Omicidio Desirée, Giorgia Meloni invoca giustizia: "Ora tolleranza zero per queste bestie schifose"

Dopo il pugno duro annunciato da Matteo Salvini, il leader di Fratelli d’Italia chiede giustizia e nessuno sconto

Omicidio Desirée, Giorgia Meloni invoca giustizia: "Ora tolleranza zero per queste bestie schifose"

"Farò di tutto perché i vermi colpevoli di questo orrore paghino fino in fondo, senza sconti, la loro infamia". Così il ministro dell’Interno Matteo Salvini assicura il pugno duro, durissimo contro i responsabili dell'omicidio di Desirée Mariottini, la 16enne trovata senza vita in uno stabile del quartiere San Lorenzo di Roma. Sulla stessa linea si trova anche Giorgia Meloni, che invoca tolleranza zero.

Il leader di Fratelli d'Italia, infatti, ha affidato al suo account Facebook lo sfogo per chiedere giustizia. Ecco, dunque, cosa ha scritto: "Due clandestini senegalesi sono stati fermati stanotte dalle Forze dell'Ordine per aver drogato, stuprato e ucciso Desirée, e un terzo sospetto è stato identificato e portato in questura. TOLLERANZA ZERO contro queste bestie schifose. Tolleranza zero contro le occupazioni abusive e le zone franche. Tolleranza zero contro i centri sociali che scendono in piazza per difendere l'illegalità".

Per il momento gli inquirenti hanno fermato due extracomunitari irregolari, di 26 e 43 anni, ritenuti i responsabili dell'omicidio della teenager; in mattina, invece, il terzo fermo: un nigeriano di 40 anni. E ora è caccia ai complici dell’efferato crimine.

Commenti

Grazie per il tuo commento