I carabinieri consegnano la pensione a domicilio

A usufruirne, a San Pancrazio Salentino, una donna di 78 anni. Il servizio è attivo in tutta Italia

Il soffitto con le volte a stella, il grembiule ed uno scialle sulle spalle curve per firmare la consegna a domicilio della sua pensione. È il ritratto di una donna anziana di San Pancrazio Salentino, un Comune in provincia di Brindisi, in Puglia. È qui che i carabinieri e Poste Italiane stanno collaborando per poter consegnare direttamente a casa la pensione agli anziani di età pari o superiore a 75 anni. Si tratta di una fascia di età a rischio e c'è per loro la possibilità di chiedere la consegna a domicilio per tutta la durata dell’emergenza da Covid-19.

La donna che vedete nell'immagine ha 78 anni e, secondo quanto si legge in una nota dei carabinieri della stazione di San Pancrazio Salentino, ha manifestato ai militari dell'Arma tutta la sua gratitudine per la disponibilità dimostratale. Diventa difficile, infatti, per alcuni anziani spostarsi senza l'aiuto di qualcuno. C'è chi vive solo e non sa come spostarsi e ad uscire si rischia di contrarre il virus.

"L’accordo è parte del più ampio sforzo messo in atto dai due partner istituzionali, ciascuno nel proprio ambito di attività, per contrastare la diffusione del Covid-19 e mitigarne gli effetti, anche mediante l’adozione di misure straordinarie volte ad evitare gli spostamenti fisici delle persone, e in particolare dei soggetti a maggior rischio, in ogni caso garantendo il mantenimento della distanza interpersonale di almeno un metro – si legge in una nota congiunta di Poste Italiane e Arma dei carabinieri. E ancora –. L’iniziativa permette anche di tutelare i soggetti beneficiari dalla commissione di reati a loro danno, quali, truffe, rapine e scippi".

Questo servizio è possibile richiederlo in tutta Italia. Gli anziani, infatti, possono preparare un'apposita delega scritta da consegnare ai carabinieri oppure è possibile chiamare un numero verde (800556670) messo a disposizione da Poste Italiane, o contattare la più vicina stazione dei carabinieri. Come si legge sul giornale on line "quifinanza", i pensionati che possono usufruire del servizio sono 23mila. Come funziona? Come si vede nel video, i militari si recano presso gli sportelli degli uffici postali per riscuotere le indennità pensionistiche per poi consegnarle al domicilio dei beneficiari che ne hanno fatto richiesta. "La collaborazione è frutto della consapevolezza di entrambi i sottoscrittori – prosegue il comunicato congiunto del servizio postale e dei militari – di ricoprire un ruolo strategico a sostegno del Paese e conferma la loro vocazione alla prossimità verso i territori e le categorie più fragili".

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.