Istat, il debito pubblico cresce ancora

Il debito pubblico nel 2016 in rapporto al Pil si attesta al 132,6% contro il 132% del 2015. In lieve calo la pressione fiscale

Il debito continua ad aumentare. E a testimoniarlo arrivano i nuovi dati dell'Istat. È in crescita infatti il debito pubblico che nel 2016 in rapporto al Pil si attesta al 132,6% contro il 132% del 2015. Secondo quanto si evince dalle tabelle Istat, il debito/Pil che nel 2012 era pari a 123,3% ha avuto un balzo nel 2013 quando si è attestato al 129%. È poi di poco salito nel 2014 (131,8%) così pure nel 2015 (132%). Nuovi dati anche sulla pressione fiscale che risultata pari al 42,9%, in calo di 0,4 punti percentuali rispetto al 2015. Nel dettaglio, sempre con riferimento al 2016, le entrate totali delle Amministrazioni pubbliche sono aumentate dello 0,4% rispetto all’anno precedente. L’incidenza sul Pil è pari al 47,2%. Le entrate correnti hanno registrato una crescita dello 0,1%, risultando pari al 46,7% del Pil. In particolare, le imposte indirette sono diminuite del 3,1%; tale riduzione riflette prevalentemente la riduzione dell’Irap e della Tasi. Diversamente, le imposte dirette sono risultate in aumento del 2,3%, per effetto della crescita dell’Irpef e dell’andamento positivo dell’Ires, in parte compensate dalla riduzione delle imposte sostitutive. I contributi sociali effettivi hanno segnato un incremento (1,1%) rispetto al 2015.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di mbferno

mbferno

Mer, 01/03/2017 - 11:22

È la specialità dei komunistardi fare debiti,spendere alla grande il denaro dei contribuenti e mandare sul lastrico lo stato:finita l'opera,si eclissano,magicamente.

Ritratto di Flex

Flex

Mer, 01/03/2017 - 11:26

Che strano ma il PD non era quello del risanamento?. Hanno risanato solo le loro tasche.

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Mer, 01/03/2017 - 11:31

Ma il peggio è che anche il prossimo governo dovrà aumentare il debito per fare investimenti produttivi onde rimediare i disastri finanziari del PD tipo: "Evviva, abbiamo una banca". Lo capirebbe anche un cervello di "maggistrado" che assumere degli altri parassiti, nullafacenti, assenteisti fa salire il PIL, ma non l'economia reale, perché l'economia esige fatica.

Ritratto di bandog

bandog

Mer, 01/03/2017 - 11:44

Flex e le loro banche!

Ritratto di CADAQUES

CADAQUES

Mer, 01/03/2017 - 11:45

Noi che siamo fuggiti all´estero dal fetore della fogna speriamo tanto che questo sia l´anno del botto ... É l´unica speranza che c´é per finire con il sudicio e ottuso autoritarismo della patria della mafia e del fascismo sopra la pelle degli onesti e dei lavoratori.

antipifferaio

Mer, 01/03/2017 - 11:47

Strano...dicono che hanno risparmiato soldi licenziando....un momento...ah si, hanno licenziato quelli assunti quando c'era il c-destra per rimpiazzarli con 10 dei loro. La cosa mi ricorda qualcosa..10 italiani per un tedesco/piddino...10 euro per una tessera Pd...insomma il partito dei 10....

Ritratto di CADAQUES

CADAQUES

Mer, 01/03/2017 - 12:06

Gianfranco Robe... É proprio a causa della elasticitá mentale di gente come te che l´Italia sta precipitando nel fondo del pozzo ... ¡Complimenti!

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Mer, 01/03/2017 - 12:20

Caro CADAQUES, quale ragioniere, la mia elasticità mentale l'ho venduta per programmare perfino i cervelli elettronici delle banche, guadagnando il conquibus per convincere una donna a farmi sei figli. Ciao.

Ritratto di Shark-65

Shark-65

Mer, 01/03/2017 - 12:22

Chissà come se la ridono i governanti PDioti quando vedono apparire sui giornali queste notizie. Loro vogliono farci vivere nella paura in generale, nel terrore di perdere il posto di lavoro, nell'incertezza del futuro lavorativo dei nostri figli e del pessimo futuro delle nostre pensioni. Da qualche anno, grazie ad Alfano e giusto per non farci mancare nulla, ci hanno pure circondato di clandestini e di criminali (che a volte coincidono con la categoria). Con il popolo in questa situazione di precarietà loro (i PDioti e i loro parenti) possono continuare a "delinquere" indisturbati....

timba

Mer, 01/03/2017 - 12:42

Tranquilli. Continua sempre e comunque ad essere colpa del Cav. Nulla importa se nel 2011, con tutti e tutto contro, il rapporto Deficit-Pil fosse al 120%, ossia 12 punti in meno. Poco importa se dal 2000 al 2006 era addirittura sceso a 100% (c'era sempre il Cav...). E' sicuramente colpa sua. Solo i sinistrati riescono, con gettito di tasse che continua ad aumentare, a far salire il debito pubblico. Ma d'altronde si sa, comprare il voto con mance... costa. Città più indebitata d'Italia? Torino da lustri in mano alla sx. Provincia? Salerno feudo di De Luca... Parliamo poi di Crocetta in Sicilia.. Banca più vecchia al mondo che va in Bancarotta? MPS gestita da decenni dalla sx... e via discorrendo..

