"Ritorsioni volute da Bonaccini". ​Ecco la chiamata che lo incastra

Bufera sul caso Jolanda. Il vicesindaco si candida con la Lega, il Comune si vede "sottrarre risorse di personale" dai comuni limitrofi di centrosinistra. Il sindaco pubblica il contenuto delle telefonate

Si colora di nuovi particolari la querelle su Jolanda di Savoia. Forse ricorderete: la Lega denunciò il "boicottaggio del Pd" ai danni del Comune emiliano romagnolo, che si è trovato a pochi giorni dalle elezioni regionali senza tre dipendenti su cui sperava di contare. Non sono mancate polemiche, accuse a Bonaccini e esposti ai carabinieri. Ma ora, dopo essersi dichiarato disponibile a diffondere il contenuto delle telefonate con gli esponenti dem, il sindaco di Jolanda ha deciso di "puntualizzare alcune circostanze". Rivelando il contenuto di quei nastri.

Tutto inizia quando il vicesindaco, Elisa Trombini, avrebbe ricevuto l'offerta da parte di Bonaccini di candidarsi nelle liste di centrosinistra. Lei non rifiuta né accetta, ma poi sceglie di schierarsi con la Borgonzoni e di accettare l'invito della leghista a presentarsi alle regionali. Nell'esposto consegnato ai carabinieri, il sindaco Paolo Pezzolato mette nero su bianco la propria ricostruzione dell'intera vicenda. Racconta che il 19 dicembre Trombini avrebbe telefonato al governatore dem per comunicargli la decisione finale. "Elisa visivamente turbata - si legge nell'atto - riferiva a me e agli altri commensali che Bonaccini, avendo appreso del suo diniego e della sua adesione alla lista contrapposta, aveva assunto un tono irritato, tanto da chiudere la comunicazione con una frase che lei ci riportò testualmente: 'Se vinco io, tu e il tuo Comune siete finiti'".

La telefonata di Bonaccini

Il giorno successivo il presidente della Regione avrebbe telefonato allora al sindaco di Jolanda, che registra la conversazione. Parole che oggi Pezzolato ha riportato "testuali" su Facebook. "Io ieri sera ho parlato con Elisa… - è il discorso attribuito a Bonaccini - dalla telefonata non mi ha detto che si candida con la civica della Borgonzoni… se la scelta è quella è chiaro che poi succede qualcosa nei rapporti con voi… te lo volevo dire perché se è così, se per caso vinco io come è probabile, dopo però non mi cercate più… io non ho detto che deve candidarsi con me… diceva di no punto… sto dicendo che se me la ritrovo candidata di là… io il punto è parlane con lei e dille che ti ho chiamato… la cosa che dico solo è che dal candidarsi con me al trovarmela di là…. chiaro che dopo allora c'è un giudizio".

Per il sindaco di Jolanda si tratta di un "atteggiamento minatorio", non adatto a chi riveste un ruolo nelle istituzioni. Sul momento lascia passare, convinto che il tutto non possa avere "pregiudizi verso la mia amministrazione". Poi però lo doccia fredda. Alcuni comuni limitrofi decidono "sottrarre in maniera anomala risorse di personale importantissime per il mio Comune che mi erano state appena concesse". Il sindaco infatti aveva chiesto "l'utilizzo condiviso di cinque dipendenti", ma "dopo la pubblicazione delle liste" un Comune rifiuta "il nulla osta", un altro revoca "la precedente adesione" e un altro ancora anticipa "la scadenza concordata". Solo un caso?

Il dialogo con l'altro sindaco

Pezzolato sul suo profilo Fb entra allora nel merito della questione. "Alla fine - scrive - è risultato chiaro il senso di quella telefonata (di Bonaccini, ndr) tendente a farmi convincere Elisa a non candidarsi con nessuno se non volevo avere ritorsioni". A quel punto avrebbe telefonato al sindaco di Riva di Po, Andrea Zamboni (csx), per avere spiegazioni. E anche in questo caso registra la conversazione e la trascrive sui social: "In campagna elettorale - sono le frasi attribuite a Zamboni - purtroppo la situazione è questa…. Paolo io ti ho dato dei messaggi deve passare la campagna elettorale…io capisco la tua situazione ma tu capisci anche la mia che avevo il coltello puntato nella schiena…la rimandiamo di due settimane poi andrà come andrà…saranno 15 giorni di inferno…quando fai discorsi di carattere politico essendo tesserato di un partito bisogna anche di... ho il fiato puntato sul collo di chi diciamo governa più in alto… siccome io non devo fare carriera a me non me ne frega niente…ma un po' di disciplina la vuole".

