Luna, all’asta il manuale di bordo dell’Apollo 11

A New York vanno all’asta gli oggetti più emblematici delle missioni della Nasa nello spazio e tra questi vi è il manuale di bordo usato da Armostrong e Aldrin nello sbarco sulla Luna

Il cinquantesimo anniversario dello sbarco sulla Luna è imminente: varie iniziative su giornali e televisioni ci stanno già facendo rievocare il momento storico in cui l’uomo, per la prima volta, mise piede sul suolo lunare. Fu un’esperienza unica, un modo con cui l’essere umano dimostrò a se stesso di poter superare i limiti fisici e psicologici che gli consentono di sopravvivere nell’habitat terrestre. Certo, la sfida è stata vinta grazie alla tecnologia ma, del resto, questa è un prodotto della conoscenza umana.

Nella prospettiva della Nasa La Luna è il primo passo, il ponte che collegherà l’uomo al resto dell’universo. Anche per questo motivo la missione compiuta con successo da Armostrong e Aldrin nel 1969 è entrata nella Storia. Ogni oggetto che accompagnò quel viaggio fuori dal nostro pianeta è diventato un cimelio di enorme valore che farebbe felice qualunque collezionista. Così, come svela l’Agenzia Ansa, la Nasa ha messo a disposizione di Christie’s 200 di questi cimeli, i più rappresentativi delle missioni degli ultimi anni. Fotografie autografate, macchine fotografiche, mappe, una bandiera americana che volò con l'Apollo 10 solo per citarne alcuni. Il pezzo più importante, quello atteso da tutti i compratori è il manuale di bordo dell’Apollo 11. Proprio quello che aiutò Neil Armstrong e Buzz Aldrin a “sbarcare” con il modulo Eagle sulla Luna il 20 luglio 1969.

La cosa entusiasmante sono le tracce di polvere lunare ancora depositate sul manuale, un ricordo vivido e tangibile dell’allunaggio. Inoltre sulle pagine vi sono ancora circa 150 annotazioni a mano fatte dagli astronauti in tempo reale, tra cui le coordinate dell’Eagle al momento dello sbarco. Gli esperti di Christie’s commentano: “È il primo esempio di scrittura umana su un corpo extraterrestre”. Il manuale di bordo dell’Apollo 11 verrà venduto con gli altri cimeli il prossimo 18 luglio per una cifra tra i 7 e i 9 milioni di dollari. Chi se lo aggiudicherà avrà tra le mani un esempio irripetibile nel suo genere, poiché ormai le missioni spaziali sono digitalizzate, dunque manuali di questo tipo non esistono più.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.