Iacobellig

Mer, 01/03/2017 - 13:55

LA SINISTRA NON RIESCE AD ARGINARE L'EMORRAGIA, GLI ITALIANI DOVREBBERO SOSPENDERE SUBITO I VERSAMENTI IRPEF SUBITO!

Ernestinho

Mer, 01/03/2017 - 14:41

Altre tasse in arrivo!

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Mer, 01/03/2017 - 14:49

Incredibile. rai uno è diventata peggio di raitre. oggi dicevano, che va tutto bene (non hanno nemmeno i soldi, 3,4 miliardi, per allinearsi a Bruxelles), aumenta la produzione più del previsto, soldi ne avanzano, deficit che diminuisce a dismisura, lavoro che aumenta, disoccupati che spariscono, tasse molto abbassate. Sarà, ma io in giro di abbassate vedo solo mutande sporche. Abbiamo una nazione che sta fallendo, non riescono apagare le pensioni fra non molto, il debito neppure a parlarne, e questi dicono che siamo in ottima forma economicamente! Se fosse vero sarebbero bravi, ma siccome non è vero, sarebbero falsi e pericolosi.

Ritratto di dr.Strange

dr.Strange

Mer, 01/03/2017 - 14:58

è dal 2008 che si risana il bilancio ed è dal 2008 che il debito aumenta. ascoltatevi Alberto Bagnai e Claudio Borghi Aquilini per capire come funzione questa truffa criminale

Il giusto

Mer, 01/03/2017 - 15:11

Timba,per correttezza ricorda anche il debito pubblico.Nel 2001 era 1.300 miliardi di €, nel 2011 1.900 miliardi.Si ,sicuramente è anche colpa del preg.se siamo messi male...

Ritratto di CADAQUES

CADAQUES

Mer, 01/03/2017 - 15:49

Iacobellig, é come dici te ... Ma gli Italiani sono dei vigliacchi, dei smaneggioni e pensano di cavarsela senza andare dritti alla soluzione del problema ... É una deformazione mentale e culturale mafiosa questa di fare i furbi e andare dritti al disastro che per essere cambiata ha bisogno di un "botto" epocale.

Ritratto di elio2

elio2

Mer, 01/03/2017 - 15:58

Strano che sia aumentato solo dello 0,6% nel 2016, oramai stà crollando tutto e i comunisti rubano a più non posso.

Libertà75

Mer, 01/03/2017 - 16:17

@ilgiusto, ricordiamo come lei non capisca nulla di economia e il valore del 2001 dovrebbe essere rivalutato con gli indici di inflazione, che risulterebbe quindi sopra i 1600 miliardi... almeno per dimostrarle la totale mancanza di cultura che è afflitto chi, come lei, grazie ad una tessera è convinto di avere 4 lauree.

Ritratto di giangol

giangol

Mer, 01/03/2017 - 16:29

tranquilli noi ci abbiamo le risorse sboldriniane che ci salveranno

tuttoilmondo

Mer, 01/03/2017 - 16:36

Codaques dice che è tutta colpa dei fasisti. I fasisti hanno costruito l'ospedale Littorio, ora chiamato S. Camillo, in 25 mesi. Venticinque mesi??? Una città, più che un ospedale, in 25 mesi??? Ebbene ssì! Hanno costruito anche, e in poco tempo, Forlanini, Maraini, Spallanzani, S. Spirito, Policlinico Umberto I. E mooolto, molto altro. I fasisti neri. I fasisti rossi (distingui, codaques) hanno costruito un cippa di cippo. Distingui. E se stai all'estero... ci stai per raccomandazione. Se zompa tutto non hai più stipendio. Dubito che uno come te, all'estero, ci campi senza obolo statale.

timba

Mer, 01/03/2017 - 16:59

Il Giusto. Tutti hanno contribuito, ci mancherebbe. Ma almeno in quegli anni tutti gli indicatori economici erano molto meglio di adesso: dal rapporto deficit/PIL alla disoccupazione, dal PIL alla salute delle banche o il potere di acquisto dei salari. Oggi, con i salvatori della patria mai eletti, da 6 anni assistiamo solamente ad un aumento degli indici: più debito, più disoccupazione, più poveri, più immigrati, più imprese che salutano e delocalizzano... Vuoi vedere che alla fine è stato meglio un pregiudicato che tre massoni sponsorizzati e manovrati?

Libertà75

Mer, 01/03/2017 - 18:25

@timba, ma la sinistra è dalla parte dei poveri e disoccupati, infatti preso il potere li aumenta a dismisura

beale

Mer, 01/03/2017 - 23:57

in un'azienda gli amministratori sarebbero stati immediatamente dimissionati ma in Italia ci si infervora per la fiction della scissione nel pd.

bremen600

Gio, 02/03/2017 - 01:42

Non preoccupatevi è solo un illusione...........................................................................................................................................