Verona, entra in funzione il nuovo super autovelox

Posizionato in tangenziale nord, il nuovo autovelox vigilerà sugli automobilisti in tratto di strada particolarmente pericoloso. Le sanzioni vanno dai 40 ai mille euro

Entrerà in funzione allo scattare della mezzanotte, per vigilare sugli automobilisti veronesi. Questa notte prenderà servizio il nuovo super autovelox posizionato sulla tangenziale di Verona, sulla bretella che va dallo svincolo di Verona Nord fino a Porta Palio.

È il tratto di strada più pericoloso, tristemente noto per il gran numero di incidenti che si verificano, soprattutto in corrispondenza di due curve insidiose, che gli automobilisti percorrono spesso a gran velocità. Il problema, infatti, è proprio legato alla rapidità con cui gli autisti guidano.

A Ferragosto, si era registrato, come ricorda Rainews, il record: una Giulietta si era lanciata sulla strada a quasi 170 chilometri orari. Ma, ben presto, la macchina da record è stata battuta da un'altra auto, che ha superato i 190 chilometri all'ora. Da gennaio ad agosto, sono 21 gli incedenti registrati sulla tangenziale nord, con un morto e un ferito grave.

Ora, con il super autovelox, le autorità sperano di riuscire a ridurre questi numeri. Quello che entrerà in funzione questa notte è dotato di due telecamere separate, che servono per permettergli di controllare entrambe le corsie. Il suo posizionamento è stato scelto in base ai dati sugli incidenti: per questo le telecamere sono state installate nel tratto di strada che precede la galleria di San Massimo.

Le sanzioni andranno dai 40 ai mille euro, con sospensione della patente fino a un anno. Il limite di velocità in quel tratto è stato diminuito da 90 a 70 chilometri orari.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Ven, 11/10/2019 - 18:00

e non era meglio mettere dei dossi? o mancano sempre i soldi in quel comune?

Cyroxy80

Ven, 11/10/2019 - 18:48

Solitamente gli incidenti sono causati da chi non sa guidare, non da chi corre. Da quello che sorpassa a 121km/h buttandosi fuori senza freccia e senza guardare, da quello che sta sempre sulla corsia centrale o di sorpasso a 130km/h, da quello che perché va piano si rilassa e si distrae con il cellulare, con il passeggero, con il panorama o altro. Quello che corre, solitamente, è concentrato sulla guida, non si distrae e sta attento a quello che succede attorno. Io comincerei con un po' di educazione stradale di base.. uso delle frecce, controllo degli specchietti, corsia da tenere etc etc... prima di concentrarsi sulla velocità.

cgf

Ven, 11/10/2019 - 20:10

Ricordo che in Brasile già 15+ anni piano piano eliminavano i dossi per mettere i [traduzione letterale] dossi elettronici, in pratica velox. Oltre alle multe pesanti per davvero, in alcune parti per chi va troppo forte è previsto il sequestro della macchina, non importa chi guidasse, l'auto è quella, punto.

Ritratto di bandog

bandog

Sab, 12/10/2019 - 14:22

mortimermouse Ven, 11/10/2019 - 18:00,si vede che i dossi costano molto meno e la "compensazione"(ex tangente 10%)è povera!,oltre al mancato incasso di multe stratosferico..direi di abbassare il limite a 40 KM/h