Tunisino smascherato dalla Gdf: un "furbetto" delle case popolari

Il nordafricano, residente in Valdichiana, avrebbe dichiarato un reddito molto più basso per poter acceddere alle agevolazioni destinate ai cittadini in difficoltà economica.

Tunisino smascherato dalla Gdf: un "furbetto" delle case popolari

Aveva autocertificato un reddito molto al di sotto di quello realmente percepito, in questo modo un cittadino tunisino residente a Siena era entrato in possesso di un alloggio popolare a canone di locazione sensibilmente inferiore rispetto al dovuto.

Il nordafricano è stato smascherato dal lavoro svolto dagli uomini delle Fiamme gialle. I capillari controlli effettuati dai finanzieri del comando provinciale di Siena, hanno così permesso di identificare il magrebino residente in Valdichiana.

Il tunisino, dichiarando un reddito inferiore, era riuscito a garantirsi, indebitamente, una serie di prestazioni sociali agevolate a danno di tutta la collettività. Lo scopo delle indagini svolte dalla Gdf puntavano infatti a evitare il dispendio di risorse pubbliche tutelando tutti quei cittadini realmente bisognosi di ricevere un sostegno economico da parte dello Stato.

Per il nordafricano adesso iniziano i veri guai: dovrà pagare una sanzione amministrativa pari al triplo del beneficio immeritatamente ricevuto e, naturalmente, dovrà versare all'ente gestore dell'edilizia residenziale pubblica tutti i canoni non correttamente corrisposti.

Commenti

Commenta anche tu
Grazie per il tuo commento