Gabriel Garko nei guai per la sua ex: ​"Ha incassato da lei 150mila euro in nero"

L'attore non è indagato ma l'arresto di Ana Bettz, con la quale un anno fa Garko finse una relazione, lo ha messo nel mirino degli inquirenti. E spunta un'intercettazione su un sospetto pagamento in nero per uno spot pubblicitario

Gabriel Garko nei guai per la sua ex: ​"Ha incassato da lei 150mila euro in nero"

L'arresto di Anna Bettozzi, imprenditrice, cantante e ballerina meglio conosciuta come Ana Bettz, sta suscitando clamore negli ambienti romani. La donna è stata arrestata nell'ambito dell'operazione "Petrolmafie Spa" con l'accusa di associazione a delinquere per false fatturazioni, dichiarazioni fraudolente, riciclaggio e corruzione. Un vasto giro di affari illecito aggravato dall'associazione mafiosa per il coinvolgimento di alcuni clan tra i quali quello dei Casalesi. A fare notizia però è anche il coinvolgimento nell'inchiesta di un nome eclatante, quello di Gabriel Garko, che un anno fa, prima del lockdown, ebbe una relazione con l'imprenditrice e da lei avrebbe percepito un compenso "in nero" ora al vaglio degli inquirenti.

L'attore al momento non è indagato, ma un'intercettazione del 2019 lo mette in stretta relazione con gli affari di Ana Bettz per un presunto pagamento in nero. E ora il giudice delle indagini preliminari di Roma sta vagliando la sua posizione.

L'imprenditrice, vedova del petroliere Sergio Di Cesare, è finita in carcere insieme ad altre settanta persone ed è accusata, tra le altre cose, di aver partecipato ad una maxi evasione fiscale da oltre 185 milioni di euro. A far finire il nome di Gabriel Garko sul tavolo delle indagini è stata la relazione che l'attore ha avuto con Ana Bettz lo scorso anno prima del lockdown. La coppia finì su tutti i giornali scandalistici per un bacio immortalato dai paparazzi, mentre i due uscivano da un noto ristorante romano dopo aver trascorso una serata insieme. "Lo amo incondizionatamente", dichiarò all'epoca Ana in un'intervista rilasciata a Novella 2000, facendo capire che tra i due c'era una relazione. Una storia in realtà mai esistita visto il coming out fatto da Gabriel Garko all'ultimo Grande Fratello Vip e le rivelazioni fatte da lui sulle finte relazioni inscenate negli anni per nascondere la sua omosessualità.

Gabriel Garko e Ana Bettz, la finta relazione e le intercettazioni

Gabriel Garko e Anna Bettozzi erano legati anche professionalmente. L'attore avrebbe dovuto infatti girare uno spot pubblicitario per l'azienda Made Petrol Italia, oggi al centro delle indagini. Ma il video, nel quale Garko e Ana avrebbero dovuto interpretare due agenti segreti, non è mai stato girato a causa dello scoppio della pandemia. Per quel lavoro l'attore romano avrebbe dovuto incassare un'ingente somma oggi finita nel mirino degli inquirenti.

Il pagamento da 150mila euro ricevuto dall'attore per conto della Bettozzi è diventato un capo di imputazione per l'imprenditrice e altri arrestati: autoriciclaggio aggravato dal favoreggiamento di un'organizzazione di stampo mafioso. Come riporta l'Adnkronos, la somma sarebbe stata consegnata, infatti, in contanti all'attore e sarebbe frutto di guadagni illeciti tra riciclaggio e frodi fiscali. Un'intercettazione telefonica del 28 febbraio 2019 - finita tra gli atti dell'inchiesta - mette in mezzo Gabriel Garko. L'attore nelle registrazioni si lamenta con l'imprenditrice sui termini dell'accordo diverso da quello pattuito in precedenza: "Si era parlato del contratto in un certo modo…poi a me è arrivato un contratto fatto in un altro…Doveva essere da cento. Cento in nero, cento fatturati. Sul contratto, va messo il fatturato". Ottenendo le rassicurazioni della Bettozzi: "Abbiamo detto che dopo strappiamo tutto, quel contratto lo strappo. Scusa noi abbiamo stabilito 250….50 te li ho già dati e rimangono 200…".

Al momento Gabriel Garko non ha rilasciato alcuna dichiarazione e nelle prossime ore incontrerà il suo avvocato. Lo stesso che lo sta seguendo nell'altra inchiesta che lo vede protagonista - l'Ares Gate - sulla presunta istigazione al suicidio di Teodosio Losito.

Commenti