Maltempo, l'esperto del Cnr: "Bisognerebbe radere al suolo interi quartieri di Genova"

Fabio Luini, geologo che dirige l’Istituto di ricerca per la protezione idrogeologica del Cnr: "È l’unica soluzione. L’altra è sperare che non piova più"

Il torrente Bisagno nella zona del Ferreggiano a Genova

"Sa che cosa dovrebbe fare il sindaco di Genova? Chiamare le ruspe e buttare giù interi quartieri. È l’unica soluzione. L’altra è sperare che non piova più. Mai più". A dirlo, in una intervista a La Stampa, è Fabio Luini, geologo di 54 anni che dirige l’Istituto di ricerca per la protezione idrogeologica del Cnr. Di alluvioni ne ha viste parecchie e così ha trovato la maniere per ovviare all'emergenza maltempo che ogni volta flagella la Liguria, in particolare Genova. "La situazione è sfuggita nel seocndo Dopoguerra, quando i comuni hanno via via conquistato i territori lunog i corsi d'acqua, occupando le zone di "pertinenza fluviale"", spiega Luini. Che poi aggiunge: "Hanno costruito non solo accanto ai fiumi, ma addirittura sopra. Molti corsi d'acqua sono stati tombati, cioè coperti dal cemento. Se si riduce lo spazio e lo si copre, quando l'acqua diventa troppa dovrà pure uscire da qualche parte".

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

Efesto

Dom, 16/11/2014 - 11:04

Mi spiace dirlo da tecnico verso altro tecnico. Fabio Luini per essere eufemistici è solo un invasato e ciò che preoccupa è la sua carica pubblica che lo investe di autorità. Ma questa autorità è solo chiacchiera e distintivo. Come Kaiser si fa a dire che occorre radere al suolo Genova. ma siamo matti? Il sig. Fabio Luini sa bene che le montagne franano per natura e quelle genovesi in particolar modo per la loro composizione ed il loro pendio. Le persona ormai abitano Genova, vi dormono e vi lavorano. Si studiano scolmatori, gallerie, argini e quant'altro ma non si distrugge l'insediamento in omaggio alle frenesie naturalistiche.

vittoriomazzucato

Dom, 16/11/2014 - 11:09

Sono Luca. Basta parlare con Burlando e "tutto" si risolve. GRAZIE.

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Dom, 16/11/2014 - 11:17

A Genova,le varie "amministrazioni" dal dopoguerra in poi,hanno TUTTE portato avanti politiche scellerate di scaccallaggio del territorio,intubamento di torrenti,di tutto e di più,con il VOTO,della stragrande maggioranza dei Genovesi,complici di quanto è successo,non per una "disgrazia",ma per semplici cause naturali,da loro VOLUTAMENTE(con il voto,e con il comportamento)eluse,come la "storia" del porto,della logistica,lasciata nelle mani di una mafia "sinistrorsa"(i "camalli),che hanno sempre impedito una modernizzazione,condizioni di lavoro concorrenziali(COCCOLATI NATURALMENTE DAI SINDACATI),rispetto a nascenti strutture,alternative,come Marsiglia,prima,Rotterdam,e Antwerp poi....e prossimamente il Pireo in Grecia,con l'accordo CINA-RUSSIA.Mi spiace per i Genovesi che da tanti anni VOTANO,in modo diverso,e non hanno partecipato a queste greppie!!!!

vince50

Dom, 16/11/2014 - 11:20

Poche parole però molto sagge e risolutive.Ovviamente inapplicabile,quindi se piove troppo sarà sempre la stessa solfa e senza soluzioni.

Anonimo (non verificato)

