Youtuber ucciso dalla fidanzata mentre gira un video

La giovane fidanzata di Pedro Ruiz, incinta del loro secondo figlio, accusata ora di omicidio di secondo grado

Youtuber ucciso dalla fidanzata mentre gira un video

Il suo sogno era quello di diventare un fenomeno di Youtube, ma l’esperimento che aveva ideato per cercare di incrementare al massimo il numero di visualizzazioni del suo video si è concluso con la morte.

Pedro Ruiz, un ragazzo di 22 anni, è rimasto ferito a morte dal proiettile che avrebbe dovuto, nelle sue intenzioni iniziali, arrestare la sua corsa tra le pagine di quel libro che aveva interposto tra sé e l’arma da fuoco impugnata dalla giovane fidanzata. La diciannovenne Monalisa Perez, incinta del secondo figlio, non avrebbe mai voluto assecondare il fidanzato in quello che riteneva un folle proposito, tuttavia alla fine si sarebbe lasciata persuadere dalla sua convinzione: il libro avrebbe sicuramente impedito che il proiettile sparato contro di lui potesse colpirlo. Tuttavia le cose non sono andate secondo i piani e Pedro è morto durante la registrazione del video proprio a causa del colpo sparato dalla fidanzata, successivamente arrestata per omicidio.

Nel corso del video, poi pubblicato sul canale, il giovane Youtuber ripete in più di un occasione ai suoi followers di esser pronto a morire, ma si dice comunque sicuro della buona riuscita del suo esperimento.

Meno certa di lui Monalisa, che aveva anticipato tutte le sue paure in un post su Twitter. Ciò nonostante l’esperimento viene realizzato e si conclude tragicamente, con la morte del fidanzato.

La ragazza si dichiara colpevole del reato di omicidio di secondo grado, che le farà scontare una pena di 180 giorni di reclusione; oltre a questo, per lei, il divieto di possedere armi da fuoco fino alla fine dei suoi giorni e l’obbligo di sottostare al regime di libertà vigilata per 10 anni dopo l’uscita dal carcere.