Tutor su superstrade e statali: ecco cosa cambia

I Tutor sbarcheranno tra qualche anno anche sulle superstrade e anche sulle statali: ecco tutte le novità

Tutor su superstrade e statali: ecco cosa cambia

I Tutor sbarcheranno tra qualche anno anche sulle superstrade e anche sulle statali. Di fatto nel decreto del Ministero delle Infrastrutture sulle "smart road" c'è una sostanziale novità: verrà esteso il controllo sui tempi di percorrenza in rapporto alla velocità anche sulle strade statali. Il piano dovrebbe prendere il via, come ricorda ilSole 24 Ore nel 2025. Cambieranno anche il limiti di velocità. Sulle superstrade infatti il limite massimo passerà dai 110 chilometri orari a 90 chilometri.

Novità anche per i Comuni. Infatti gli incassi deirvanti dalle sanzioni dei Tutor dovrebbero finire nelle casse dello Stato e non più in quelle delle amministrazioni locali. Le novità sui sistemi di rilevazione della velocità riguarderanno un piano ben più vasto chiamato appunto "smart road". Su queste strade sarà effettuato un controllo preciso e costante in tempo reale dei flussi del traffico con sensori di allarme per veicoli contromano o per velocità molto elevate. Un sistema dunque molto più preciso di quello degli attuali Tutor in grado di dare maggior sicurezza a chi si mette in viaggio.

Commenti