Al collega, Pezzolato fa presente che la decisione di revocare la collaborazione gli erano sembrate "ritorsioni comandate da Bonaccini". Chiede a Zamboni di intercedere per lui presso il presidente, ma non è possibile. "Te l'ho già detto - avrebbe risposto lui - devono passare questi 15 giorni... vedrò se riesco a muovere in quel senso lì…dico che provo, sicuramente, certo". Una vicenda che Salvini considera "pazzesca". E di cui non resta che attendere gli sviluppi.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

Giorgio5819

Gio, 23/01/2020 - 15:35

Incommentabile, atteggiamento semplicemente schifoso, ma si sa, loro sono quelli che si fanno chiamare "democratici" perchè non hanno nemmeno il coraggio civile di chiamarsi per quello che sono...COMUNISTI, e della peggior razza.

HARIES

Gio, 23/01/2020 - 15:37

Vi devo confessare una cosa: la faccia di quest'uomo non mi convince. Mi chiedo come hanno potuto i popolani dalla Emilia-Romagna essere succubi della politica del PD. Possibile che tale partito abbia plagiato una intera popolazione? Evidentemente nella storia, neanche tanto remota, è già successo parecchie volte! Si è sempre in tempo per rimediare.

Ritratto di asimon

asimon

Gio, 23/01/2020 - 15:41

è un classico di cosa succede nell'EmiliaRomagna, se non sei loro Kompagno ti annullano o almeno ci provano. bonaccini: sei finito, dimettiti o arrenditi e cambia lavoro, sempre che tu sappia fare qualcosa

fergo01

Gio, 23/01/2020 - 16:03

la sinistra da sempre comanda così, nulla di nuovo sotto il sole

OctopusVR

Gio, 23/01/2020 - 16:12

A me invece questo Bonaccini non dispiace, sebbene io sia di centrodestra, ma vedo che il leader della lega è di una bassezza tale da nauseare, basta vedere cosa sta combinando a Modena citofonando quà e là come un barbone. La Borgonzoni è una nullità e non farà sicuramente qualcosa di meglio di ciò che è già stato fatto. La politica è allo sfacelo ragazzi, uno squallore totale!

Ritratto di babbone

babbone

Gio, 23/01/2020 - 16:13

una sola parola: comunisti.

Ritratto di Elvissso

Elvissso

Gio, 23/01/2020 - 16:16

Un'altra figura di m***a, ma che vuoi che sia è uno del pd.

leopard73

Gio, 23/01/2020 - 16:21

E chissà quanti ce ne sono ancora! Sistema komunista schifosamente incommentabile chissa da quanti anni!!!

Ritratto di Anna 17

Anna 17

Gio, 23/01/2020 - 16:23

Il solito comportamento utilizzato dalla sinistra. Basano il loro potere sul ricatto e la prepotenza. Poi si proclamano difensori dei deboli e delle minoranze. In pratica i soliti cialtroni. Pazzesco chi ancora gli crede.

dredd

Gio, 23/01/2020 - 16:27

Mi raccomando, votatelo

Papilla47

Gio, 23/01/2020 - 16:36

A questi devi dire sempre si e sappi che la prima volta che ti rifiuti ti fanno un mazzo così.

Ritratto di giùalnord

giùalnord

Gio, 23/01/2020 - 16:36

Ogni volta che viene invitato in televisione Bonaccini si dimostra insofferente alle domande scomode e vorrebbe partire alla carica ma si trattiene per non perderci la faccia.

Ritratto di scimmietta

scimmietta

Gio, 23/01/2020 - 16:37

X OctopusVR: sarà, .... ma va che me tocca fa per magnà!

silvano45

Gio, 23/01/2020 - 16:48

Normale comportamento degli ex compagni pensano che la sanità sia loro vedi ultime dichiarazioni..pensano che avendo occupato tutte le poltrone poltroncine sedie e sgabelli debbano comandare sempre.

Gatto Giotto

Gio, 23/01/2020 - 16:50

L'atteggiamento intimidatorio di Bonaccini merita certamente un passaggio in tribunale soprattutto in considerazione del fatto che queste minacce sono state effettivamente messe in pratica. Il tutto però è chiaramente un segnale del senso di legalità e democrazia che viene rappresentato dal PD.

stefi84

Gio, 23/01/2020 - 16:55

Sistemi per nulla democratici.

dagoleo

Gio, 23/01/2020 - 17:00

davvero una bella mossa. persona leale e corretta vedo. ideale per il buon governo di una regione... Quella barbetta intellettualoide fà molta scena ma pochissima sostanza. Bonaccini, potresti anche un pò vergognarti. che dici?

