Un mix mai visto di "erba" e hascisc: ecco il super-cocktail di droga

Il maxi blitz della polizia è avvenuto nei giardinetti, a due passi dal centro storico della città. Custodia cautelare per 53 soggetti, tra fornitori e spacciatori. Tra i clienti anche minorenni

Lunedì scorso, la polizia ha assestato un duro colpo a spacciatori e fornitori che lavorano a Monza. L'indagine "Dedalo" , portata avanti dalla Squadra Mobile della Questura di Monza e Brianza, ha permesso alle forze dell’ordine di condurre una importante operazione in uno dei luoghi maggiormente frequentati da pusher e clienti. Gli indagati sono 61 e oltre una cinquantina le ordinanze di custodia cautelare.

La nuova droga che spaventa Monza

Uno dei giardinetti a pochi passi dal centro della città lombarda era stato preso come quartier generale per lo spaccio della droga. Sottraendo di fatto il parchetto a bambini, mamme e sportivi. Le sostanze spacciate erano quelle più conosciute, come eroina, hashish, cocaina e marijuana. Come se queste non bastassero, a fare paura anche una nuova potente droga, chiamata la “Gardella hash”, un miscuglio pericoloso di hashish e marijuana, con un principio attivo molto elevato. Se qualcuno cerca di saperne di più, può trovare qualche riferimento solo sul web e in lingua inglese. Sembra che il suo spaccio avvenga solo a Monza. Si tratterebbe di un particolare tipo di sostanza che è un mix di hashish e marijuana, che viene ottenuta dalla triturazione di quest'ultima e poi ricompattata come resina, con un principio attivo del valore di quasi dieci volte quello ritrovato in una dose normale di maria o hashish.

La Squadra mobile di Monza e Brianza, in collaborazione con altri 160 agenti arrivati da altre parti d’Italia, ha sequestrato 800 grammi di droga. Ha dato inoltre esecuzione a un'ordinanza di custodia cautelare del Tribunale di Monza nei confronti di 53 persone, tra spacciatori e fornitori di droga. Da quanto emerso, i fornitori fermati sarebbero attivi anche a confine tra le province di Lecco, Como e Sondrio. Tutti i soggetti bloccati, a parte uno che è risultato italiano, sono provenienti dall’Africa e molti di loro sono richiedenti asilo, per lo più specializzati in droghe leggere. Tra gli spacciatori che vendevano cocaina ed eroina invece sono stati fermati 19 marocchini. Come riporta IlGiorno, nelle intercettazioni si sente un cliente dire a uno spacciatore: “Io sono al parco, c'è casino, tutti mi saltano addosso eh!”, al quale viene risposto di aspettare, che subito sarebbe arrivato. O ancora, la conversazione tra due pusher gambiani, dove uno dice: “Eh non hai fatto niente in Gambia, noi lavoriamo il materiale... 1500” e l’altro risponde “pensa che siamo venuto in Europa per lui!!! È fuori di testa!!”.

Anche Brumotti era stato aggredito

Dei soggetti raggiunti da misure cautelari, 38 sono dietro le sbarre, due ai domiciliari e i restanti hanno il divieto di dimora. Sono state contestate circa 4mila cessioni o detenzioni di stupefacenti di varia natura. Si passa dalla singola dose al chilo di cocaina. Fino ai 10 chili di hashish. Il valore totale si aggira intorno ai 500mila euro. Le indagini hanno avuto inizio nell'ottobre 2019, coordinate dalla Procura di Monza. La zona interessata è quella di via Azzone Visconti, poco lontano dal centro storico.

Anche Vittorio Brumotti di Striscia la Notizia e due suoi collaboratori, lo scorso gennaio erano stati aggrediti violentemente. Il procuratore capo Claudio Gittardi, durante la conferenza stampa di presentazione dei risultati dell'operazione, ha spiegato che “lo spaccio di sostanze stupefacenti è un fenomeno diffuso che in alcune aree della città era arrivato a livelli non più sostenibili”.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

Giorgio Colomba

Gio, 15/10/2020 - 10:39

L'articolo non fa cenno a sanzioni per omessa mascherina: di sicuro la indossavano tutte e 53 le risorse.

