusione della pandemia da Covid-19", si legge nel documento inviato dagli studiosi e riportato da "Repubblica". "Riteniamo utile segnalare all'attenzione delle Istituzioni, del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella e del Governo, nella persona del Presidente del Consiglio Giuseppe Conte, le stime riportate nell'articolo del Presidente dell'Accademia dei Lincei, professor Giorgio Parisi". Stime, pubblicate da "Huffington post", che parlano di centinaia di morti al giorno nel prossimo futuro.

Da qui la necessità, secondo gli scienziati, di prendere provvedimenti seri. "Il necessario contemperamento delle esigenze dell'economia e della tutela dei posti di lavoro con quelle del contenimento della diffusione del contagio deve ora lasciar spazio alla pressante esigenza di salvaguardare il diritto alla salute individuale e collettiva sancito nell'art. 32 della Carta costituzionale come inviolabile", continuano gli studiosi. "La salvaguardia dei posti di lavoro, delle attività imprenditoriali e industriali, esercizi commerciali, e le altre attività verrebbero del resto ad essere anch’esse inevitabilmente pregiudicate all’esito di un dilagare fuori controllo della pandemia che si protraesse per molti mesi".

Misure più drastiche e mirate, secondo gli scienziati, sarvirebbero del resto non solo a salvare vite, ma anche la stessa economia del Paese. "Più tempo si aspetta, più le misure che si prenderanno dovranno essere più dure, durare più a lungo, producendo quindi un impatto economico maggiore", aggiungono. "È per questo che il contagio va fermato ora, con misure adeguate, ed è per questo che chiediamo di intervenire ora in modo adeguato, nel rispetto delle garanzie costituzionali, ma nella piena salvaguardia della salute dei cittadini, che va di pari passo ed è anch’essa necessaria e funzionale al benessere economico".

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

robik51

Ven, 23/10/2020 - 14:18

Se adesso dobbiamo ascoltare anche il parere del presidente dell'Accademia dei Lincei e degli altri "esperti" come lui (mi risulta tra questi anche il presidente dell'INGV) siamo messi proprio male!

lorenzovan

Ven, 23/10/2020 - 14:33

nome numero 1 .COVID 19..non occorreva essere giornalaio per saperlo

agosvac

Ven, 23/10/2020 - 14:39

Ma questo Parisi in base a quali conoscenze mediche prevede centinaia , forse migliaia di morti al giorno visto che è un fisico teorico?????

Ritratto di vince50_19

vince50_19

Ven, 23/10/2020 - 14:41

Si tromba con la mascherina o, meglio, con le bombole da sub

ruggerobarretti

Ven, 23/10/2020 - 14:41

pubblicateli per favore l'elenco di tutti e cento. Magari in futuro potrebbe risultare utile, chissa'!!!!!!

Paolo17

Ven, 23/10/2020 - 14:47

Assolutamente d'accordo con gli scienziati. Al 100%. A condizione che se il lockdown durasse ad esempio due mesi, in quei due mesi tali scienziati (così come politici e virologi), rinunciassero ai loro stipendi. Cosi come i negozianti rinunciano agli incassi e le imprese ai fatturati. Poi, sono il primo a dire che possiamo chiudere tutto.

Ritratto di giùalnord

giùalnord

Ven, 23/10/2020 - 14:59

E dove sono i nome dei cento firmatari? Così li terremo in considerazione per il terrorismo che hanno profuso.

pilandi

Ven, 23/10/2020 - 15:02

@Paolo17 Gli scienziati ricercatori ed i virologi hanno sempre lavorato anche durante il primo lockdown, quindi, secondo lei, dovrebbero lavorare a gratis? Lei lavora a gratis?

Ritratto di Tutankhamon

Tutankhamon

Ven, 23/10/2020 - 15:17

Giorgio Parisi, presidente dell'Accademia dei Lincei e Luigi Ambrosio, rettore dell'università Normale di Pisa .... un FISICO e un MATEMATICO...

L'oggettivo

Ven, 23/10/2020 - 16:26

Si ok....100 "scienziati" su quanti scienziati? 1000? 10.000? Ma tanto basta far terrorismo senza considerare proporzioni, percentuali e matematica in genere...

Ritratto di abraxasso

abraxasso

Ven, 23/10/2020 - 16:35

Tutti gli anni, al mondo, muoiono un milione, un milione e mezzo di persone in incidenti stradali. Perché non si fa tanto can can e non si bloccano tutte le auto? Il coronavirus prende le vie respiratorie. Perché si tengono aperti i tabacchi? Il contagio è più facile se si sta all'interno. Perché ci rinchiudono in casa? Comincio a pensare che con la prima ondata non siano riusciti a sfoltire abbastanza il libro paga dell'INPS.

Ritratto di abraxasso

abraxasso

Ven, 23/10/2020 - 16:37

Chi è senza virus in corpo, scagli la prima pietra.

baio57

Ven, 23/10/2020 - 16:48

@ pilandi I virologi ai quali il governo si è affidato hanno "lavorato" sopratutto in TV e a rilasciare interviste sui quotidiani,dove hanno detto tutto ed il contrario di tutto. Il luminare numero uno promosso pure a capo della Fake Force addirittura a metà febbraio ci rassicurava in diretta da Fazio con un bel : "Pericolo pressochè zero ". Salutami gli amici della sezione Palmiro.

maurizio50

Ven, 23/10/2020 - 16:52

Ci manca l'opinione del Super Commissario a tutto, il tuttologo Arcuri!!!!

ruggerobarretti

Ven, 23/10/2020 - 17:15

Ma il Dottor Sardonicus, quello dei 12 sogni, cosa ne pensa. Perche' di lui mi fido ciecamente. Magari sentire anche il Professor Occultis che e' voce anche piu' autorevole. Semmai come ultima soluzione si potrebbe anche sentire anche l'opinione del trisnonno stregone di Gufo Triste.

ilcomunismohavinto

Ven, 23/10/2020 - 17:28

Il problema è che tutti questi SCIENZIATI sono in realtà DIPENDENTI PUBBLICI A STIPENDIO FISSO che non solo non ci rimetterebbero un euro, ma sarebbero anche esentati dal far finta di lavorare, con lo "smartworking" che per loro è una magnifica invenzione...

baio57

Ven, 23/10/2020 - 17:39

@ ruggerobarretti Che nostalgia, bei tempi quelli di Blek Macigno.

ruggerobarretti

Ven, 23/10/2020 - 17:53

baio57: eh si ma anche quelli del Dr. Sardonicus. Diciamo tempi sognanti( per l'appunto), positivi e propositivi.

baio57

Ven, 23/10/2020 - 18:12

@ ruggerobarretti ..positivi, ma asintomatici.

Ritratto di Gabriele184

Gabriele184

Dom, 25/10/2020 - 10:11

Questo appello degli "accademici" è semplicemente rivoltante. Cosa ancor più grave, è che viene ascoltato da un governo di incapaci. MATTARELLA.. VOGLIAMO VOTARE!