Coronavirus, scontro sullo sbarco dei passeggeri a Civitavecchia

Dalla capitaneria arriva il via libero allo sbarco di oltre mille passeggeri, ma il sindaco ferma tutto: "Devo tutelare la salute dei miei concittadini"

Coronavirus, scontro sullo sbarco dei passeggeri a Civitavecchia

"Ho saputo che il ministero sta valutando la possibilità che i passeggeri scendano dalla nave. Io ho motivo di preoccuparmi e non solo ho chiesto di aspettare ma ho anche messo per iscritto che questa situazione doveva essere fermata in attesa del responso delle analisi dei medici. La mia preoccupazione l'ho anche esposta al ministro, con il quale ho avuto modo di parlare". Lo ha dichiarato i sindaco di Civitavecchia, Ernesto Tedesco. Da questa mattina, la Costa Smeralda, nave da crociera della Costa Crociere, è bloccata nel porto della città con a bordo due casi sospetti di coronavirus.

Ieri sera una donna di 54 anni proveniente da Macao ha iniziato ad accusare febbre alta e problemi respiratori e si è recata all'ospedale di bordo. Subito è stata messa in isolamento insieme al compagno che per il momento non sembra presentare sintomi. Così sono state attivate tutte le procedure sanitarie e gli oltre 6mila passeggeri sono stati bloccati sulla nave in attesa degli esiti dei controlli. Dopo diverse ore di attesa, le autorità sanitarie hanno autorizzato lo sbarco di 1143 passeggeri. Una notizia che ha mandato su tutte le furie il primo cittadino.

"Abbiamo appena avuto il via libera allo sbarco delle 1.140 persone sulla Costa Smeralda che hanno concluso la loro crociera", aveva spiegato nel primo pomeriggio il comandante del porto di Civitavecchia, Vincenzo Leone. "Ma siete pazzi? - aveva tuonato il sindaco come riporta Repubblica - Chi ha dato l'ordine di sbarco? Vi porto tutti in procura. Se fate scendere qualuno lo fate a vostro rischio. Si attende ancora l'esito delle analisi su un paziente che sta effettuando l'ospedale Spallanzani", ha comunicato poi il sindaco Tedesco. "Devo tutelare la salute dei miei concittadini".

Pochi minuti dopo sono arrivati gli esiti dei primi test sui due cittadini cinesi in isolamento: le analisi escluderebbero la presenza di coronavirus. "Sono venuto qui in porto allarmato da questa situazione che mi dicano sia rientrata - ha quindi dichiarato il primo cittadino Tedesco -. Sono speranzoso che tutto si possa risolvere al meglio ma ho il dovere di accertarmi. Posso comprendere l'insofferenza dei passeggeri ma ho il dovere di tutelare i miei cittadini. Pare che le prime analisi diano esito negativo? Se è così è una bella notizia", ha concluso il sindaco. Intanto i passeggeri restano in attesa.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti