Dieci anni fa l'omicidio di Meredith Kercher

La sorella di Meredith: "Dieci anni fa, oggi, le nostre vite sono cambiate per sempre"

"È difficile darsi pace non sapendo esattamente cosa successe quella sera", ha affermato Stephanie Kercher, a dieci anni dalla morte della sorella Meredith. "Dieci anni fa, oggi, le nostre vite sono cambiate per sempre. Il nostro mondo è stato distrutto da ciò che si potrebbe definire come 'un'altra notizia di cronaca', ha aggiunto la donna, che si è definita "delusa dal sistema giuridico italiano in quanto si è contraddetto più volte nelle sue decisioni e no ha cercato nuove piste investigative.

L'omicido a Perugia

Meredith Kercher, di Londra, aveva 22 anni quando è stata uccisa. Era arrivata a Perugia con i programma Erasmus circa un mese prima dell'omicido. La ragazza viveva con Amanda Knox, di Seattle. La Know è stata assolta in via definitiva in primo grado e nell'appello bis dopo la condanna per omicidio. Mentre Patrick Lumumba, il congolese di 44 anni coinvolto nella vicenda, è stato prosciolto dopo due settimane di carcere. Anche l'ex fidanzato di Amanda, Raffaele Sollecito, è stato assolto dalla Cassazione. L'unico condannato è stato infine Rudy Guede, l'ivoriano di 27 anni caturato in Germania dov'era fuggito. Dovrà scontare 16 anni in carcere.

"Dieci anni fa la mia amica veniva violentata e assassinata da un ladro mentre era a casa da sola nell'appartamento che abbiamo condiviso a Perugia, in Italia". È l'inizio di una lettera-ricordo scritta da Amanda Knox e affidata alle pagine di Westside Seattle. "Sono passati dieci anni, eppure niente sembra cambiato. A quest'ora ero felice e spensierato; ad una settimana dalla laurea...Progettavo di studiare game development in Irlanda, invece, dopo qualche giorno mi accusarono di un omicidio che neppure sognerei mai", ha scritto Raffaele Sollecito su Twitter.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

Divoll

Mer, 01/11/2017 - 22:41

Ho sempre creduto alla loro colpevolezza e lo credo tutt'ora.

19gig50

Gio, 02/11/2017 - 00:19

Le manca? cosa vorrebbe farlo di nuovo?