Il piano segreto per le chiusure. Dove si rischia la serrata Covid

Nelle ultime 24 ore 2.499 e 23 vittime. Il governo vorrebbe tenere aperte le fabbriche e le scuole, il resto è in forse. Ancora sul tavolo l’ipotesi di adottare in tutta Italia l’uso di mascherina anche all’aperto

Ristoranti e bar sono i primi a rischiare una nuova chiusura. I dati registrati ieri, che portano a quota 2.499 i nuovi positivi, leggermente meno rispetto a quelli pervenuti giovedì, stanno portando il governo a prendere seriamente in considerazione l’idea di prorogare lo stato d’emergenza fino al 31 gennaio. Nonché l’ipotesi di rendere obbligatorio l’uso della mascherina anche all’aperto su tutto il territorio nazionale. Per il momento la norma è stata adottata in Campania, nel Lazio e in alcune città del Nord. Palazzo Chigi ha precisato che la decisione verrà presa solo in seguito a un confronto con le Regioni. Sono due i principi tenuti in considerazione dal governo per cercare di evitare una seconda ondata: la massima precauzione ed eventuali misure proporzionate alla curva dei contagi.

Scuole e fabbriche aperte

Secondo quanto riportato nell’ultimo report settimanale del ministero della Salute e dell’Iss, che va dal 21 al 27 settembre, sono nove le settimane consecutive di aumento dei casi positivi al coronavirus. Nel monitoraggio è stato anche sottolineato il rischio di un rapido peggioramento. L’obiettivo primario del governo sarebbe quello di mantenere il più possibile aperte le scuole, in quanto “la continuazione dell'anno scolastico è la principale trincea da difendere”.

Inoltre, il rischio assolutamente da evitare è quello di un altro lockdown nazionale, e quindi danni all’economia italiana già messa a dura prova negli scorsi mesi tra marzo e maggio. Un’altra chiusura di aziende e fabbriche è assolutamente da scongiurare. L’idea è quella di creare mini lockdown territoriali sulla base dei nuovi piccoli focolai che vengono intercettati giorno per giorno. A parte la quarantena in caso di positività o rischio di contagio, la popolazione non dovrebbe più rischiare di rimanere bloccata in casa senza poter uscire.

A rischiare sono ristoranti e bar

Importante evitare assembramenti che possano favorire la diffusione del virus, in caso di peggioramento, gli incontri verranno limitati a 6-10 persone insieme, non di più. Sempre nel caso la situazione peggiori, bar e ristoranti potrebbero dover chiudere alle dieci di sera, come stabilito in Francia. O addirittura, iniziare gradualmente le chiusure, partendo dai cinema, i teatri, le palestre. E proseguendo con centri estetici, parrucchieri, bar e ristoranti. Per ultimi gli esercizi commerciali. Probabile, in questo caso, che gli uffici debbano ricorrere allo smart-working obbligatorio. E anche funerali e matrimoni tornerebbero a essere a rischio. Per il momento comunque non sarebbe ancora stato preso in considerazione un nuovo blocco dei confini regionali. Ma tutto è ancora in forse, solo l’andamento dell’epidemia nelle prossime settimane porterà a scelte conseguenti. Solo a metà della prossima settimana si potrà avere un’idea dell’impatto che la riapertura delle scuole ha avuto sulla curva epidemica. Con l’arrivo della stagione autunnale il governo sta potenziando i letti nei reparti di terapia intensiva.

Una fonte di Palazzo chigi ha spiegato a Il Messaggero che “il rischio vero è la perdita di controllo sull'epidemia con l'impossibilità di continuare con il contact tracing”. E ha poi continuato, sottolineando che, con “oltre i 3.000-3.500 contagi al giorno, il sistema di contact tracing non reggerebbe. Sarebbe impossibile, come invece avviene adesso, individuare tutte le persone - in media una quarantina - entrate in contatto con chi risulta positivo al virus e fare i tamponi. L'apertura delle scuole ha comportato un aumento esponenziale dei controlli da parte degli uffici di prevenzione dei distretti sanitari. Per questo è essenziale scaricare l'app Immuni”. A questo proposito, dalla prossima settimana dovrebbe partire una campagna mediatica per portare la popolazione a scaricare l’app. Il premier Conte ha tenuto a precisare che la proroga dello stato d’emergenza non vuol dire un nuovo lockdown, e che il governo non sta abusando di pieni poteri. “Consente di mantenere in piedi la macchina della Protezione Civile, i poteri del Commissario straordinario Arcuri e dei soggetti attuatori, dei presidenti delle Regioni. Significa poter allestire o gestire alcune strutture, impiegare la rete del volontariato, reclutare le task force di personale medico” ha concluso Conte.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

cgf

Sab, 03/10/2020 - 11:16

In Italia si fanno mai più di 600mila tamponi alla settimana, in Francia è oltre un mese che superano costantemente il milione. Meno tamponi, meno contagiati trovi, il metodo Zaia è troppo costoso, noi aspettiamo il MES, in Germania hanno calato l'IVA.

bernardo47

Sab, 03/10/2020 - 11:36

Qualcuno ha visto i comportamenti delle persone nei bar e sopratutto nei ristoranti? Distanziamento? Altro che distanziamento, si vede raggruppamento! Ovunque! Purtroppo sono fonti di contagio possibile!

Giorgio5819

Sab, 03/10/2020 - 11:43

Indecisionismo imperante. Butto lì una sparata, vedo come reagisce la piazza ( di chi gli conviene ) e poi , forse, decido, sempre pronto a ripensarci...

Giorgio5819

Sab, 03/10/2020 - 11:47

Un grumo di incapaci aggrappato a un virus per giustificare le proprie squallide incapacità.

bernardo47

Sab, 03/10/2020 - 12:01

purtroppo bar e ristoranti.......

agosvac

Sab, 03/10/2020 - 12:19

Lo "stato di emergenza", unico in Europa, consente a Conte di fare quel che vuole. Ma fino a che punto????? Dove sta la differenza tra uno "stato di emergenza" così prolungato e una dittatura vera e propria????? Che differenza ci sarebbe tra il fascismo di Mussolini( anche lui era Primo Ministro) e lo "stato di emergenza" di Conte???

cecco61

Sab, 03/10/2020 - 12:22

Tutte balle per mantenere lo stato d'emergenza e nuovi lockdown e distruggere definitivamente l'economia italiana. Il numero dei contagi, se rapportato al numero dei tamponi effettuati, è ben al di sotto di molti picchi registrati negli ultimi tre mesi e malgrado la riapertura delle scuole (fonte LabSole24Ore). Con solo 50.000 tamponi, come in pieno lockdown, avremmo avuto un migliaio di contagi dei quali la maggior parte asintomatica mentre ad aprile tutti già in condizioni critiche e altamente contagiosi. Se potessero farebbero 500.000 tamponi al giorno, otterrebbero 10.000 positivi, Italia chiusa e definitivamente sepolta.

m.m.f

Sab, 03/10/2020 - 12:24

Scrivo alla redazione: io mi trovo in Francia,sud Francia molto vicino al italia. Quì i ristoranti i bar e i locali chiudono a notte inoltrata ,se mai alle 10 molti ristoranti iniziano il secondo turno.! Tanti Saluti, e buon natale...

mitmar

Sab, 03/10/2020 - 12:28

L'opposizione che se la fa addosso esattamente come negli anni 20 lasciando mano libera a questi comunistardi da osteria di impadronirsi del potere peggio che sotto Mussolini. Almeno lui pensava di costruire qualcosa. Questi solo di distruggere tutto per pagare gli statali che stanno a casa a sbandierare e cantare bellaciao.

Una-mattina-mi-...

