Bassetti: "Casi positivi sono in crescita? Ecco perché non sono malati"

L’infettivologo chiede maggiori controlli sugli arrivi. Barconi, auto, aerei, treni e bus possono essere pericolosi

Matteo Bassetti, direttore della Clinica malattie infettive dell'ospedale San Martino di Genova, è tornato a parlare dei nuovi casi di coronavirus in crescita e del rischio proveniente dagli arrivi nel nostro Paese.

Essere positivo non vuol dire essere malato

Il professore ha spiegato all’Adnkronos che "la positività al tampone non vuol dire che abbiamo un malato. E, dunque, anche il dato di oggi dei 402 positivi non vuol dire che abbiamo altrettanti nuovi malati". Quindi meglio evitare allarmismi. Anche perché ormai siamo a conoscenza che tra i nuovi positivi la maggior parte sono soggetti asintomatici o paucisintomatici. Il dato più importante da tenere sotto controllo sarebbe invece quello dei pazienti ricoverati, e in particolare di quelli che finiscono in reparti di Terapia intensiva. E questo ultimo dato è praticamente invariato da alcune settimane. Continuare a mantenere le norme di sicurezza finora usate è quindi il modo migliore per far fronte al Covid. Utilizziamo quindi ancora le mascherine, il distanziamento sociale e l’igiene personale.

Bassetti ha poi tenuto a precisare che le differenze giornaliere dipendono dal “numero di tamponi, e ogni settimana in genere questo numero è più alto il venerdì e più basso durante il fine settimana. Invito a guardare, piuttosto, la percentuale di positività rispetto ai tamponi, che la scorsa settimana era intorno allo 0.55%: se rimane su questi numeri non c'è motivo di particolare allarme, perché più grande è la rete, più numerosi sono i pesci" che ci finiscono dentro. Il parallelo è d’obbligo da un uomo che vive e lavora a Genova. Il virus sta ancora circolando ma, se manteniamo le regole, non dovrebbe preoccuparci troppo.

Il fatto di essere stato tacciato di negazionismo insieme ad altri esimi colleghi, come il professor Alberto Zangrillo, non sembra averlo intimorito. Secondo Bassetti non è corretto che in alcune regioni vengano ricoverati soggetti che hanno una temperatura corporea di di soli 37,5 gradi. In questo modo si rischia di far collassare gli ospedali quando si presenterà anche la stagione influenzale, prevista per il prossimo autunno.

Maggiori controlli per chi arriva in Italia

Un punto invece da considerare riguarda gli arrivi in Italia. I controlli sembrano non essere adeguati. Che poi il mezzo utilizzato sia l’auto, il treno, l’aereo, il pullman o i barconi poco importa. Tutti devono essere maggiormente controllati. Soprattutto se giungono da Paesi dove il coronavirus circola. "Io stesso nei giorni scorsi ho visto un'automobile con una targa dalla Bulgaria e delle persone che riposavano in autogrill, chi le ha controllate? È stato detto loro di mettersi in quarantena? Chi avvisa quanti arrivano da un Paese endemico via Europa di rispettare la quarantena? Il timore è che tanti non vengano intercettati" la domanda è più che lecita. Ma purtroppo la risposta la conosciamo forse tutti.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

steacanessa

Ven, 07/08/2020 - 12:33

Grande medico e grande uomo. In più abituato alla sofferenza in quanto genoano.

antipifferaio

Ven, 07/08/2020 - 14:10

La realtà che il medico cerca di far capire tra le righe, perché non può dirlo apertamente, è che l'Italia è un vero casino in tutti. Fanno gli allarmisti così per sport...perché ormai fa tendenza, senza capire e conoscere la realtà sanitaria. Soprattutto la presa in giro di un governo che apre agli africani, anche malati, e chiude agli italiani, anche sani.

fabioerre64

Ven, 07/08/2020 - 14:31

Non serve essere un medico per capire che quello che dice Bassetti corrisponde all'attuale situazione italiana ma probabilmente anche europea, emblematico il caso dell'azienda agricola del mantovano di un paio di giorni fa con 97 positivi che hanno fatto schizzare i contagiati della Lombardia ad una cifra doppia rispetto al giorno prima e quelli italiani a circa 400 nuovi, peccato che poi si viene a sapere che su 97 positivi 3 hanno sintomi lievi e 94 sono asintomatici. Praticamente 3 con il raffreddore e 94 sani, pertanto se anche questi 97 dovessero contagiare altri si tratterebbe sempre di nuovi positivi asintomatici o con lievi sintomi, questo perché la carica virale del covid attualmente è bassa, quindi di cosa parliamo?

