In Italia per 24 ore: romeno ottiene il reddito grillino, poi torna al suo Paese

Un ventinovenne romeno, che non ha mai vissuto in Italia, in sole 24 ore ha fatto richiesta e ottenuto il reddito di cittadinanza e poi è tornato in Romania. Ha percepito il sussidio per più di un anno

Romeno in Italia 24 ore: ottiene il reddito grillino. L'ultima vergogna

Il reddito di cittadinanza continua a mostrare punti deboli. È stato scoperto l'ennesimo caso in cui a riceverlo è qualcuno che non ne ha alcun diritto. Dopo ex brigatisti, tra i vari Raimondo Etro, condannato per concorso nel sequestro di Aldo Moro, e decine e decine di denunce la settimana per percezione indebita, principalmente perché condannati per reati di varia natura, questa volta il furbetto è un romeno che ha soggiornato in Italia per sole 24 ore.

Come è possibile? A quanto riporta tgcom24, l'uomo di 29 anni non ha mai vissuto in Italia ma è arrivato in Piemonte il giorno prima di presentare la pratica per la richiesta del reddito di cittadinanza. È ripartito per la Romania dopo che lo Stato italiano gli ha consegnato la tessera e caricato il budget del reddito mensile. La cosa più grave è che non è stata una semplice svista corretta in pochi giorni, tutt'altro: è dal 2020 che il romeno percepiva il sussidio senza averne diritto. La legge prevede che si può fare richiesta per il reddito se e solo se si è cittadini italiani o stranieri residenti in Italia da almeno dieci anni. L'uomo ha ricevuto una denuncia a causa della falsa dichiarazione che ha presentato e, dopo un anno, dovrà restituire i soldi ricevuti.

A tenere la sua tessera è stato un complice residente in provincia di Vercelli. Il suo compito, secondo il Corriere di Torino, è sempre stato quello di ritirare i soldi che sarebbero dovuti andare all'altro che nel frattempo era in Romania.

La domanda a cui però non è ancora stata data risposta è se i soldi ricevuti dal 29enne siano stati trasferiti su un conto all'estero o se siano stati utilizzati da qualcuno che non ne ha fatto richiesta ufficialmente ma che nel concreto ritirava tutti i mesi la somma che secondo lo Stato spettava al romeno.

A questo punto è bene indagare se c'è qualcosa che non funziona a Vercelli. Sono più di cento le persone che abitano in provincia di questa località e hanno ricevuto per diverso tempo il reddito di cittadinanza senza averne diritto e senza soddisfarne i requisiti. Queste persone hanno creato un danno allo Stato superiore ai 400mila euro, sarà compito dell'Inps recuperare la somma quanto prima.

Commenti