Maddie, il pedofilo forse già libero domenica

I suoi legali si sono appellati contro l’estradizione in Germania nel 2018. Forse Brückner anche dietro la scomparsa di un’altra bambina tedesca di 5 anni, avvenuta nel 2015

Maddie, il pedofilo forse già libero domenica

Christian Bruckner, il pedofilo 43enne accusato adesso dell’omicidio della piccola Maddie McCann, la bambina di tre anni scomparsa in Portogallo nel 2007 mentre si trovava in vacanza in un resort in Algarve con i suoi genitori, già domenica prossima potrebbe tornare libero e uscire dal carcere dove è al momento detenuto.

Potrebbe essere già libero domenica

Come riportato dal Corriere, questo è quanto scrivono oggi i giornali tedeschi. Sarebbe imminente una una decisione in appello per quanto riguarda la sua sorte. L’uomo si trova in questo momento nella prigione di Kiel, in Germania, dove sta scontando una condanna di 21 mesi per traffico di sostanze stupefacenti.

Era stato braccato a Milano il 28 settembre del 2018 mentre usciva dal consolato per denunciare la perdita del passaporto. Su di lui pendeva infatti un mandato di arresto internazionale. Dopo il suo fermo in suolo italico, era stato estradato in Germania, perché accusato di violenza sessuale nei confronti di una anziana turista americana di 72 anni, anche sadicamente torturata, e condannato in seguito a sette anni di carcere. Adesso però viene fuori che i suoi legali si sono appellati contro la legalità dell’estradizione in Germania del 2018. Il rischio è che, se dovessero aver ragione, la condanna per stupro cadrebbe. Tra l’altro, avendo già scontato 2/3 della pena per traffico di sostanze stupefacenti, già domenica prossima potrebbe uscire dal carcere e tornare in libertà.

Forse è un serial killer di bambine

Un giornale tedesco ha anche reso noto che dietro alla scomparsa di un’altra bambina tedesca, Inge, di 5 anni, avvenuta nel 2015, potrebbe esserci sempre lo stesso Brückner. L’uomo infatti si trovava proprio in quella zona della Sassonia-Anhalt, quando la piccola, in gita con la famiglia, è scomparsa misteriosamente. Se fosse vero, si tratterebbe a questo punto di un serial killer di minori. La procura tedesca di Stendal starebbe indagando dopo essere venuta a conoscenza dell'acquisto da parte del 43enne di una proprietà a Neuwegersleben, poco lontano dal luogo dove Inge è sparita. Basterebbe verificare se vi sia realmente un legame tra le scomparse delle due bimbe per incastrare il presunto rapitore.

Le forze dell’ordine sono anche sulle tracce della ex fidanzata del 43enne pedofilo, una kosovara che frequentava Brückner in Portogallo proprio quando era scomparsa della bimba inglese. La ragazza, che ai tempi del fatto era ancora minorenne, viveva con lui. Sembra che lo lasciò poco prima del presunto rapimento e omicidio della piccola Maddie. Adesso che i genitori della bimba potevano forse sperare di vedere in carcere colui che ha rapito la loro figlia ben 13 anni fa, rischiano invece di vederlo uscire dalla galera a causa di un cavillo.