"Niente lavoro senza vaccino": cosa può succedere a chi si rifiuta

Va garantita la salute pubblica: ecco perché, se il datore di lavoro non potrà imporlo, chi si rifiuta di vaccinarsi potrebbe essere allontanato. E le ripercussioni potrebbero riguardare anche altri ambiti

La "battaglia" tra chi farà il vaccino contro il Covid e chi preferirà non farlo, nei prossimi mesi, avrà inevitabili ripercussioni anche sul mondo del lavoro.

Cosa rischia chi non si vaccina

Cominciano, infatti, a serpeggiare le prime ipotesi di cosa potrebbe accadere se il dipendente di un'azienda decidesse di non aderire alla campagna mondiale anti-Covid. Pochi giorni fa, (clicca qui) ci siamo occupati delle dichiarazioni al Fatto di Raffaele Guariniello, magistrato e giurista italiano, che senza mezzi termini ha spiegato come sia possibile il licenziamento dal proprio posto di lavoro. "La legge prevede l'obbligo di allontanare il lavoratore e di adibirlo ad altra mansione, ma solo 'ove possibile'", ha affermato il magistrato, spiegando che, in questo momento di smart working, "lo stato di emergenza non consente i licenziamenti ma in futuro il problema potrebbe presentarsi" perché "qualcuno potrebbe lamentare la violazione della libertà personale di non sottoporsi al vaccino ma per avere ragione dovrebbe prima cambiare la legge".

Obblighi per il datore di lavoro

Sulla stessa lunghezza d'onda anche il giurista ed accademico italiano, il Prof. Pietro Ichino, che in un'intervista rilasciata al Corriere ha spiegato quali sono gli obblighi per il datore di lavoro. "L’articolo 2087 del codice civile obbliga il datore di lavoro ad adottare tutte le misure suggerite da scienza ed esperienza, necessarie per garantire la sicurezza fisica e psichica delle persone che lavorano in azienda, il loro benessere", afferma Ichino, sottolineando come, a livello giuridico, sia possibile rendere obbligatorio il vaccino. "Non solo si può, ma in molte situazioni è previsto".

Il punto focale è che, mentre ogni individuo può decidere per sè cosa è meglio e cosa no, se ci si trova in un contesto di collettività (come accade a tutti nel mondo del lavoro), si deve tutelare la salute delle altre persone. "Chiunque potrà rifiutare la vaccinazione; ma se questo metterà a rischio la salute di altre persone, il rifiuto costituirà un impedimento oggettivo alla prosecuzione del rapporto di lavoro perché la protezione del tuo interesse alla prosecuzione del rapporto cede di fronte alla protezione della salute altrui".

Cosa dice la Costituzione

In realtà, però, nel caso specifico la Costituzione italiana non obbliga espressamente i cittadini italiani a ricorrere alla vaccinazione: l'Articolo 32 specifica che, accanto alla tutela della salute garantita dalla Repubblica sia per l'individuo che per la collettività, garantendo le cure agli indigenti, "nessuno può essere obbligato a un determinato trattamento sanitario se non per disposizione di legge. La legge non può in nessun caso violare i limiti imposti dal rispetto della persona umana". Il Prof. Ichino, però, spiega che se la scelta di non curarsi determina un rischio per la salute degli altri, a prevalere è la tutela di quest'ultima. "Se sono un eremita sono liberissimo di non curarmi e non vaccinarmi. Se rischio di contagiare familiari, colleghi o vicini di posto in treno, no: lo Stato può vietarmi questo comportamento".

Il codice civile. L'articolo 2087 del codice civile, impone al datore di lavoro di adottare tutte le misure necessarie sia a prevenire i rischi che un ambiente lavorativo può causare, "sia quelli derivanti da fattori esterni e inerenti al luogo in cui tale ambiente si trova". Come dire: il fattore esterno è il Covid, non mi vaccino e rischio di portare il virus all'interno del luogo in cui mi trovo. Ecco che, a quel punto, scatterebbe un divieto.

In che modo? Se gli avvertimenti non basteranno, c'è il rischio che dalla prossima primavera (ormai fra pochi mesi), quando i vaccini saranno distribuiti su larga scala, il partito dei no vax potrebbe essere costretto a vaccinarsi perché lo Stato potrebbe imporlo. "Non solo può, ma deve farlo. Ovviamente se è ragionevole. In questo momento non lo sarebbe, perché non è ancora possibile vaccinarsi. Ma, via via che la vaccinazione sarà ottenibile per determinate categorie — per esempio i medici e gli infermieri — diventerà ragionevole imporre questa misura, finché l’epidemia di Covid sarà in corso", sottolinea Ichino.

Ripercussioni anche in altri ambiti

L'allontamento dal posto di lavoro potrebbe essere soltanto la punta dell'iceberg: da più parti circolano ipotesi per impedire ai non vaccinati l'accesso in alcuni luoghi pubblici così come l'impedimento di prendere un aereo se non si avrà un "passaporto" del vaccino in regola. Insomma, le limitazioni potrebbero essere molto numerose. "Dal momento in cui la scienza e l’esperienza indicano la vaccinazione come misura più sicura, anche questa può essere imposta: come può essere imposto a chi va in moto di non bere troppo alcol, e altrettaanto possono fare le compagnie aeree, i titolari di ristoranti o di supermercati", afferma il giurista.

Cosa accade in Europa

Così come in Italia, anche se il vaccino non è obbligatorio (per il momento) negli altri Paesi europei, presto potrebbe diventarlo "se le circostanze ne fanno una condizione per la sicurezza di altre persone". In Spagna, per esempio, verrnno presi i nomi di chi rifiuterà il vaccino: pur non essndo obbligatorio, chi deciderà di non farlo sarà inserito in un "registro" che sarà poi condiviso con gli altri Paesi dell'Ue. Lo ha annunciato il ministro della Salute spagnolo, Salvador Illa, assicurando che il documento "non sarà pubblico" e sarà compilato "nel pieno rispetto della privacy", riporta il Messaggero. "È una misura ragionevole - conclude il Prof. Ichino - è un altro modo per individuare chi può costituire un rischio per chi gli sta vicino".

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di Nahum

Nahum

Mar, 29/12/2020 - 10:14

l'interesse della società deve premiare su quello del singolo specie se la condotta individuale mette in pericolo la collettività...

Calmapiatta

Mar, 29/12/2020 - 10:16

vi siete bevuti il cervello? Cosa avverrebbe se un datore di lavoro allontanasse un dipendente affetto da AIDS? Lo fucilerebbero, giustamente. Se invece non è vaccinato contro il covid (che ricordo che il vaccino non garantisce la copertura e ha una durata limitata nel tempo) lo allontanano? Siamo alla follia pura.

Calmapiatta

Mar, 29/12/2020 - 10:27

@Nahun si rende conto che tutti gli ostracismi sono cominciati con una frase come la sua? Lei sa che l'aver fatto il vaccino non garantisce la copertura? E quando la "presunta" copertura scade (circa 8 mesi) cosa si farà? E chi garantirà che non si allontana una persona con la scusa del vaccino, ma per altri motivi? La libertà esiste ancora? O la cancelliamo per il bene della collettività?

okorop1

Mar, 29/12/2020 - 10:38

Ripeto ce ne sono 11 tutti diversi dobbiamo prenderci il primo in commercio che magari non e il migliore?

Ilsabbatico

Mar, 29/12/2020 - 10:50

Ribadisco un commento fatto in un articolo precedente: Volete una vera rivoluzione in Europa??? Ma proprio VERA??? Rendete obbligatorio questo vaccino che non è stato sperimentato abbastanza e che oltretutto è il primo a intaccare e interferire con il genoma umano di cui le conseguenze si sapranno solo tra anni e poi si vedrà! Avete sbagliato a intraprendere la strada del vaccino e non quella del farmaco per curare i sintomi e le complicazioni. Solitamente non sono un complottista ma qualche domanda me la pongo, e così tutte le persone che conosco.