agosvac

Ven, 07/08/2020 - 14:33

In effetti mi è sempre sembrato alquanto strano considerare 37,5 una temperatura corporea a rischio, visto che è tipica di una leggera influenza o di un forte raffreddore. Potrei capire 38 o 38,5! Giustissimo che Bassetti inviti ad una maggiore attenzione e controllo per chi arriva coi barconi, i barchini, le navi ong o anche privatamente da zone a rischio come i Balcani.

nerinaneri

Ven, 07/08/2020 - 14:42

...bulgaria, romania, albania e compagnia bella...a settembre, al rientro dai loro paesi e senza controllo, altro che indice 1,...

buonaparte

Ven, 07/08/2020 - 14:44

lo scrivo da mesi. i test devono essere obbligatori e non facoltativi. ma la sinistra al governo non vuole fare i test a chi viene dall'estero perchè si vede come sono stati gli stranieri ad infettare la lombardia dove vivono 4 milioni di stranieri nella piu assoluta promiscuità e fregandosi di ogni regola. loro che fanno le badanti e colf hanno portato il virus nelle case dei nostri anziani poi morti. sveglia. i comuni piu colpiti sono quelli con piu stranieri e quelli che guarda caso hanno tutti sindaci pd . sala gori e brescia - piu stranieri -sindaci pd e contagi e morti. verificate..

bernardo47

Ven, 07/08/2020 - 14:45

Infatti non sono malati, sono solo ammalati infetti e infettanti......suvvia,.,,..,siamo seri primario...,,

bernardo47

Ven, 07/08/2020 - 14:46

Infatti, i morti a migliaia e migliaia,sono morti per un colpo di aria.,,..,basta cialtronerie insufflate dalla politica......

Junger

Ven, 07/08/2020 - 15:00

Bassetti è tra i più qualificati esperti in Italia e dice cose inattaccabili sotto il profilo scientifico. Purtroppo le decisioni vengono prese da un avvocato che scopriamo oggi disattende le prescrizioni dei suoi stessi esperti. Gli viene consigliata una strategia regionale in quanto al centro sud il rischio è molto basso. Decide unilateralmente di chiudere tutto. Il risultato è che a Luglio abbiamo ancora 12,5 milioni di cassaintegrati.

fabioerre64

Ven, 07/08/2020 - 15:11

x bernardo47, capisco che non ci arrivi ma è semplice... Bassetti sta parlando della situazione attuale, cosa c'entrano i morti di marzo e aprile?! Lui è dottore, professore e primario di uno degli ospedali più importanti d'Italia, Lei invece cosa fa nella vita?

Lorenzi

Ven, 07/08/2020 - 15:13

bernardo47: su questi argomenti io taccio dando l'impressione di essere scemo piuttosto che parlare e togliere ogni dubbio !

machimo

Ven, 07/08/2020 - 15:18

Casi in crescita? Chiaro, del africa stanno venendo clandestini infetti e il governo li accoglie a braccia aperte. Grazie mattarella

ulio1974

Ven, 07/08/2020 - 15:42

posso dire la mia? tutta colpa della merkel.

Lugar

Ven, 07/08/2020 - 15:55

Grazie Bassetti, grazie Zangrillo per il vostro messaggio che ho capito benissimo.

Ritratto di ateius

ateius

Ven, 07/08/2020 - 16:30

ma non si può mica controllare gli stranieri. soprattutto quelli che arrivano a centinaia sui barconi.- bisogna corrergli incontro.. offrire loro abbracci assistenza ed aperitivi.- suvvia.. zingaretti...dillo al popolo italiano come si deve comportare coi barconi che arrivano.- non sia mai che si pensi che gli Italiani son razzisti.-

silvano.donati@...

Ven, 07/08/2020 - 17:03

poche balle !! non vogliamo immigrati di questi tempi perche'non c'e' LAVORO e non vogliamo i loro VIRUS !!!

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Ven, 07/08/2020 - 19:36

fabioerre64 14:31...concordo con lei!Sono stato pochi giorni fa a Chiasso-Svizzera....Per strada nessuno che usi la mascherina...ai bar seduti a chiaccherare "normalmente" assembrati...negli uffici "nessuna mascherina"....Gli Svizzeri sono MATTI?.....E l'economia non ha subito danni,se non quelli indotti dagli "altri Paesi" dove è stato innescato il TERRORE(vedi Italia)!!!