L'ultimo saluto a Milano a Umberto Veronesi

Si sono celebrati a Palazzo Marino sede del Comune di Milano, la cerimonia civile per i funerali di Umberto Veronesi

L'ultimo saluto a Milano a Umberto Veronesi

Si sono celebrati a Palazzo Marino sede del Comune di Milano, la cerimonia civile per i funerali di Umberto Veronesi. La camera ardente in Sala Alessi, con i gonfaloni listati a lutto di Regione Lombardia e della Città metropolitana, è rimasta aperta anche stamani dalle 8.30 alle 10.15. Presenti, oltre ai famigliari e alle istituzioni cittadine, il ministro alle Politiche agricole Maurizio Martina, Gabriele Albertini e Carlo Tognoli, già sindaci di Milano e l'ex primo cittadino di Torino Piero Fassino. Per l'occasione il sindaco di Milano Giuseppe Sala, è intervenuto nel corso della cerimonia, ha proclamato il lutto cittadino. Dopo un omaggio musicale eseguito al pianoforte da Alberto Veronesi, circondato da corone di calle rosse e bianche, sono intervenuti Sala, Paolo Veronesi, Emma Bonino, il professore Pier Giuseppe Pelicci, direttore della Ricerca dell'Istituto europeo di oncologia, e le nipoti dell'oncologo Elena e Gaia. Per consentire di seguire la celebrazione all'intera cittadinanza sono stati installati due maxi-schermi, uno all'interno del cortile del Comune e l'altro su piazza della Scala. "Mi ha aiutato a guarire - ha detto Sala con la voce rotta - Mi ha regalato grande insegnamento: la malattia farà sempre parte della tua vita, non la devi considerare come altro da te. Vivi e pensa che noi e le nostre malattie siamo la stessa cosa. Ma che ci si cura, sempre. Grazie Umberto per tutte le volte che hai compreso il nostro dolore". E ancora: "Chiederemo che il nome venga iscritto al Famedio del cimitero Monumentale".

Commenti