Roma, protesta nel carcere minorile: algerini feriscono tre agenti

I ragazzi hanno incendiato i materassi nella loro cella. Le guardie sono intervenute per spegnere il rogo

Roma, protesta nel carcere minorile: algerini feriscono tre agenti

Due detenuti 16enni algerini hanno dato fuoco ai materassi della loro cella nel carcere minorile Casal del Marmo a Roma.

A darne notizia è il segretario generale aggiunto della Fns Cisl Lazio, Massimo Costantino, che parla anche di 7 giorni di prognosi per i tre agenti intervenuti per spegnere l'incendo, portati per le cure mediche necessarie all'ospedale San Filippo Neri insieme ai due 16enni. Sia i detenuti che gli agenti sono stati dimessi alcune ore dopo.

La protesta è scattata verso le 20.30 di ieri sera, quando i due ragazzini, detenuti presso la sezione denominata palazzina 233, hanno incendiato i materassi, che sono stati "prontamente spenti - spiega il sindacato - dall'esiguo personale di polizia penitenziaria presente in servizio".

Nel carcere di Casal del Marmo attualmente sono ospitati 49 minori, spiega la Fns Cisl Lazio ricordando che nello stesso istituto, ad agosto scorso, "fu aggredito in più occasioni il personale di polizia penitenziaria" . Per il sindacato "occorre incrementare il personale di polizia penitenziaria, che ha affrontato con professionalità il proprio compito e punire e allontanare dall'istituto i detenuti partecipi di tale evento critico".

Caricamento...

Commenti

Caricamento...