Torino, 50 ragazzi senza biglietto sul treno e non disposti a pagare

Erano saliti in 50 sopra il treno che partiva da Torino Porta Nuova in direzione Milano centrale la sera del 31 dicembre intorno alle ore 20 e nessuno era intenzionato a pagare

Sono saliti sopra il treno in 50 con l'intenzione di non pagare il biglietto così il controllore è stato costretto a chiamare la sede operativa della Polfer per richiedere l'intervento della Polizia

Erano una cinquantina i ragazzi che sono saliti la sera del 31 dicembre non intenzionati a pagare il biglietto alla stazione di Porta Susa sul regionale che da Torino Porta-Nuova arriva a Milano Centrale. Tutti concentrati all'interno di una carrozza, alcuni anche in evidente stato di ebbrezza e con cani al seguito. È stato necessario l'intervento anche della Questura che ha dovuto coordinare una squadra di specialisti pronti ad intervenire nel caso la Polfer non fosse riuscita a risolvere il problema. Il controllore è stato costretto a chiamare la Polizia ferroviaria proprio perché i ragazzi non erano assolutamente intenzionati a pagare il prezzo del biglietto, tanto che ha temuto per la sua incolumità vedendo una massa del genere tutta raccolta dentro una carrozza.

Non è stato necessario però un intervento specifico e il treno ha ripreso la sua corsa in seguito all'intervento degli agenti, chi non era regolare ha immediatamente pagato il prezzo del biglietto e fatto sì che il mezzo ripartisse in direzione Milano. I viaggiatori regolari sono stati accompagnati all'esterno del convoglio e fatti salire sulla corsa successiva perché l'operazione di controllo e convalida titolo viaggiatori a tutti i ragazzi ha richiesto un certo tempo.

Tutti quanti i ragazzi che hanno partecipato a questo "strano piano" di non pagare il biglietto sono stati deferiti per interruzione di pubblico servizio riferisce il Torino Today dall'autorità giudiziaria della Polizia ferroviaria di Porta Susa.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

leserin

Mer, 09/01/2019 - 21:35

D’altra parte, alla luce dei numerosi ed edificanti esempi forniti dalle ‘risorse’, di che cosa ci meravigliamo?