Tav bocciata, non ha passato l’esame dei tecnici

Salvini vuole andare avanti e il governo si prende ancora del tempo per decidere

La Tav sarebbe stata definitivamente bocciata dall’analisi sui costi–benefici eseguita dai tecnici. La linea ferroviaria ad Alta velocità che unirebbe Torino a Lione vede sempre più lontana la sua realizzazione. Il professor Marco Ponti ha consegnato ieri pomeriggio il resoconto del suo lavoro al ministero delle Infrastrutture.

A questo punto la palla passa al governo che dovrà decidere se continuare l’opera anche senza l’ok dei tecnici, oppure troncarla definitivamente. Completare i 249 chilometri mancanti non sarebbe infatti risultato favorevole secondo le stime prodotte dagli esperti. La spesa che si andrebbe ad affrontare non sarebbe giustificata dai benefici che ne deriverebbero, sia economici che di tempi e inquinamento. Il ministero dei Trasporti e delle Infrastrutture ha però sottolineato che “Il documento ricevuto dal professor Ponti e dalla sua task force è una bozza preliminare”. E che comunque “l’analisi di carattere tecnico-economico e la parallela analisi giuridica andranno doverosamente condivise con la Francia, la Commissione Europea e in seno al governo, prima della loro pubblicazione”.

Il vicepremier Salvini vuole continuare e non lo nasconde affatto. Ieri ha detto di essere “favorevole a un Paese che va avanti, che cresce e non va indietro”. E oggi evoca un referendum: "Nessuno vorrebbe e potrebbe fermare la richiesta di referendum ovviamente", ha detto il ministro, "Non parlo di indiscrezioni giornalistiche, anche perchè in questi sei mesi ho letto sciocchezze mai esistite. Io sono a favore, lo ribadisco. Se l'opera è a metà è più utile finirla, che fermarsi".

Da una parte i grillini che vorrebbero chiudere qua la questione. Dall’altra la Lega che vorrebbe invece continuare. E in mezzo il presidente del consiglio Giuseppe Conte che non si sbilancia. Una decisione dovrà comunque essere presa, e neanche in tempi molto lunghi. E si dovrà tenere conto anche delle penali che l’Italia rischia di dover sborsare nel caso il governo decidesse di interrompere l’opera. Circa 2 miliardi di euro.

Commenti
Ritratto di cicciomessere

cicciomessere

Gio, 10/01/2019 - 09:32

Il referendum su un'opera miliardaria , andava fatto PRIMA , ma ovviamente, essendoci in ballo miliardi e un colossale magna magna per il soliti amici degli amici , sappiamo come vanno le cose. Naturalmente questa TAV fa il paio col MOSE , altra bestialita' mangia-miliardi che non funzionera' mai , e non si potrebbe nemmeno riparare al fronte di ( sicuri ) guasti . Il governo del fare.

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Gio, 10/01/2019 - 09:42

Ma cosa vuoi referendare, pensi che al sud gliene importa di una costruzione al nord? Loro diranno meno soldi spesi al nord e più versati al sud.

Albius50

Gio, 10/01/2019 - 10:08

Personalmente la TAV non l'avrei mai fatta, io abito in LOMBARDIA e la parte buona dell'EUROPA è a EST quindi mi basta e avanza GOTTARDO, BRENNERO, TARVISIO e TRIESTE, comunque il problema è come chiudere la pratica senza rimetterci denari dei contribuenti

stefano1951

Gio, 10/01/2019 - 10:25

MERAVIGLIA!!! Gli "esperti", non so se e quanto pagati con soldi pubblici, imposti dai grillini con l'obbligatorio requisito di aver sempre dichiarato l'inutilità della TAV: hanno detto NO.

Albius50

Gio, 10/01/2019 - 11:06

Voglio anche aggiungere TORINO e buona parte dei Piemontesi hanno fatto la scelta NO TAV, ritengo ormai che con la EX FIAT che hanno già cacciato via, l'unica cosa buona che gli rimane è solo l'AGRICOLTURA e Milano si avvantaggerà sempre di + come polo commerciale e industriale.