Ritratto di 98NARE

98NARE

Gio, 15/10/2020 - 11:15

se si VUOLE debellare lo spaccio, si risolve il problema in pochissimo tempo. Evidentemente non si vuole, come tante altre cose in Italia. Mandiamo in tutti i parchi o piazze di spaccio i MILITARI ITALIANI, e poi vediamo. Qui a Verona lo hanno fatto in un parco vicino alla stazione e le ZEKKE clandestine, almeno da quel parco, sono sparite. Facciamole SPARIRE da tutti i parchi d'ITALIA. Ma la domanda è , vogliono ?? saluti

donzaucker

Gio, 15/10/2020 - 11:38

Solito articolone che dimostra quanto ignoranti siate in materia. Il "miscuglio pericoloso di hashish e marijuana" che chiamate Gardella altro non è che una pianta originaria del pakistan ma coltivata in marocco. Per quanto riguarda la "pericolosità", quella non dipende dalla % di principio attivo, ma semmai dalle schifezze che vengono messe dentro per allungarlo. Dato che il principio attivo sulla maria "da strada" è di circa il 3%, 10 volte tanto è il 30%, e sapete in cosa si traduce questo? Se ne usa semplicemente di meno, per questo quando scrivete "dosi" di marijuana si capisce che manco capite di cosa state parlando. Gli sarà semplicemente arrivata una partita di hashish buono, cosa che al parchetto è molto rara.

Ritratto di 98NARE

98NARE

Gio, 15/10/2020 - 11:52

donzaucker, professore benvenuto, ci ILLUMINI col la sua saccenza grazie.

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Gio, 15/10/2020 - 12:15

Solo un piccolo disturbo già messo in conto, fra poco tutti in azione di nuovo. Povera Italia. Ecco perchè hanno paura di un "ritorno".

zena40

Gio, 15/10/2020 - 12:17

donzaucker - non ci interessano le elucubrazioni, quello che vale è solo fare in modo che la droga se la vadano a spacciare nei loro paesi oppure nelle feste dell'unità, nelle sedi del PD ed a casa delle Bellanova (visto che voleva "sanarli" tutti).

arilibellula

Gio, 15/10/2020 - 12:25

e proprio il giorno che il locale centro sociale faceva un comizio contro ils uo sgomebro... poveretti si saranno ritrovati con 53 spettatori/supporter in meno

lisanna

Gio, 15/10/2020 - 13:03

AI RICHIEDENTI ASILO ,CIOE' TUTTI IN QUANTO BEN INDOTTRINATI, UN GIUDICE GLIELO CONCEDERA'....PERCHE' NEI LORO PAESI NON C'E' LIBERTA' ....DI SPACCIARE ,ANCOR PIU' SE RISULTI CLANDESTINO

electric

Gio, 15/10/2020 - 13:07

Donzaucher, se ti concentri riesci a vedere la luna, invece che il dito. Ma a chi vuoi che importa se la Gardella é o no la pianta del Pakistan trapiantata in Marocco e che la mortalità della droga si ha solo in base a come viene tagliata? Riesci a capire che con una azione finalmente giudiziosa si è riusciti a ripulire una piazza da spacciatori di morte, fatti entrare in Italia senza alcun controllo? Si spera solo che costoro non vengano prontamente liberati da qualche giudice compiacente, e anzi che vengano immediatamente espulsi, insieme a tantissimi loro conterranei. Si spera anche che queste azioni vengano compiute in tutte le città italiane, e che la si smetta con questo buonismo idiota. Gli italiani onesti ne hanno le tasche piene!

lorenzovan

Gio, 15/10/2020 - 13:09

francamente...l'hashish non e' che il polline dei fiori della marijuana..pressato..Un racconto nell'articolo francamente penoso..sul MIsto tra hashish e marijuana..sono la stessa cosa ...lolol..Piuttosto vero che circola marijuana potenziata ..risultato di manipolazioni genetiche e incroci tra piante con alto potenziale di THC

Klotz1960

Gio, 15/10/2020 - 13:11

Ma che articolo, che crassa ignoranza - anche i muri sanno che l' hashish e' marijuana pressata piu' resina della pianta

electric

Gio, 15/10/2020 - 13:25

Ci mancavano solo lorenzovan e klotz1960 a riempirci la testa di nozioni non richieste ed inutili. Non abbiamo bisogno di farci una cultura sulla droga, grazie. Sappiamo benissimo che sono pericolose, e le evitiamo anche se non ne conosciamo il metodo di fabbricazione o i termini tecnici. Definire penoso un articolo che fa piena luce sui disastri dell'accoglienza sfrenata (cosa che la RAI si guarderebbe bene dal fare) vuol dire non aver capito nulla

dagoleo

Gio, 15/10/2020 - 13:35

ma voi siete matti. questi stanno lavorando per pagarci le pensioni. giacchè non gli abbiamo dato un lavoro ben remunerato, sono costretti a spacciare ma lo fanno per pagarci le pensioni, cosa credete? queste sono risorse della sinistra preziose e fondamentali per il nostro futuro.