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Mar, 29/12/2020 - 11:08

#Calmapiatta- 10:16 "Cosa avverrebbe se un datore di lavoro allontanasse un dipendente affetto da AIDS?". L'HIV non si trasmette per via aerea. Ergo: la professione di immunologo della domenica va intrapresa solo dopo adeguata documentazione scientifica. Con buona pace degli altri volenterosi che desiderassero intraprendere analoga professione.

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Mar, 29/12/2020 - 11:11

#Nahum - 10:27 Guarda un po' che mi tocca fare: difendere le tue tesi. Mai disperare: prima o poi anche in sezione scaturisce qualche buon parere.

silvano45

Mar, 29/12/2020 - 11:11

Assordante il silenzio dei costituzionalisti dei veri democratici di fronte a questo che ormai è una vera dittatura comunista lo dimostrano i DCPM la richiesta di delazione la limitazione libertà il parlamento esautorato le schedature i documenti secretati arroganza di chi concede commissari esperti consulenti assunti a migliaia per consolidare il consenso e commissari che per legge non devono rispondere per acquisti e decisioni a nessuno.

sbrigati

Mar, 29/12/2020 - 11:12

Dovrebbero dare la possibilità alle persone di scegliere quale farsi iniettare, ma ciò non accadrà mai, troppi interessi in gioco ( sperando sia solo questione di soldi). Personalmente mi farei quello che fece terminare la grande pandemia di "spagnola" giusto un secolo fa. Quello fu davvero efficace e NATURALE.

epc

Mar, 29/12/2020 - 11:35

@Nahum: questa è la tipica frase che dici quandi il "singolo" non sei tu stesso....

Ritratto di Flex

Flex

Mar, 29/12/2020 - 11:59

Adesso siamo arrivati alle "minacce".

Indifferente

Mar, 29/12/2020 - 12:13

La libertà individuale è sacra ed inviolabile. Potranno predisporre artificiosi impedimenti di ogni genere per rendere difficile se non impossibile la vita di chi liberamente avrà deciso di sottrarsi all'esperimento di massa (modifica del genoma) dalle conseguenze ignote. Ma se invece che essere pochi individui si trattasse di milioni? La società crollerebbe di colpo. Altro che leggine ed intepretazioni di parte. E che dire se uno, liberamente, scegliesse il vaccino cinese basato sui sistemi tradizionali invece che sull'attacco al proprio patrimonio genetico? Cosa fanno, discriminano tra vaccini? Espulsione di massa per i cinesi vaccinati in patria? Blocco al turismo asiatico e comunque ai non vaccinati secondo i criteri dei nostri c.d. esperti? Avranno collegato la bocca al cervello prima di blaterare?

Ritratto di Nahum

Nahum

Mar, 29/12/2020 - 12:24

La libertà individuale è sacra ed inviolabile. si ma nel quadro della costituzione e delle leggi altrimenti diventa licenza e non libertà

sbrigati

Mar, 29/12/2020 - 12:56

@nahum 12.24. Esatto quello che dice. Peccato la costituzione garantisca la libera scelta del cittadino, quindi prima si indica un referendum per cambiare la costituzione. O quest'ultima è "interpretabile" secondo la convenienza dei soliti democratici ( solo a parole naturalmente)?

hectorre

Mar, 29/12/2020 - 13:01

obbligo????.....i sinistri da brave pecore seguiranno le indicazioni del partito.....i grillini da bravi adepti correranno in massa!!!....ma non erano novax convinti????