DRAGONI

Gio, 10/01/2019 - 11:06

ALLA POLPETTA PRECONFEZIONATA DEI 5* BISOGNA REAGIRE RENDENDOLA INDIGESTA USANDOLA CONTRO I PREDETTI OSCURANZISTI E RETROGRADI PSEUDO POLITICI.

peter46

Gio, 10/01/2019 - 11:07

E speriamo che non arrivino a commentare Fjrt1 E rokko e michageo...che si rischia che l'articolo venga anticipatamente 'trombato',come il 'mattiniero' precedente sullo stesso tema delle 8:46.

Ritratto di mircea69

mircea69

Gio, 10/01/2019 - 11:09

Usare il referendum per decidere sulle grandi opere è come far decidere la strategia aziendale ai consigli di fabbrica (roba che neanche l'Unione Sovietica ha osato fare).

APG

Gio, 10/01/2019 - 11:22

Gli esperti, ah ah ah ah .... ma de che???

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Gio, 10/01/2019 - 11:59

Salvini da tempo le scrivo che il "Ministero degli Interni",dovrebbe dare vita sul suo sito a "referendum" esplorativi("seri" con tanto di password di accesso come per l'INPS),della volontà popolare,su specifici temi(come questo per esempio)...A quando?

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Gio, 10/01/2019 - 12:01

do-ut-des 09:42....questo è un fatto!

titina

Gio, 10/01/2019 - 13:07

Avevamo immaginato l'esito.

rokko

Gio, 10/01/2019 - 13:44

Albius50, non scrivere boiate, io sono a Torino e ti assicuro che i torinesi e in generale i piemontesi, gente da sempre abituata a lavorare alacremente e non perdere tempo, la tav la vuole eccome.

cir

Gio, 10/01/2019 - 13:50

mircea69 . perfettamente d' accordo !!

frabelli1

Gio, 10/01/2019 - 13:51

Quali esperti? Quelli messi sù dai grillini o quelli veri?

handy13

Gio, 10/01/2019 - 13:54

...tecnici imparziali,..immagino, però votano, hanno idee politiche,...quindi come fare.?...referendum,? ma voterebbe il popolino che non ha cultura media alta,...è vero solo una cosa, ogni popolo ha il governo che si merita.

TitoPullo

Gio, 10/01/2019 - 14:00

MA QUALI TECNICI !! UN CIRCOLO DI "PERSONAGGI" SCHIERATI CHE GIA' A PRIORI ERANO PALESEMENTE CONTRO L'OPERA!!BASTA CON 'STE BUFFONATE CHE ALIMENTANO SOLO LE PARCELLE DI PERSONAGGI INUTILI!!L'OPERA ERA GIA' STATA DECISA E FINANZIATA, PUNTO!!

Albius50

Gio, 10/01/2019 - 14:11

rokko mi pare che i TORINESI abbiano fatto una scelta precisa, quindi la maggioranza è M5S, comunque se vuoi consolarti anche a MILANO (IO VOTO LEGA) è da 2 LEGISLATURE COMUNALI che sopporto mal volentieri l'attuale maggioranza PD che ci governa.

Joe Larius

Gio, 10/01/2019 - 14:19

No! No! E poi no TAV. Quando tutti avremo il reddito di cittadinanza, un’opera del genere sarà del tutto inutile. La FIAT, trasformata in FIBET (Fabbrica Italiana Biciclette Eoliche Torino) provvederà a fornire i mezzi di locomozione necessari agli spostamenti individuali, abbandonando le “Automobili”, denominazione abbastanza estranea ai mezzi che essa da lungo tempo produce. Con i nuovi mezzi, il cittadino potrà percorrere con facilità i valichi Alpini da secoli esistenti, e raggiungere Parigi con mezzi ecologicamente, scientificamente e, per ché no, in tempi e velocità facilmente controllabili.