Sab, 03/10/2020 - 12:44

THE COVID-SHOW MUST GO ON... SENZA LA COLOSSALE MONTATURA I BOIARDI PREZZOLATI DOVREBBERO DARE BEN ALTRE RISPOSTE A BEN ALTRI PROBLEMI...

manson

Sab, 03/10/2020 - 12:54

mmf infatti le terapie intensive francesi sono già piene.chiusure anticipate divieto di assembramenti multe pesanti e chiusura degli esercizi che non rispettano le regole. Divieto feste e visite nelle case e soprattutto controllo sui luoghi di lavoro

SandroGug

Sab, 03/10/2020 - 13:57

Che articolo... Senza idee e controproposte serie e concrete... sembra scitto da Salvini

m.m.f

Sab, 03/10/2020 - 14:00

MANSON : perfettamente inutile che lei scriva cose che non appartengono alla realtà. Come da mia precedente relativamente a feste e visite in casa nessun problema,ci sono e ci vivo,e quanto ai bar e ristoranti le do ampia concreta garanzia che i più ,soprattutto nel week end salle 22.00 iniziano il secondo turno. E ,aggiungo in banca fai la coda ma vai senza appuntamento.Quindi pensate ai problemi vostri ,avete già dato un bello spettacolo tra marzo e maggio scorso di cui non vantarsene. SEMPLICEMENTE IMPENSABILE CHE UN PAESE COME L'ITALIA SIA UNICO SU 27 A PROROGARE LO STATO DI EMERGENZA.CAPISCE CHE FA RIDERE?? TUTTI GLI ALTRI SONO MENO BRAVI E MENO CAPACI.. La saluto e le auguro "Buon Natale a Felice Anno Nuovo." p.s e mi auguro che non si rifaccia a quanto scrive la stampa li riguardo a qui...

m.m.f

Sab, 03/10/2020 - 14:02

...probabile che questa seconda ondata provocherà meno malati e meno decessi,certamente darà il colpo finale alla economia italiana.

Enne58

Sab, 03/10/2020 - 14:02

Piano segreto? Ma dai, chi ci crede che hanno un piano

Mr Blonde

Sab, 03/10/2020 - 14:11

AGOSVAC la differenza tra fascismo o comunismo e Conte più evidente é che io e lei posdiamo criticare insultare il premier senza finire come matteotti o in siberia.Non é poco. Quanto allo ststo di emergenza più va avanti più agevolazioni artivamo...fatevi furbi

Ritratto di illuso

illuso

Sab, 03/10/2020 - 14:16

Stamattina ero a Sottomarina a vedere in compagnia di centinaia di persone il Mose in azione. Fermata "l'acqua alta" su tutta la laguna veneta. Per oggi del Covib non me ne importa un cacchio, domani si vedrà.

maurizio-macold

Sab, 03/10/2020 - 15:02

@ M.M.F. Questo pseudo italiano emigrato in Francia sono giorni che si permette di scrivere cose insulse e palesi falsita' sul nostro paese. Invito tutti ad ignorarlo.

Sempreverde

Sab, 03/10/2020 - 15:16

Se chiudete le fabbriche siamo tutti condannati a finire male

Ritratto di veronika

veronika

Sab, 03/10/2020 - 16:03

ma perché consentire attività a rischio nelle scuole, come canto e ginnastica in palestra, oppure come i pre e doposcuola con alunni di classi differenti, dopo tutti gli sforzi di separare le classi, dagli accessi ae uscite, alla mensa... ???

agosvac

Sab, 03/10/2020 - 16:18

Egregio blonde quindi per lei il lockdown serve solo per avere più agevolazioni.

cir

Sab, 03/10/2020 - 16:24

m.m.f Sab, 03/10/2020 - 12:24 ; Beato te...Mangiati una buona entrecote Charolaise , ( me la sogno di notte ) sai quella con tutta la cartilagine di colore giallo attorno , con il nodo centrale gommoso , con una buona salsa Roquefort ..qui in italia sanno neanche cosa sia...

ilrompiballe

Sab, 03/10/2020 - 16:55

La popolazione italiana residente è di 60.317.000, il numero di positivi riscontati è intorno ai 2.500 non necessariamente ammalati. Considerato che ora ci sono cure efficienti, non vedo il motivo di buttare all'aria la vita economica e democratica della nazione, di per sè già in equilibrio precario.

