I viaggi sono pil non dimentichiamolo

"Consiglio di aspettare a prenotare le vacanze estive. Per luglio e agosto attualmente nessuno può fare previsioni affidabili". Con queste poche parole Ursula von der Leyen, presidente della Commissione europea, a torto o ragione, ha dato ieri un'altra bella mazzata all'Italia

«Consiglio di aspettare a prenotare le vacanze estive. Per luglio e agosto attualmente nessuno può fare previsioni affidabili». Con queste poche parole Ursula von der Leyen, presidente della Commissione europea, a torto o ragione, ha dato ieri un'altra bella mazzata all'Italia, il cui Pil è sostenuto nella ragguardevole proporzione del 13% dall'industria del turismo, in particolare quello estivo.

Tutti noi siamo abituati a pensare alle vacanze estive come a un fatto personale, a un diritto accessorio marginale e, quindi, facilmente rinunciabile. «La gente muore e tu pensi alle vacanze» è una frase che in queste ore avrebbe anche senso. Ma solo in teoria, in punta di una retorica etica. Ai più sfugge infatti che il settore - oltre a produrre come detto il tredici per cento della ricchezza complessiva - dà lavoro, direttamente e indirettamente, a cinque milioni di cittadini, più o meno un occupato su cinque.

Da tutto ciò si deduce che il problema non riguarda, come potrebbe apparire, i bagnini di Rimini o gli albergatori della Liguria, ma tutti noi, e non solo in quanto vacanzieri più o meno spensierati. Spero che il dottor Colao, commissario straordinario alla Fase 2, abbia ben chiaro questo problema, che per urgenza (la stagione sta per partire, anzi, in tempi normali sarebbe già iniziata) e per dimensioni economiche è assolutamente prioritario. Il dubbio, leggendo l'elenco dei suoi illustri collaboratori, è che lorsignori, presumo abituati a passare il tempo libero tra Sankt Moritz e Saint Tropez (al massimo una capatina a Capalbio o Cortina), non abbiano ben chiaro come funzionano le cose a Varazze come al Lido delle Nazioni, sul Garda come a Gallipoli.

Non penso che le migliaia di albergatori e di imprenditori balneari stiano chiedendo la licenza di untori. Anzi, penso siano terrorizzarti alla sola idea di creare un problema a uno solo dei loro milioni di clienti. Ma proprio per questo chiedono ascolto e aiuto immediato. Ignorarli sarebbe suicida, se c'è un modo per non annullare le vacanze - come immagina la presidente europea - loro lo sanno, pur non avendo prestigiose lauree. O la classe politica si fida e si affida ai suoi imprenditori grandi o piccoli, oppure andiamo a sbattere tutti. «Stare a casa» è una costrizione se non si costruiscono alternative serie e praticabili.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Mar, 14/04/2020 - 17:15

far girare l'economia è importante, quasi quanto quello di evitare il contagio. non dimentichiamo che non si può impedire la popolazione di rimanere in casa per troppo tempo....

Pigi

Mar, 14/04/2020 - 17:36

Non solo: il sole fortifica le difese immunitarie, poiché sintetizza la vitamina D, potente antiinfiammatorio. Rinunciare al pieno di sole estivo significa affrontare indeboliti i rigori invernali, per cui chi propone che i cittadini rimangano chiusi in casa in realtà vuole che si ammalino.

wyxwyx

Mar, 14/04/2020 - 17:48

L'ha fatto apposta,sa bene che i paesi mediterranei e in particolare l'Italia sono quelli più colpiti nel turismo.In Italia c'è il sole e c'è il mare.E ci sono anche le fiere,infatti BMW e KTm azienda tedesca e austriaca hanno annullato la loro presenza alla fiera di Milano per novembre(tra 7 mesi!) per il salone del ciclo e motociclo.Si muovono compatti i germanofili con i loro agganci interni all'Italia.Sono crisi preconfezionate per colpire solo i paesi che vogliono loro.Non si è mai vista nelle varie crisi 1968, 2001,2008 e 2020 che la Germania ne uscisse ridimensionata come invece l'Italia.Anzi la tedesca von der leyden sa bene che da tutte le crisi la germania ne esce sempre rafforzata.Comunque parafrsando la von der leyden ci vorrebbe qualcuno con gli attributi in Italia (impossibile) che dicesse: "Consiglio di aspettare a prenotare auto costose (soprattutto tedesche). Per luglio e agosto attualmente nessuno può fare previsioni affidabili". Spariti tutti...