Ritratto di Adriano Romaldi

Adriano Romaldi

Dom, 16/11/2014 - 11:29

Ecco un altro "Nerone" forte della sua posizione ma pochissimi vedono in tutto quello che sta succedendo la mano di Dio che richiama alla vera Vita, a lasciare il dio denaro, il dio potere, il dio divertimento e non peccare più bestemmiando in continuazione come mai era avvenuto prima d'ora. Leggevo proprio ieri che il ceppo di Sodoma e Gomorra sono rispuntate e l'immagine del Mondo attuale ne è una manifestazione appena visibile, come l'iceberg che affondò il Titanic; e tutti ridono e si fanno beffe di CHI LI RICHIAMA ALLA SOBRIETA'; sarà come ai tempi di Noè e non ci saranno sconti per nessuno. Forse che queste mie parole apriranno il cuore alla speranza; io ci credo e vado avanti con il mio passo a Voi giudicare e non lamentiamoci sempre di qualsiasi cosa. Shalom

michetta

Dom, 16/11/2014 - 11:57

Questa affermazione di cotanto scienziato, era risaputissima fin dal 1945, quando comunque accadevano in continuazione fatti analoghi. E che ci voleva a prevedere tutto questo sfacelo a Gen ova, così come era stata costruita e soprattutto, DOVE era stata costruita!? I furbacchioni genovesi, hanno fatto orecchie di mercante e ora......auguri a tutti!

abocca55

Dom, 16/11/2014 - 11:58

Il clima è definitivamente cambiato. Occorre ricostruire parti di alcune città.

linoalo1

Dom, 16/11/2014 - 12:02

Lui si che è un esperto con le Palle!!!Forse,anche il più Ignorante di questo Mondo,direbbe che,se Genova non ci fosse,i problemi non ci sarebbero!Mi sembra tanto,uno di quei Saggi voluti dal Grande Vecchio!Lino.

michetta

Dom, 16/11/2014 - 12:03

Questa affermazione di cotanto scienziato, era risaputissima fin dal 1945, quando comunque accadevano in continuazione fatti analoghi. E che ci voleva a prevedere tutto questo sfacelo a Gen ova, così come era stata costruita e soprattutto, DOVE era stata costruita!? I furbacchioni genovesi, hanno fatto orecchie da mercante, poiché, ricordo perfettamente nel 1986, quando risiedevo provvisoriamente colà, la situazione gia' era cancrenosa ed ora, nel 2014......auguri a tutti!

ghibli10

Dom, 16/11/2014 - 12:05

purtroppo abbiamo avuto ed abbiamo dei tecnici altamente ignoranti che hanno guardato solo i propri interessi e non quelli della comunità non si sono informati non hanno guardato cosa facevano all'estero bastava obbligare coloro che costruivano ad installare serbtoi di raccolta acqua piovana che avrebbero ridotto l'impatto così devastante delle piogge torrentizie infatti all'acqua proveniente dalla montagna si aggiunge l'acqua che i tetti captano e che riversano nelle fogne inadeguate per questie evenineze e quindi nei torrenti creando quello che hanno causato

Ritratto di Zizzigo

Zizzigo

Dom, 16/11/2014 - 12:13

La signora: "Dottore mio marito ha la polmonite"... Il dottore: "Bisogna togliergli i polmoni!..." Alla faccia... Ma che caz... di rimedio è?

fiducioso

Dom, 16/11/2014 - 12:14

Col tempo la natura si riprende quello che le è stato tolto.

marcomasiero

Dom, 16/11/2014 - 12:24

ha ragione da vendere !!! è un dato di fatto che le clientele locali dei permessi di sfruttamento edilizio sono più forti del lume della ragione e così invece che avere cura del territorio, come ai tempi del Duce, abbiamo assistito al saccheggio perpetuato da sinistra a centro-destra democristianamente lavando con una mano l' altra ! ora l' ipocrisia ha trovato il muro sbattendo il naso contro le proprie malefatte !!!

piertrim

Dom, 16/11/2014 - 12:54

Ma il geologo è sicuro di quello che dice? Nel mio comune, ove ad ogni pioggia abbondante scoppiavano i tombini, è bastato raddoppiare i "tubi fognari" da un certo punto in poi e creare dei raccordi di troppo pieno. Da allora non è più successo nulla! Possibile che a Genova con tutte le strade che portano a mare non si possa fare?

Lepanto71

Dom, 16/11/2014 - 13:05

Frutto di 60 anni di amministrazione comunista ; colpa dei genovesi che hanno sempre votato comunista e ,diabolicamente,continuano a farlo .

celuk

Dom, 16/11/2014 - 13:15

che esperto! anche radere al suolo tutti i centri storici delle città italiane (costruiti senza criteri antisismici) evacuare mezza Campania a rischio Vesuvio ecc...

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Dom, 16/11/2014 - 13:38

@Efesto:chi deve pagare tutta questa "ristrutturazione"?

