Fine settimana record: caldo, ozono oltre i limiti e traffico

Il secondo fine settimana di esodo estivo si annuncia da bollino nero

Caldo soffocante, temperature da record e traffico in tilt: il fine settimana si annuncia all'insegna della calura estiva, che potrebbe superare i livelli più alti degli ultimi anni, e delle code autostradali.

Secondo il bollettino pubblicato dal ministero della Salute, saranno 11 le città italiane da bollino rosso, il livello più alto, riguardante le ondate di calore: Bologna, Bolzano, Brescia, Firenze, Genova, Milano, Perugia, Torino, Trieste, Venezia, Verona e Viterbo. Ma il caldo soffocante non interessa solo l'Italia. Tutta l'Europa è stata colpita dall'alta pressione africana, che ha portato la penisola iberica a raggiungere i 45 gradi. Sembra che l'afa di questa settimana, definita dagli esperti come la più calda dell'estate, non sia stata sufficiente. È possibile, infatti, che nei prossimi giorni si arrivi a battere il record europeo, detenuto dal 1977 da Atene, che aveva registrato 48 gradi.

Ma non è solo il caldo a mettere in crisi i cittadini e italiani. Infatti, in Pianura padana, i livelli di ozono registrati hanno superato di 120 microgrammi a metro cubo di aria i limiti previsti dalla legge. La scarsità di correnti d'aria e le elevate concentrazioni di inquinamento hanno creato un'enorme produzione di ozono, dannoso per la respirazione. Inoltre, nel secondo fine settimana di esodo estivo, sarà in aumento anche il traffico: venerdì è prevista una giornata da bollino rosso, mentre sabato da bollino nero.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.