Ritratto di mauriziogiuntoli

mauriziogiuntoli

Mar, 14/04/2020 - 19:36

Giornali, Ursula ed altri capi e capetti italici ed europei han detto e fatto una marea di apparenti banalità. Capita. Però han prodotto danni. Ingenti. Che dovremo pagare caro. La magistratura a breve apporterà altro nocumento. Capita? No. Non capita per caso. Stiamo vivendo tempi epocali, direi di guerra. Ed alla fine qualcuno, come in ogni guerra, avrà vinto e fatto i suoi guadagni. Noi di certo avremo perduto, molto. Capita ma non per caso.

Korgek

Mer, 15/04/2020 - 10:15

Un giorno un tedesco di Colonia mi disse, forse anche esagerando, che i tedeschi vivono (lavorano) principalmente per due cose: l'auto e le vacanze estive. Voglio proprio vedere quanti di loro ascolteranno le parole di ursula, segno che questa sua uscita fa il paio con quella di Lagarde. Non sanno più che pesci pigliare.

Ritratto di dlux

dlux

Mer, 15/04/2020 - 10:20

"Una frase che in queste ore avrebbe anche senso" sarebbe: "io l'avevo detto". Scontatissima, quasi banale, ma in questo caso sacrosanta. Quando all'inizio si cominciò a parlare di virus in Cina io dissi "blocchiamo tutto". Invece da lì a quando effettivamente è stato bloccato tutto è passato più di un mese, con tutte le conseguenze che vediamo e, soprattutto, con le conseguenze che sconteremo per mesi se non per anni. Sarà cinismo? Ma io inizierei a parlare di azione legale nei confronti di chi avrebbe dovuto fare e non ha fatto.

ulio1974

Mer, 15/04/2020 - 10:36

qualcuni ha sconsigliato i nostri concittadini di ordinare BMW o Mercedes?...a cominciare dai nostri politici?? Da qualche lustro, tutte le autoblu sono VW o Audi: perchè?? Anche molte auto delle FFAA ed amministrazioni varie sono straniere: perchè??? DOBBIAMO IMPARARE A VIAGGIARE DI NUOVO IN TRICOLORE ITALICO!!!!

amecred

Mer, 15/04/2020 - 10:50

sinceramente non capisco perche' non si riapra subito il mercato degli affitti delle seconde case.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Mer, 15/04/2020 - 12:03

Mi sa tanto che le vacanze quest'anno non le faremo. Niente mare, niente estero.

Ritratto di gianky53

gianky53

Mer, 15/04/2020 - 12:03

Egregio direttore, i numeri sono impietosi e dimostrano ampiamente che "il modello italiano" imposto con il DPCM dello scorso 11 marzo ha clamorosamente toppato, nonostante l'altissimo costo imposto all'economia. Sarebbe ora di prenderne atto. Non si può restare confinati in casa per sempre aspettando che arrivi la befana.

ulio1974

Mer, 15/04/2020 - 12:51

Leonida55 12:03: soprattutto niente lavoro. niente soldi.

ulio1974

Mer, 15/04/2020 - 12:53

siamo qui a parlare di ferie e vacanze, ma perchè?? le vacanze sono un periodo di meritato riposo dal lavoro: ma se il lavoro non ci sarà, che vacanze si faranno??? io mi sbatterei, piuttosto, per trovare un lavoro, non un hotel....

ulio1974

Mer, 15/04/2020 - 12:54

quest'anno gli unici ad andare in ferie saranno i politici, dipendenti pubblici e pensionati. tutti gli altri saranno in cerca di lavoro.

