Roma, incendio in ospedale. Muore un paziente ricoverato

Un paziente ricoverato è morto a causa di un incendio sviluppatosi per cause ancora da accertare nel reparto Medicina del padiglione Maroncelli, all'ospedale San Camillo

Roma, incendio in ospedale. Muore un paziente ricoverato

Un paziente ricoverato è morto a causa di un incendio sviluppatosi per cause ancora da accertare nel reparto Medicina del padiglione Maroncelli, all'ospedale San Camillo. Le fiamme sono divampate venti minuti dopo mezzanotte e sono state domate dall'intervento tempestivo dei vigili del fuoco, che non ha potuto tuttavia salvare la vita del paziente. Sulla vicenda ha annunciato un'interrogazione al presidente della Regione Lazio il vice presidente del Consiglio regionale, Francesco Storace: "Voglio sapere come era composto il turno, quanti medici e infermieri c'erano a quell'ora e come sia stato possibile che un incendio scoppiasse senza che nessuno riuscisse a intervenire per tempo e come mai non si trova la cartella clinica del paziente o nessuno, a distanza di ore, sia stato in grado nemmeno di identificarlo".

"Ho visto le fiamme sotto al suo letto". È quanto avrebbe raccontato il compagno di stanza dell'uomo morto nella notte nell'incendio divampato all'ospedale San Camillo di Roma. Secondo quanto si è appreso, è stato lui a dare l'allarme. Un'infermiera e alcune guardie giurate sono accorsi per primi nella stanza, ma non sono riusciti a mettere in salvo il paziente, bloccato nel letto a causa dell'amputazione di un piede.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti