Spostamenti, negozi, ristoranti Ecco cosa accadrà fra 7 giorni

Lombardia e Piemonte in una settimana usciranno dalla zona rossa. Allentamento delle misure dal 3 dicembre. Preoccupano ancora Val d’Aosta, Calabria e Puglia

Ancora un paio di settimane e dovremmo assistere a un allentamento delle norme contenitive grazie all’arrivo di un nuovo Dpcm in vista del Natale. Per il 3 dicembre quasi tutta l’Italia, secondo quanto pensato da governo e Regioni, dovrebbe essere gialla o al massimo arancione. Quindi, ancora 15 giorni di restrizioni e poi potremmo tirare il fiato. A patto che la curva epidemiologica scenda e le strutture sanitarie riescano a tenere.

Allentamenti in vista del Natale

Ma quali potrebbero essere gli allentamenti che ci aspettano? Intanto vi sarebbero novità per i negozi, l’orario di apertura verrebbe prolungato, i centri commerciali verrebbero riaperti nei fine settimana e così anche bar e ristoranti di sera, anche nelle regioni ancora arancioni, con inizio del coprifuoco alle 24. Dopodiché inizierebbe il periodo che ci separa dal Natale, ovvero quello compreso tra il 17 e il 24 dicembre.

Qui, come riportato dal Corriere, si dovrà andare a decidere se vi è la possibilità di continuare con misure meno rigide o se tornare a nuove chiusure. Tutto dipenderà dal monitoraggio settimanale. Palazzo Chigi intanto ha messo le mani avanti spiegando che in questo momento non è possibile fare previsioni e che “il sistema di divisione per fasce non sarà modificato”. Comunque, se non vi saranno sorprese, la strada dovrebbe essere quella.

Lasso di tempo per decidere

Il ministro della Salute Roberto Speranza ha firmato nella giornata di ieri un’ordinanza che proroga per altre due settimane la zona rossa di Lombardia, Piemonte, Calabria e Valle d’Aosta. Le prime due in teoria sarebbero già arancioni, secondo gli ultimi dati registrati. Secondo quanto disposto però deve esserci un periodo di tempo che possa confermare il dato positivo prima di poter cambiare colore. La data è il 27 novembre. La settimana dopo, quando sarà il momento per il governo di pensare a nuove norme e a un altro Dpcm, queste regioni potrebbero cambiare fascia, arrivando magari anche alla gialla. Lo stesso non avverrà quasi certamente per Calabria e Valle d’Aosta, ritenute ancora ad alto rischio.

Tra coloro che sono sospesi troviamo la Puglia e la Sicilia. Lo scorso 13 novembre sono diventate rosse la Campania e la Toscana, che dovranno ora aspettare il 3 dicembre per sapere cosa accadrà loro. Lo stesso giorno sapranno il loro destino anche Emilia-Romagna e Marche che forse torneranno a essere gialle. Il giorno prima toccherà alla Liguria che al momento è arancione, dopo il cambio di fascia avvenuto l’11 novembre.

Rischio moderato ma controllate a vista sono Friuli-Venezia Giulia, Molise e Veneto. Le prime due arancioni e la terza gialla. Queste tre “sono classificate con un rischio moderato ma con probabilità alta di progredire a rischio alto nel prossimo mese”. L’Abruzzo da domani entrerà invece in zona rossa. Bene il Lazio che, proprio per evitare un peggioramento ha deciso che “nessuna attività commerciale al dettaglio e all’ingrosso può nei giorni feriali, festivi e prefestivi, proseguire la vendita al pubblico con accesso ai locali oltre le ore 21”. Grandi magazzini e mercati chiusi nel fine settimana. Se il livello di pericolosità non si abbasserà, difficilmente nel nuovo Dpcm ci saranno allentamenti. Nel senso che, le regioni rosse non vedranno probabilmente la riapertura di bar e ristoranti, né la possibilità di spostamenti senza restrizioni all’interno dei confini regionali. Nelle altre fasce invece, proprio in vista del Natale, verrà consentito lo shopping e una maggiore libertà di movimento.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di Gabriele184

Gabriele184

Sab, 21/11/2020 - 10:08

Conte sta distruggendo l'Italia. Alla mia salute ci penso io, non ho bisogno degli incompetenti al governo. Basta restrizioni, e CONTE A CASA!!!