Ritratto di Scassa

Scassa

Dom, 16/11/2014 - 14:16

scassa domenica 16 novembre 2014 Questo accade quando si pretende ,per tornaconto,di fare entrare il 3 nel 2 ,quindi ...nuotate e zitti !!!!!!!!! scassa.

Ritratto di giuliano lodola

giuliano lodola

Dom, 16/11/2014 - 14:18

Sicuramente un bocconiano con lode, ma come possono queste idee geniali non essere pensate da tutti?

Ritratto di Luigi.Morettini

Luigi.Morettini

Dom, 16/11/2014 - 14:22

L'esperto del CNR sbaglia, come tutti gli esperti. L'unica cosa seria da fare e tagliare la testa di netto a tutti i LADRI della sinistra che da oltre mezzo secolo hanno saccheggiato ogni angolo della Liguria e, con la faccia da culo che si ritrovano, continuano ancora a farlo. Vero Burlando????

AG485151

Dom, 16/11/2014 - 14:26

Quanto guadagna questo dottor Azzeccagarbugli ? Come si fa a dire certe scemenze ? Io domani gli farei trovare l'ufficio vuoto e gli consegnerei una lettera . Ma andrà a finire che gli daranno un premio . Più sono scemi e più fanno carriera ( nel pubblico ) . O forse lì viene applicato il Principio di Peter : uno viene promosso fino a che raggiunge il livello di incompetenza massimo .

Antonio43

Dom, 16/11/2014 - 14:37

Sì, ma lo spazio per gli scolmatori, le gallerie e gli argini dove sta?

Ritratto di Farusman

Farusman

Dom, 16/11/2014 - 14:47

Giusto. D'accordissimo. Bene, bravo, bis. E poi, subito dopo, facciamo fuori ogni essere vivente per per evitare che si ammali, dal momento che prima o poi di qualcosa si dovrà pur ammalare. Ai miei tempi questi li chiamavamo ragionamenti del ca..o

GianniBene

Dom, 16/11/2014 - 15:00

Efesto, le comunico un'amara verità: "Si studiano scolmatori, gallerie, argini e quant'altro ma non si distrugge l'insediamento in omaggio alle frenesie naturalistiche" come lei sollecita, è ipotesi autocontraddittoria. Il mondo è crudele, lo sò, ma è così. Per realizzare argini, scolatori, gallerie (sic...) richiede appunto fare posto lungo i corsi d'acqua. Facciamola facile, alzi gli occhi e guardi la foto dell'articolo: le vede le costruzioni incombenti sullo striminzito alveo? Suvvia, le sembra una cosa sostenibile?

Ritratto di wilfredoc47

wilfredoc47

Dom, 16/11/2014 - 15:09

@EFESTO: Genova non rientra nei miei particolari interessi, ma, passandoci in autostrada qualche anno fa, mi venne spontaneo pensare che avevano costruito una diga tra colline e mare e che uno normale avrebbe dovuto abbatterla per non rischiare futuri disastri. Probabilmente sono un invasato in preda a frenesie naturalistiche, ma credo non sia ragionevole comportarsi da struzzi e negare l'evidenza di una gestione miope e suicida ammendabile solo con misure drastiche. Evidenza che purtroppo trova Genova in numerosissima compagnia: L'Italia, da paese prettamente agricolo si è trasformato in un paese industriale o presunto tale, la cura del territorio assicurata dai contadini è venuta a mancare. Senza che nessuno, amministratori in testa, si preoccupasse delle conseguenze. Siamo al redde rationem e Genova è solo uno dei tantissimi esempi

Ritratto di wilfredoc47

wilfredoc47

Dom, 16/11/2014 - 15:22

Non capisco il ragionamento. Le città sono costruite senza criteri antisismici, i fiumi sono "tombati", quartieri interi sono costruiti senza tener conto dei margini massimi di sicurezza, le acque non sono più regimentate da tanti anni e via dicendo. Se si lasciano le cose come stanno, perché lamentarsi delle eventuali conseguenze? Se compro, sbagliando, le scarpe con due numeri più piccole, o le cambio o mi tengo il mal di piedi! Capisco non sia facile la soluzione, ma che altro fare?