Ritratto di Smax

Smax

Gio, 15/10/2020 - 13:40

E poi dicono che per i migranti non c’è lavoro....stanno arrivando rinforzi....

ExOccidenteLux

Gio, 15/10/2020 - 14:02

@donzaucker Macché ignoranti, secondo te dei milanesi rampanti non si intendono di droga? Questi articoli servono a dare a intendere al pubblico che viene combattuto lo spaccio. 800 grammi sequestrati fa ridere, c'erano i quintali sugli aerei militari provenienti dall'Afghanistan. E non era "gardella hash"...

Malacappa

Gio, 15/10/2020 - 14:04

98NARE 11:15 la rispsta e'ovvia NON VOGLIONO come possono interrompere l'attivita'delle risorse senno'come ci pagano le pensioni

Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Gio, 15/10/2020 - 14:37

electric, 13:25 - In effetti risulta facile nascondersi dietro l'ignoranza per poter continuare a diffondere fesserie e inesattezze. Probabilmente non sai nemmeno (oppure fingi di ignorarlo) che negli anni 70/80 esisteva un traffico di sostanze stupefacenti, soprattutto quelle "pesanti", di gran lunga superiore a quello di oggi eppure i pusher erano tutti delinquenti nostrani. Quindi il problema droga non c'entra con "l'accoglienza sfrenata" ma è antecedente.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Gio, 15/10/2020 - 14:42

Tutti i soggetti fermati (53, a parte uno solo italiano e magari pure acquisito) sorpresi a spacciare porcheria. Grazie sinistra, abbiamo capito un alrto miotivo per cui li volete a tutti i costi. Occorre fermare ed arrestare i responasbili veri, non solo 4 delinquentelli.

Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Gio, 15/10/2020 - 14:42

Ecco, se Brumotti avesse organizzato il suo show l’altro ieri probabilmente avrebbe messo in allarme i pusher facendo saltare l’operazione di polizia preparata da chissà quanto tempo. Giusto per dire che se si vuol contribuire a combattere il traffico di droga bisogna evitare spettacolarizzazioni del fenomeno che non aiutano per nulla gli addetti ai lavori.

donzaucker

Gio, 15/10/2020 - 14:44

Se questi articoli servono ad informare il pubblico che lo spaccio viene combattuto potrebbero evitare il titolone "Un mix mai visto di "erba" e hascisc: ecco il super-cocktail di droga".

zena40

Gio, 15/10/2020 - 15:08

donzaucker 14,44 - perché ti ostini a cercare dettagli senza significato reale. Il problema è uno solo: la droga non deve circolare perché produce danni enormi alla salute singola e nazionale. Questo dovrebbe bastare!

lorenzovan

Gio, 15/10/2020 - 15:17

electric...se a te piacciono le informazioni fake o abbufalate..sono tutti "cavoli" tuoi...

Ritratto di bassfox

bassfox

Gio, 15/10/2020 - 16:18

800 grammi sequestrati... wow: pericolosità sociale pari 20 bottiglie di vodka.. da oggi viviamo in un mondo migliore

Ritratto di tomari

tomari

Gio, 15/10/2020 - 18:00

Combattere anche i consumatori di droga, no?

electric

Gio, 15/10/2020 - 18:43

Dreamer_66, quindi visto che il problema droga esisteva già negli anni 70/80 ed era gestito dai nostrani, possiamo tranquillamente continuare ad importare delinquenti da fuori? I nostrani non ti bastavano?

electric

Gio, 15/10/2020 - 19:02

Dreamer_66, Brumotti con i suoi servizi ha evidenziato una situazione di degrado nelle nostre città come nessun altro, a rischio della propria vita. È una stupidaggine dire che avrebbe fatto saltare un'operazione di polizia preparata chissà da quanto tempo. Per il semplice fatto che dopo qualche giorno tutto ritorna come prima.