Milano, giovane accoltellato su un bus da gang sudamericana

L'aggressione è avvenuta su un autobus per mano di una banda di latinos. Il ragazzo, che ha 23 anni, è in condizioni gravi. Indaga la Polizia di Stato

Un'aggressione in piena regola quella avvenuta nella tarda serata di oggi a Milano. Una banda composta da persone di origini sudamericane - uno di quei gruppi che comunemente viene chiamato "gang di latinos" - ha accoltellato un ventitreenne, che ora è ricoverato al San Raffaele.

Il grave episodio, nello specifico, ha avuto luogo in via Edoardo Bassini. Dopo la vicenda che ha suo malgrado interessato un venditore di rose bengalese gettato in Darsena, ecco che un altro episodio di cronaca, un altro fatto rilevante per la sua drammaticità, balza agli onori delle cronache. In ogni caso, non è certo questa la prima volta che una gang di latinos fa parlare di sé per fatti di questa tipologia nel capoluogo lombardo.

Stando alle prime informazioni raccolte, come ripercorso pure da IlMessaggero, è lecito affermare che la persona aggredita non possa dirsi fuori pericolo. Il giovane aggredito dovrebbe essere straniero. Pare che provenga dal Centro America. Tutto è avvenuto nei pressi di un mezzo pubblico. Poiché le ferite riportate dovrebbero essere più d'una, si ipotizza che le coltellate inflitte possano essere state molteplici. Bisognerà vedere cosa diranno il referto medico e le indagini delle forze dell'ordine che sono già in corso. Gli aggressori erano di gran lunga superiori per numero: la fonte sopracitata parla di una gang composta da una decina di membri.

Milano diviene così il teatro di un'altra violenza. Nel corso della giornata odierna, l'assessore Riccardo De Corato aveva posto un accento sul tema della sicurezza. E i fatti di questa sera non erano ancora avvenuti: ""Come è possibile che un uomo sia stato spinto nel Naviglio, sabato notte, nell'affollata Darsena, cuore della movida milanese, senza che nessuno intervenisse? Questo episodio - aveva tuonato l'assessore regionale -, avvenuto senza alcun motivo, dimostra, ancora una volta, che i controlli sono inesistenti. Mi preoccupa anche il fatto che sia accaduta un'altra aggressione con simili modalità la scorsa settimana sempre sui Navigli".

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

AngeloErice

Lun, 13/07/2020 - 10:48

Se gentilmente la redazione potrebbe comunicare le ore per le visite in ospedale per esprimere a questo cittadino auguri di pronta guarigione e rapida ripresa del lavoro. Intando è suo costituzionale diritto di ricevere quanto dovuto dalla cassa integrazione.

dredd

Lun, 13/07/2020 - 11:53

Immagino che ora si inginocchieranno tutti per i sudamericani

SemprePiùBasito

Lun, 13/07/2020 - 12:55

X AngeloErici ... questo signore non è un clandestino, quindi non ha alcun diritto in questo Paese anzi sicuramente il Viminale provvederà a mandargli il conto del ricovero altro che la CIG.

Malacappa

Lun, 13/07/2020 - 13:09

Sempre eroi 10 contro uno

igiulp

Lun, 13/07/2020 - 13:53

Complimentoni a Sala. Si sta assicurando la meglio gioventù del pianeta.

AngeloErice

Lun, 13/07/2020 - 16:25

SemprePiùBasito: io mi riferivo a "cittadino" a prescindere che sia straniero, regolare o meno. Infatti, la saggia Corte ha ben detto che la dobbiamo smettere di volerci distinguere da clandestini o quanti si voglia. Uno vale uno. Questo signorino, forse non ricercato dalla polizia IT ma trovato da 10 cattivi molto arrabbiati è sicuramente un bravo ragazzo...