Altoviti

Mer, 15/04/2020 - 13:08

Egregio direttore, è vero che l'economia è importante ma i morti non vanno in spiaggia. Dunque in un primo tempo è meglio pensare alla salute. Tutta questa fretta a ripartire non la vedo come sana perché una ricaduta sarebbe molto più dannosa per l'economia che di aspettare di avere tutte le protezioni necessarie alla ripartenza. Oggi non ci sono mascherine, non ci sono i tamponi, non c'è chi fa le analisi dietro ai tamponi, nessuna sa veramente che medicina usare contro il virus, tutti fanno prove ma di certezza non ce n'è. Per non trasformare le spiagge in fosse comuni come fanno coi parchi di Nuova York è meglio aspettare di avere qualche arma in più a disposizione. Essere ottimista va bene, ma a suo tempo!

ulio1974

Mer, 15/04/2020 - 13:27

a parte Lei, gentile Direttore, forse ai suoi collaboratori, ai politici, ai dipendenti pubblici ed ai calciatori, chi può oggi, in Italia, pensare alle ferie se non avremo più nè soldi, nè lavoro?? Verremo ospitati a gratis negli alberghi??

Mannik

Mer, 15/04/2020 - 13:46

@Korgek - Avendo vissuto in Germania posso dirle che i tedeschi vivono per la macchina, le vacanze e la casa, meglio se con giardino. Così pensano anche al tosaerba:)

Nick2

Mer, 15/04/2020 - 16:35

E Salvini cosa ne pensa? Tutto chiuso? Tutto aperto? Aperto solo il Papeete? Conte è tutt'altro che uno statista, ma in confronto al superuomo in felpa è un gigante. Per fortuna, in questi giorni terribili, abbiamo lui come Presidente del Consiglio! E sono convinto che, in cuor suo, direttore, la pensi come me...

Nicola48ino

Mer, 15/04/2020 - 17:21

Direttore egregio. La Cermania ha le banche in crisi x non dire in fallimento e chi meglio di noi li può risanare? Proni i nostri governanti vogliono invece incastrarci. Anche il ns Berlusconi o per europeismo o per affarismo sta tirando la volata ai pidioti. Non si ricorda a Cannes quando il c.... o sarkozy e la valchiria lo derisero? Non vorrei che il presidente cominci a sentire gli anni, la cermania è nostra nemica e le banche se li salvi lei. Dir. I tedeschi hanno messo gli occhi sui ns risparmi e il ns Oro e come le gazze sono attirate dal luccichiiiiiiiio. Saluti Direttore.

gedeone@libero.it

Mer, 15/04/2020 - 17:39

Questa tedesca e la francese presidente della Bce, arrecano danni enormi all'Italia ogni qual volta aprono bocca. Ingenuità, impreparazione o malafede?. Propendo per quest'ultima.

Cosean

Mer, 15/04/2020 - 18:22

A ragione o a torto ha dato un consiglio, e forse anche di buon senso! Non è colpa sua se l'Italia ne sarà svantaggiata.

mzee3

Gio, 16/04/2020 - 10:26

Siamo davvero fortunati ad avere in italia una persona come Sallusti. Uno che sa le cose che sessanta milioni di cittadininon sanno e lui… LUI CE LO DICE! Se non ci avesse scritto un articolo come questo , chi saprebbe che in Italia l'11% del PIL lo fa il turismo? NESSUNO! Ursula von der Leyen ha parlato solo per l'Italia e non si è rivolta a Spagna, Grecia, Francia… e tutto il mediterraneo quando dice non pensate alle vacanze in estate...NOOOOO... PER FORTUNA CHE ABBIAMO SALLUSTI CHE CI ILLUMINA E CI METTE IN GUARDIA. ASPETTIAMO CHE SALLUSTI CI DIA IL VIA A PENSARE ALLE VACANZE.

mzee3

Gio, 16/04/2020 - 10:30

Il direttore pensa a Salvini… Come farà il capitone a sdraiarsi sul lettino e poi andare a bersi un mojito al papeete? E' dall'anno scorso che spera di rifare la pagliacciata sulla spiaggia e freme… e il direttore prono alle richieste istiga i lettori a chiedere a gran voce … panem et circenses.

mzee3

Gio, 16/04/2020 - 11:08

Tutta questa fretta di aprire tutto o in parte è dettata dalla frenesia dei leghisti che vogliono avere visibilità. La loro frustrazione è dovuta alla incapacità di avere l'autonomia regionale. La frustrazione di non poter fare cose eclatanti.. e allora non potendole fare fanno dei proclami per far confusione.

ilguastafeste

Gio, 16/04/2020 - 13:57

Direttore, capisco che ogni cosa, detta o non detta, sia un appiglio per sferrare un'attacco, ma non ha imposto niente, ha dato un consiglio, ognuno è libero di prenotare se vuole.