manson

Sab, 21/11/2020 - 10:10

Ma si un’altra bella movida stile agosto con tutti che chiuderanno gli occhi. Ovviamente scuole chiuse perché chissene l’importante è accontentare botteghe ristoranti bar e pub. Che paese di buffoni

xgerico

Sab, 21/11/2020 - 10:45

@manson-Sab, 21/11/2020 - 10:10- E lasciali sfogare vedrai che prima o poi gli passa la voglia!

xgerico

Sab, 21/11/2020 - 10:47

@Gabriele184-Sab, 21/11/2020 - 10:08- D'accordo Gabriele, però in caso di tua necessità non pretendere di avere un posto letto! Ok?

edoardo11

Sab, 21/11/2020 - 11:09

„Dopo la guerra dominava il sentimento della rinascita, della speranza: tutto il male era finito, si poteva ricominciare. Adesso, non so se quest'ombra che si allunga sull'Italia preveda una resurrezione. Dopo la guerra, si aveva il sentimento d'aver patito sciagure immeritate ma che facevano parte della Storia, che rendevano partecipi della Storia: non era certo un conforto, ma alle sofferenze dava un senso, un riscatto. Adesso questo manca del tutto: c'è soltanto il sentimento d'un buio in cui stiamo sprofondando.“ (federico fellini)

fabioerre64

Sab, 21/11/2020 - 11:13

@manson, @xgerico, ma si dai restiamo chiusi in casa sino a Pasqua tanto si sta tanto bene d'inverno in casa e chissenefrega di bar, ristoranti e tutto il resto, ci pensa Pinocchio con i ristori! Ma dove vivete?! E soprattutto cosa fate nella vita?

ANPOWER

Sab, 21/11/2020 - 11:15

@Manson ha ragione! In estate liberi tutti per accontentare discoteche e spiagge con i risultati sotto gli occhi di tutti! A Natale liberi tutti sobrio !! e Gennaio sarà una tragedia! a Pasqua per chi sarà vivo altra tiritera e via così! La verità è che in Italia comanda industria e finanza che lascia ai politici, ovvero ai più incompetenti che altro non potrrebbero fare, l'idea di comandare mentre invece sono comandati a bacchetta proprio da loro che però sono più intelligenti e non si espongono mai!! Auguroni!!

bernardo47

Sab, 21/11/2020 - 11:31

Serve grande cautela..... non facciamo gli sciocchi al governo!

agosvac

Sab, 21/11/2020 - 11:40

Tutti questi dcpm non serviranno a niente: le pandemie devono arrivare al loro termine naturale, nessuno le può dirigere. Con tutto l'uso che si fa di mascherine , distanziamenti e lavaggi di mani( come mai non hanno mai invitato a lavare anche i piedi???), i contagi restano più o meno gli stessi anche perché l'uso dei tamponi serve solo a scoprire nuovi positivi non nuovi contagiati visto che i positivi potrebbero esserlo anche da mesi se asintomatici.

steluc

Sab, 21/11/2020 - 11:55

Apri chiudi, chiudi apri, strega comanda color, coprifuoco alle 18 20 21 22, ,indennizzi a 600€ al mese, prestiti per pagare le tasse, passaporto interno. ....se questo è un governo Fra sette gg saremo dove siamo ora, non fate l’onda.

ElMayal

Sab, 21/11/2020 - 12:09

@fabioerre64 lasciali stare, sono dei rintanati in casa (non scappati di casa) che passano il tempo a trollare e a prendere i soldi col reddito di cittadinanza

aleppiu

Sab, 21/11/2020 - 12:29

fabioerre64 io non sono stato citato ma vivo iln lombardia, nella zona di brescia ho visto cosa e' successo quest'inverno e cosa ancora sta' succedendo, penso sia meglio passare un natale in casa e cercare di contenere al piu' possibile i contagi e le morti, anche dei nostri anziani. Ma lei sicuramente mi pare sia in linea con toti meglio fare aprire le attivita' e chi se ne frega dei pensionati che non portano reddito! Questa situazione e' una cosa globale non la sta' vivendo solo l'italia, sicuramente ci sara' da soffrire, ma per certi commercianti un po' di crisi va bene, e parlo di chi faceva pagare cappuccini o paste a prezzi assurdi per fregare i turisti, parlo di chi fa nero e dichiara 100 e ora dice di aver perso 1000.....Questa e' la realta' italiana, quando hanno le tasche piene cercano di evadere il fisco e mettono via i milioni, quando le hanno vuote piangono miseria

jaguar

Sab, 21/11/2020 - 12:57

manson, se è vero che in estate il virus era morto la movida di agosto non c'entra nulla. Evidentemente il Covid era vivo e vegeto anche con 40 gradi, cioè il contrario di ciò che asserivano gli"esperti".

