Berlusconi ricoverato, Zangrillo: "Risposta ottimale alle terapie"

Il professor Zangrillo nel suo quotidiano bollettino sulle condizioni di salute di Berlusconi conferma l'ottima risposta dell'ex premier alle terapie

Berlusconi ricoverato, Zangrillo: "Risposta ottimale alle terapie"

La risposta alle terapie è ottimale. Ancora buone notizie sulla saluta di Silvio Berlusconi. Dopo quasi una settimana dal suo ingresso all'ospedale San Raffaele per il contagio da Covid, il leader di Forza Italia sta rispondendo in modo forte alle terapie. Ed è stato il professor Zangrillo a confermare il quadro clinico: "Ad una settimana dal ricovero" dell'ex premier Silvio Berlusconi "per la cura di polmonite bilaterale Sars-CoV-2 relata, si osserva una risposta ottimale alle terapie in atto". Il bollettino di oggi di fatto conferma nella sostanza quello di ieri. Il professor Zangrillo aveva rassicurato sulle condizioni dell'ex premier: "L’evoluzione clinica dell’infezione polmonare si conferma favorevole. Tutti i parametri monitorati presentano valori molto confortanti".

E in questi giorni il Cavaliere ha fatto sentire la sua voce a testimoniare il suo grande impegno per la campagna elettorale azzurra in vista del voto per le Regionali del prossimo 20 e 21 settembre. Una data chiave che potrebbe avere conseguenze pesanti sulla tenuta del governo giallorosso. Il leader di Forza Italia è intervenuto ieri nel corso della riunione dei parlamentari di Forza Italia con un vero e proprio invito al voto: "Platone disse, rivolgendosi agli ateniesi, che chi loro non fosse andato a votare per scegliere i governanti di Atene, avrebbe meritato un governo di pericolosi incapaci. Si deve andare a votare. Assolutamente. Si deve scegliere chi guiderà il paese nell’interesse degli italiani, dei loro figli, dei loro nipoti e, in queste regionali, si deve scegliere chi guiderà le regioni. Questo è il messaggio più importante. E occorre dire a tutti i nostri concittadini che devono andare a votare per noi, perché rappresentiamo un partito superiore culturalmente e politicamente, con un bagaglio di valori che nessuno ha".

Un messaggio politico forte che ha fatto sentire la vicinanza del Cavaliere al partito che si appresta a combattere la "battaglia" delle Regionali. Infine, sempre sul fronte clinico, ieri sera è intervenuto il professor Clementi, ordinario di Microbiologia e Virologia all'università Vita-Salute San Raffaele di Milano, direttore del Laboratorio di Microbiologia e Virologia dell'Irccs ospedale San Raffaele, che all'Adnkronos ha parlato dell'umore dell'ex premier: "Ho sentito Silvio Berlusconi ieri pomeriggio e l'ho sentito molto bene, l'umore migliora. Abbiamo dato spazio al trattamento con remdesivir e devo dire che ci sta dando soddisfazione". Il quadro clinico complessivo dunque volge al meglio. Berlusconi resterà in ospedale per qualche altro giorno monitorato dallo staff medico che lo sta seguendo.