ziobeppe1951

Sab, 03/10/2020 - 17:08

MAGOLD... veramente..quello che dovremo ignorare..sei proprio tu

ruggerobarretti

Sab, 03/10/2020 - 17:12

bernardo47: che tu sei psicotico non ci sono dubbi. Purtroppo per te l'esperimento del terrorismo mediatico ha funzionato alla grande. Come gia' detto: tutta l'estate centinaia di migliaia di persone di ogni eta', ripeto di ogni eta', si e' mescolata e lo ha fatto senza alcuna precauzione, che fosse all'aria aperta come al chiuso. Cosa ha prodotto tutto cio': centinaia di migliai, se non MILIONI di persone SANISSIME, qualche decina di raffredati e qualche sventurato ricoverato in t.i. per altre cause spacciato per covid. E pensa bernardo ora ti stai spaventando per deceduti annegati, penza nbo dicono a Terni!!!!

ruggerobarretti

Sab, 03/10/2020 - 17:18

Mr blonde: simpatico buontempone che sei!!!!

Lu_Ca

Sab, 03/10/2020 - 17:29

VA TUTTO BENE! Invito la redazione a verificare se quanto sto per scrivere corrisponde a verità. Con il bollettino di oggi da parte dell'OMS ho notato una cosa agghiacciante l'ITALIA è il primo paese al MONDO con rapporto deceduti positivi più ALTO, esattamente 11,23 seguito da Messico a 10,43. In Italia vi è un deceduto ogni 9 positivi, nei Paesi, cosidetti, del terzo mondo ci sono molto meno deceduti rispetto ai positivi. Questo denota che il sistema sanitario italiano non è in grado di salvare vite umane rispetto ad altri Paesi siano questi industrializzati o meno. Per me questa scoperta è assurda e spaventosa

m.m.f

Sab, 03/10/2020 - 17:46

maurizio-macold Scrivo quello che è,ma posso capire che le dia fastidio...si sposti anche lei.Cosa aspetta? Non le parre inopportuno rimanere li e criticare e commentare tutto il tempo? Troppo comodo.O non comprensibile.Uno che decide di rimanere quanto meno sta zitto.Una sua scelta. Le garantisco che spostarsi è più facile e veloce a farsi che a dirsi.Non se ne pentirà .Ne sono assolutamente certo. Mica da retta a quello che scrivono qui mi auguro...

Ritratto di Dragon_Lord

Dragon_Lord

Sab, 03/10/2020 - 17:55

CHIUDETE TUTTA ED ANDATE IN UNGHERIA PRAGA, ROMANIA INGHILTERRA, ITALIA E' MORTA

Ritratto di Carlo_Rovelli

Carlo_Rovelli

Sab, 03/10/2020 - 17:59

@Lu_Ca: non chiamerei il Messico un paese del terzo mondo. Piuttosto questo nostro paese invaso da migranti e popolato da furbetti lo è e a breve saremo noi ufficialmente un paese in via di sviluppo.

Fjr

Dom, 04/10/2020 - 10:15

Me blonde lo vada a dire ai commercianti che è un vantaggio restare chiusi dopo però non si aspetti complimenti

Ritratto di abraxasso

abraxasso

Dom, 04/10/2020 - 12:42

Se per decisioni veloci bisogna tenere in piedi uno stato di emergenza, siamo messi male. Dobbiamo concludere che se non ci fosse l’emergenza non si farebbero nemmeno le cose più ovvie? Sarà per questo che gli argini cedono e i ponti crollano? Lo sanno, argini e ponti, che siamo in emergenza?

Ritratto di stamicchia

stamicchia

Dom, 04/10/2020 - 15:04

Quando si va in giro e non si indossa la mascherina o, peggio, si lasciano scoperti naso e bocca, di fatto si sta esprimendo un voto di consenso in favore dell'attuale governo, che in questa maniera continuerà a legiferare con decreti di emergenza. Uno di destra che non indossa la mascherina di fatto prolunga la vita al governo Conte. Sempliciotti!