Sabino GALLO

Gio, 10/01/2019 - 14:36

Resoconto = Conclusione ? Non basta ! Bisogna conoscere come è stata fatta l'analisi! Ipotesi e calcoli ! Ma, in ogni caso, esiste una regola fondamentale, valida in molti Paesi gestiti abbastanza bene : quando si decide e si inizia la realizzazione di un progetto importante, bisogna completarla ! Le decisioni di non completarla sono fondate su nuove ipotesi ? Ma è molto difficile provare che siano migliori delle prime ! D'altra parte, le prime furono analizzate da "molti" tecnici ! Non solo italiani. Almeno, sarebbe opportuno mettere a confronto i "primi" con "quelli di dopo". E non dimenticare mai che abbandonare una realizzazione in corso costa, quasi sempre, di più di quanto completarla !

Ritratto di hernando45

hernando45

Gio, 10/01/2019 - 15:39

Ecco perche l'Italia VA come VA!!! Sempre meno INVESTIMENTI stranieri, sempre piu imprese Italiane che se ne vanno. Come la storia del Biasion, il "fabbro" che ha dovuto mandare il MAGLIO piu grande del mondo a Houston, perche in Italia NON gli rilasciavano i permessi per le opere di installazione!!! Ogni volta che cambia il Governo vengono RIVISTE le decisioni del governo anteriore in materia di grandi opere!!! Cosi si puo solo finire a SCHIFIOOO!!! AMEN.

Ritratto di Antonio1951-7

Antonio1951-7

Gio, 10/01/2019 - 16:47

Ed ecco i soliti commenti di Salvini!! Come andrà a finire? Come sempre: dietrofront, "Il governo (e la mia poltrona) avanti per altri quattro anni"

peter46

Gio, 10/01/2019 - 17:16

Sabino Gallo...malgrado i sabini con i galli non ci hanno mai messo di mezzo alcun...pelo...Una str...... al giorno non sempre leva il bicchiere di torno....ricorda:se fossero stati spesi i soldi ricevuti x fare l'opera,ma se invece c'è solo da 'restituirli' quelli ricevuti ma non spesi,che un 'buco' da un metro non costa neanche lo 0, della cifra occorrente per iniziare davvero....si guadagna,se l'opera è inutile per gli scopi prefissati 'sbandierati' oggi x 'accalappiare' quelli come te,e sostenere le ragioni dell'intrallazzo congenito di pochi.

peter46

Gio, 10/01/2019 - 17:23

hernando45...il Biasion è andato a houston perchè di 'maglio' autoctono italiano c'è in abbondanza,non è che aspettavamo un altro che millantava di averlo più grosso di tutti...e sta storia della tav è da 30anni che va avanti e ci siete già stati al governo e non l'abbiamo vista neanche iniziare e neanche con i sx a cui i tuoi ex alleati davano il sostegno al governo...eccheccchèèè....proprio gli stellati avete aspettato x fare casino?Passato un buon anno?

cir

Gio, 10/01/2019 - 17:49

se l' analisi costi benefici ha dato esito negativo , e viene ritenuta poco credibile , e' sufficiente confrontarla con quella fatta "ad inizio lavori" dai sostenitori della TAV . A meno che siano tanto sprovveduti da non averci pensato , e l' abbiano fatta solo per scommessa , tanto per imitare CHEOPE e le sue piramidi. Andate a vedere gli "studi " mi scappa da ridere, fatti per il MOse di venezia , avete una caterva di costi , ma i benefici mai arriveranno , e pensare che bastava prendere due contadini olandesi che hanno fermato il mare da un secolo...

rokko

Gio, 10/01/2019 - 21:52

Albius50, i torinesi avranno fino alle prossime elezioni il sindaco 5S, tutti sbagliano, ma sulla tav sono a favore.