Cultura e società

"Sembra un trans". Così Miss Bolivia ha perso il titolo dopo la diretta social

Fernanda Pavisic, 24 anni modella e studentessa di psicologia, si è vista revocare il titolo di Miss Bolivia per avere deriso altre concorrenti durante una diretta social

"Sembra un trans". Così Miss Bolivia ha perso il titolo dopo la diretta social

Ha faticato mesi tra selezioni, sfilate e eventi per raggiungere il massimo risultato, cioè conquistare il titolo di Miss Bolivia 2022. E ha impiegato un attimo a sprofondare in una polemica social, che l'ha portata a perdere il titolo. La storia di Fernanda Pavisic, 24 anni modella e studentessa di psicologia, che lo scorso luglio è stata incoronata Miss Bolivia, è stata raccontata in ogni parte del mondo e parla di un brutto episodio di discriminazione.

La vittoria

María Fernanda Pavisic Rojas si era aggiudicata il titolo di Miss Bolivia 2022 vincendo la finale del concorso nazionale lo scorso 17 luglio. Subito dopo l'incoronazione, la modella 23enne ha affidato ai social network un lungo messaggio di ringraziamento per la vittoria: "Ho realizzato un sogno, lavorando sodo ogni giorno, credendo in me stessa e superando ogni ostacolo. Chiamarmi Bolivia è l'onore più grande che possa esistere, prometto che lavorerò instancabilmente per rappresentare il Paese nel migliore dei modi!". Con la corona e la fascia di Miss, la Pavisic ha iniziato a rappresentare la Bolivia in una serie di eventi nazionali e avrebbe dovuto gareggiare al prossimo concorso di Miss Universo.

La diretta social che le è costata il titolo

Settimane dopo la conquista del titolo di Miss Bolivia 2022, Fernanda Pavisic ha deciso di fare una diretta social con i suoi follower di Instagram, quasi 50mila fan. Nel video, che è diventato virale sul web, la 24enne ha deriso le altre concorrenti del concorso, commentando il loro fisico e di Miss Potosì, Ximena Maygua, avrebbe detto addirittura che sembrava un transessuale, usando il termine nell'accezione dispregiativa. Il video non ha indignato solo gli utenti del web, ma anche il sindaco di Potosì e l'ufficio legale della città ha intentato una causa penale contro Fernanda Pavisic per discriminazione razziale.

La difesa della Miss

Appresa la notizia della denuncia, Fernanda Pavisic è tornata su Instagram per spiegare quanto accaduto e chiarire la sua posizione. La Miss ha parlato di un "esperimento di comunicazione sociale" e ha chiesto scusa a Ximena Maygua e a tutta la popolazione di Potosì. La dichiarazione, però, non ha convinto e gli organizzatori di Miss Bolivia hanno deciso di revocarle il titolo. "Promociones Gloria, la società proprietaria del franchising dei concorsi di bellezza in Bolivia - riferisce il quotidiano boliviano Los Tiempos - dopo aver esaminato la situazione l'impresa ha inviato una lettera di licenziamento alla Pavisic perché ha violato il contratto firmato per partecipare al concorso di Miss Bolivia". E a sua volta la Miss ha affidato a Instagram un lungo sfogo, discolpandosi: "La decisione di ritirare la corona di Miss Bolivia è assolutamente ingiusta, perché non ho mai fatto commenti, né dichiarazioni razziste o discriminatorie nei confronti di nessuno. Mi sembra inaudito che nelle argomentazioni che presenta per il mio licenziamento, Gloria Promozioni ripeta comprovate false accuse, le stesse che abbondavano sui social insieme a insulti e rancori contro di me e la mia famiglia".

La nuova Miss

La modella non ha spiegato se procederà legalmente per cercare di riottenere la fascia, ma intanto il titolo è stato assegnato ufficialmente a Camila Sanabria, Miss Santa Cruz classificatasi al secondo posto e che aveva ottenuto la fascia di Miss Grand International. Sarà lei a rappresentare la Bolivia a Miss Universo, che si terrà a New Orleans, negli Stati Uniti, il 14 gennaio 2023. Una decisione senza precedenti da parte degli organizzatori del concorso.

Commenti