angriff

Dom, 16/11/2014 - 15:25

Immagino che dopo le dichiarazioni di Fabio Luini la Regione Liguria stanzierà enormi risorse per evitare che in futuro piova.

celuk

Dom, 16/11/2014 - 15:51

si da il caso che in tutte queste costruzioni che avrebbero "violentato" la natura ci sono persone che ci vivono perché, se i cervelloni non se ne sono accorti noi Italiani siamo tanti (e forse troppi) quindi: 1) dove devono andare a vivere tutti questi abitanti? 2) in una situazione esplosiva e degradata come questa facciamo venire (agevolandoli) 300mila (!) migranti pari ad un altra regione italiana: dove staranno? cosa faranno? mascalzoni incoscienti! E' facile dire lì non si doveva costruire ecc..

Lofelo

Dom, 16/11/2014 - 16:33

Nel 200 a.c. qualcuno aveva provveduto a distruggere Genova: il generale Magone, cognato di Annibale e presumibilmente figura di spicco nell'albero genealogico del nostro Luini. Ma i romani, questi stronzi, la ricostruirono, senza curarsi dell'angolo di pendio medio tra il livello del mare calmo e la sommità dei monti di tergo.

Ritratto di Adriano Romaldi

Adriano Romaldi

Dom, 16/11/2014 - 16:33

Allora? Allora poiché io sono Dipendente dell'ex Genio Civile, vi dico quale sia la responsabilità di tutto questo degrado; la colpa maggiore è della Burocrazia. Non credete ai miei avvertimenti? Bene, dopo l'esondazione avvenuta nel 2006 dove la Stazione di Osimo fu sommersa da 1,5 ml di acqua, furono approntati dei Progetti e prima di fare i lavori passarono cinque anni; ditemi Voi se questo è il modo. Shalom

canaletto

Dom, 16/11/2014 - 17:46

SEMPLICEMENTE DEMENZIALE. BISOGNA PROIBIRE AI VERDI DI BLOCCARE I LAVORI, BISOGNA ELIMINARE TUTTI I CORROTTI AMMINISTRATORI COMUNISTI (DORIA E BURLAND) E FARE I LAVORI NECESSARI SENZA INTOPPI O DIRE CHE MANCANO I SOLDI. RINUNCIATE AI VOSTRI MALEDETTI STIPENDI E PREMI E METTETE I SOLDI PER LA COMUNITA, GENTE MALEDETTA E SOPRATTUTTO DIMETTETEVI GENTE DI MERDA CHE NON SIETE ALTRO. UNA VOLTA GENOVA NON ERA COSI AI TEMPI DI PERTUSIO MA DOPO L'AVVENTO DI QUEI MALEDETTI ROSSI DI SINISTRA E' STATO LO SFACELO, ANDATE A FARE IN KULO+

Anonimo (non verificato)

celuk

Dom, 16/11/2014 - 19:41

wilfredoc47 il ragionamento è semplice: un esperto non può proporre di fare tabula rasa di tutto il territorio e ricominciare da capo. Questo non è un esperto perché quello che dice sono buoni tutti a proporlo. L'"esperto" deve suggerire una soluzione fattibile e non fantascientifica fuori dalla realtà: solo così può chiamarsi esperto ed essere pagato di conseguenza.

Ritratto di wilfredoc47

wilfredoc47

Dom, 16/11/2014 - 22:14

@CELUK: l'argomentazione è provocatoria, è ovvio, e l'esperto non può che constatare lo stato delle cose, che, temo, avrà conseguenze amare ed inevitabili proprio perché non ammendabile in maniera indolore.

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Lun, 17/11/2014 - 09:49

@wilfredoc47:alla fine è tutta questione di "palanche",ed il suo ragionamento,come il mio,come quello provocatorio di Luini(che comunque,dice la verità...),fanno finta di non capirlo....

Ritratto di wilfredoc47

wilfredoc47

Lun, 17/11/2014 - 16:19

@ZAGOVIAN: Certamente,"palanche", come da sempre. E sempre per finta, quale preventivo sarebbe più alto? Quello per il rifacimento o quello per pagare i danni futuri, certi ed inevitabili? Gengis Khan, o Pietro il Grande, non si porrebbero problemi. Ma erano altri tempi (ed altre teste).