Cronache

Verona, marito geloso strangola la moglie Poi si costituisce

Il marito scopre alcuni messaggi sul cellulare della donna. Dopo un violento litigio, l'uomo strangola la moglie con un foulard e si costituisce ai carabinieri

Verona, marito geloso strangola la moglie Poi si costituisce

Un nuovo, tragico dramma della gelosia ammutolisce l'Italia. Dopo la strage di Brescia consumatasi ieri, a Mozzecane in provincia di Verona un 56enne ha ammazzato la moglie di 51 anni strangolandola con un foulard. Il gesto estremo è stato compiuto, ieri pomeriggio, al culmine di un litigio causato proprio dalla gelosia dell'uomo.

Secondo la ricostruzione fatta dal quotidiano L'Arena di Verona, il litigio è avvenuto nella camera da letto dei coniugi reduci da un recente viaggio in Kenya. "Una coppia felice", a detta di tutti. Il marito è un impiegato in una concessionaria d’auto, mentre la moglie lavora in una ditta di abbigliamento. Dopo il brutale omicidio l'uomo si è presentato alla caserma dei carabinieri di Villafranca con alcuni evidenti graffi sul viso, segno del disperato tentativo di difendersi della moglie. L’uomo ha confessato subito e i militari non hanno potuto che constatare quanto raccontato. La gelosia si era insinuata nella mente del 56enne che aveva trovato alcuni messaggi che, secondo il marito, sarebbero la conferma dell'infedeltà della moglie.

Commenti