jaguar

Mar, 29/12/2020 - 13:07

Già che ci siamo rendiamo obbligatorio pure il vaccino antinfluenzale, anche questa malattia non scherza in costi di vite umane. E magari vacciniamoci tutti contro la sindrome ovina che sta colpendo duramente gli italiani.

tiromancino

Mar, 29/12/2020 - 13:32

Sempre prima la pubblica amministrazione,e lo Smart working abbattuto

Ritratto di sr2811

sr2811

Mar, 29/12/2020 - 14:04

Se veramente si pensasse solo alla salute delle persone non dovrebbe essere un business di chi lo fa prima, la ricerca deve essere condivisa quando si parla di pandemia e il vaccino deve essere uno solo...

Ritratto di Lorenzo1961

Lorenzo1961

Mar, 29/12/2020 - 14:04

Tornati al nazismo. Io non ci penso proprio a farmi imporre danni alla salute.

Ritratto di sr2811

sr2811

Mar, 29/12/2020 - 14:05

Ma siamo un paese democratico o siamo in cina?

hectorre

Mar, 29/12/2020 - 14:11

come si può obbligare una persona ad iniettarsi un vaccino che non dà garanzie sui eventuali danni collaterali????....un vaccino sicuro necessità di anni di sperimentazione e test, questo in pochi mesi viene messo sul mercato!!!!!!....qui mi sembra una gara a chi arriva primo!!....ma non per soldi....nooooooo....solo per denaro!!!

Pippoppip

Mar, 29/12/2020 - 14:45

L'italiano medio, con tutte le furbate che fa appena può, non la merita la libertà, ma merita il giusto collare.

Ilsabbatico

Mar, 29/12/2020 - 14:49

Jaguar delle 13.07 ....bellissimo commento. Condivido.

Una-mattina-mi-...

Mar, 29/12/2020 - 15:05

E' UN ESPERIMENTO CONCLAMATO DI INGEGNERIA SOCIALE: SE QUESTO RICATTO FUNZIONA CE NE SARANNO ALTRI, CON ALTRE, IMPROVVISE, MA PENSA TE, "PANDEMIE", COME HA RECENTEMENTE PROVVIDAMENTE PREVISTO L'OMS

ruggerobarretti

Mar, 29/12/2020 - 15:13

Beh sig. Elvis, lei si spaccia per medico e la cosa mi preoccupa non poco. Parla di salute pubblica per una sindrome per la quale il 95% (minimo) dei contagiati guarisce senza troppi problemi. Ben felice di avere a che fare con medici che hanno un altro punto di vista.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Mar, 29/12/2020 - 15:36

Ai grillini no vax non importa se perdono il lavoro. Continueanno in nero e prenderanno il rdc da loro inventato ad hoc. Paga sempre pantalone.

Ritratto di Nahum

Nahum

Mar, 29/12/2020 - 15:47

epc, io che sono un soggetto a rischio mi vaccinero' appena possibile ... e poi cari camerati ricordatevi che cosa avrebbe fatto il Duce: vaccino per tutti e in caso di opposizione olio di ricino!

maurizio-macold

Mar, 29/12/2020 - 16:01

Io ritengo che tutto il personale medico e paramedico e tutte le persone che lavorano presso ospedali e case di riposo (fino al personale delle pulizie e manutenzione) debba essere vaccinato. Chi si rifiuta va semplicemente LICENZIATO e nel caso di medici e paramedici va cancellato dall'albo. L'obbligatorieta' della vaccinazione andrebbe progressivamente estesa anche ad altri lavoratori se le attuali misure anti covid non portassero benefici.

Enne58

Mar, 29/12/2020 - 16:05

È per questo che DeLuca si è vaccinato subito? Paura di perdere il cadreghino?

Ritratto di Nahum

Nahum

Mar, 29/12/2020 - 16:48

De luca ha comunque 71 anni salvini 47 e Meloni 43... il vaccino che ha fatto per dare l'esempio come altri politici lo avrebbe ricevuto comunque presto vista l'età