UnBresciano

Gio, 23/01/2020 - 17:01

Amo il PD. Se non ci fossero dovremmo inventarli

hectorre

Gio, 23/01/2020 - 17:16

è un sinistro, guarda agli interessi del partito e non a quelli del cittadino!!....sono tutti uguali....mandiamoli a casa!!!!!!!....ne va del futuro dei nostri figli, perdendo la regione rossa per eccellenza crollerebbe anche il governo!!!!....occasione unica!!!

buonaparte

Gio, 23/01/2020 - 17:33

la bergonzoni farà ben poco perchè è inutile vincere le elezioni se poi tutti gli uomini che ci sono nella regione sono di sinistra e ti remano contro..esperienze già vissute e viste da altre parti..bisogna che ci sia il cambiamento di almeno gli uomini piu importanti.. salvini ha fatto l'errore di lasciare il governo proprio nel periodo che si eleggeva il presidente della repubblica e 400 uomini base dello stato italiano ..piu che i politici sono i dirigenti piu o meno grandi che comandano vedi i casi gregoretti e altri..il 90% dei concorsi pubblici come visto in umbria sono manipolati dalla sinistra . . in umbria ha vinto salvini ,ma la regione è bloccata perchè tutti i dirigenti di sinistra stanno remando contro alla nuova presidentessa del centrodestra. ed il peggio deve ancora arrivare..SALVINI SE VUOI GOVERNARE PRIMA DEVI METTERE I TUOI UOMINI NELLO STATO IMPARA DAI COMUNISTI CHE INVENTARONO LA SCUOLA DI FRATTOCCHIE CON I 1000 MILIARDI DI STALIN

Anticomunista75

Gio, 23/01/2020 - 17:40

semolicemente comunisti. ATTENZIONE AI BROGLI ELETTORALI. Questi schifosi sono capaci di tutto.

Ritratto di nestore55

nestore55

Gio, 23/01/2020 - 17:43

Non é certo una novitá. Chiedere agli imprenditori locali per capire come funziona la storia delle licenze e dei permessi...Il 26 Gennaio avete la possibilitá di cambiare, sta solo a voi...E.A.

Ritratto di scimmietta

scimmietta

Gio, 23/01/2020 - 17:52

X buonaparte: ... eh la scuola delle Frattocchie ... soprattutto per formare i nuovi magistrati ....

Ritratto di llull

llull

Gio, 23/01/2020 - 18:20

Domandina facile facile... Chi impersona la parte del fascista in questa commedia?

Maura S.

Gio, 23/01/2020 - 18:21

OctopusVR se on è convinto con Salvini e la Bergonzoni allora voti per la sinistra, noi vogliamo solamente delle persone convinte di votare per un cambiamento. Ecco Quanto!!!!

steacanessa

Gio, 23/01/2020 - 18:23

Non c’è limite allo schifo della mafia comunista.

Doc71

Gio, 23/01/2020 - 18:25

Bonaccini stai sereno! Ultimamente nelle tue comparsate televisive schiumi rabbia, attaccando con arroganza e a testa bassa tutti i tuoi interlocutori. Ricorda che un bravo amministratore normalmente dovrebbe venire tranquillamente rivotato dagli elettori, proprio come premio per il suo buongoverno. Ma probabilmente neanche tu ne sei così convinto.

trasparente

Gio, 23/01/2020 - 18:39

Probabilmente Bonaccini dopo le elezioni scapperà in Corea del Nord...

uberalles

Gio, 23/01/2020 - 18:53

DE - MO - CRA - ZIA: parola sconosciuta ai kompagni, conta il pensiero unico, quello del politburo. Se non ti adegui, sei un morto che cammina! Il partito dell'amore, dell'accoglienza, di Bibbiano... Disposti ad andare in chiesa, pur di non perdere voti, sempre pronti a scendere in piazza contro il nazifascirazzismo: essi stessi sono la quintessenza del nazismo, l'unica differenza è il colore della camicia: rossa e non bruna o nera; il "grande padre Stalin" non aveva i lager, aveva i gulag, il giornale "l'Unità" ci costerà € 81.600.000, ma non importa, lo approvò, a suo tempo, il "Mortadella"! FALSI & IPOCRITI!!!

Ritratto di niki 75

niki 75

Gio, 23/01/2020 - 19:37

Il solito comportamento "democratico" ma a SENSO UNICO di un vero compagno. Insomma sempre e comunque "Cicero pro domo sua".

sbrigati

Gio, 23/01/2020 - 20:13

Che strano, nessun commento dai soliti amiconi che odiano "il giornale" e chi lo legge.

Facciamofintache1

Gio, 23/01/2020 - 22:50

Partito delinquenti mica per niente ormai lo sanno pure i bambini che sti politicanti sono solo un branco di disumani, disonesti criminali che non conoscono vergogna. Ma la giustizia dov'è???

jaguar

Ven, 24/01/2020 - 10:39

Il sistema in Emilia Romagna funziona così, se non hai la tessera o se dimostri astio verso la sinistra ti mettono i bastoni tra le ruote.