Darth

Sab, 21/11/2020 - 13:07

Da marzo dicevano che ci sarebbe stata una seconda ondata a ottobre-novembre, poi quando è arrivata han detto che è stato per le aperture estive... Ora dicono già che ci sarà una terza ondata a febbraio, e son pronti a dar la colpa alle aperture di Natale. Questo è il lato ridicolo: il lato tragico è che c'è anche qualcuno che gli crede...

xgerico

Sab, 21/11/2020 - 13:18

@fabioerre64-Sab, 21/11/2020 - 11:13- Sappi che se vuoi uscire di casa a gozzovigliare non devi chiedere il permesso a me! per quanto riguarda la mia persona come già scritto giorni fa e mia intenzione farmi ancora qualche (non tanti) giro di calendari!

xgerico

Sab, 21/11/2020 - 13:24

@agosvac-Sab, 21/11/2020 - 11:40- Vedi in parte ti do ragione, ma le pandemie in gran parte le devi controllare, altrimenti se si decidesse l'immunità di gregge e si quintuplicano i positivi cosa succederebbe? A te la risposta

manson

Sab, 21/11/2020 - 13:44

Inghilterra Francia Germania stanno facendo il lockdown come noi ma le scuole sono aperte. In Germania molti meno morti perché il positivo viene preso in carico subito. Se abbiamo un servizio sanitario da quarto mondo che lascia morire la gente in casa di Covid di infarto cancro e ictus e che non è stato capace di organizzare scuola e trasporto pubblico in un paese del genere ricordatevi che siamo abbandonati a noi stessi

fabio_

Sab, 21/11/2020 - 15:19

A prescindere dal numero di positivi al tampone (le cui evidenze di inattendibilità, peraltro, stanno divenendo palesi) è quanti di questi avranno bisogno di ospedalizzazione che rendono critica la situazione. Ora, quest'ultima dipende dalla fragilità dell'individuo, da quanto l'effetto "nocebo" induce le persone a richiederla senza vera necessità e da quanto il sistema è in grado di prevenirla con la gestione sul territorio. Le misure di Conte rendono gli individui più fragili, incrementano l'effetto nocebo e non incidono minimamente sulla cura extraospedaliera. Si crea così un circolo vizioso: i virus (e altri microrganismi) uccidono gli individui più fragili, ma il Governo rende più fragili i restanti per l'ondata successiva.. e così via.

agosvac

Sab, 21/11/2020 - 16:09

Egregio xgerico, succederebbe solo che la pandemia finirebbe prima. La storia dice che nessuna pandemia dura fino a distruggere ed ammazzare tutti, sennò l'uomo si sarebbe già estinto. Come inizia, così finisce. Nessuna vera pandemia è cessata per intervento curativo degli uomini. La spagnola, forse la più mortale che si conosca, è cessata da sola lasciando 50 milioni di morti. Più recentemente "sars" e "mers" sono cessate da sole con molti meno morti, solo per fortuna perché nessuno ha trovato una cura o un vaccino. L'unica cosa che si può fare per il coronavirus è usare le medicine già sperimentate e, qualora lo si trovasse, un vaccino valido e senza controindicazioni anche se gli stessi virologi sostengono che pure col vaccino durerebbe ancora per molto tempo.

Ritratto di giangol

giangol

Sab, 21/11/2020 - 17:25

I porti italiani unici a essere sempre verdi ai finti naufraghi che scappano da finte guerre

stefano.f

Sab, 21/11/2020 - 17:39

Le mascherine servono a poco o a nulla.Per il 90 % vengono indossate per evitarsi la multa.Dall'altra parte certo non invogliano ad uscire.

baio57

Sab, 21/11/2020 - 17:52

Vi siete goduti la movida da Briatore TRE MESI FA ? Ecco questi sono i risultati ,il Coviddi è rimasto in naftalina fino a ricomparire a fine ottobre ed a nulla sono valsi gli sforzi e le eccezionali misure del governo, monopattini, banchi autoscontro e sentinelle sociali da pianerottolo...

Ritratto di Gabriele184

Gabriele184

Dom, 22/11/2020 - 13:01

xgerico: stia tranquillo: mi prendo le mie precauzioni, quelle NECESSARIE, non quelle idiote propinate dal governo, non ho bisogno di alcun vaccino, e se dovesse andarmi male, potrò sempre dire di aver vissuto come voglio, non come mi viene imposto da un branco di incapaci!