Droga Il catering della cocaina «Scusi, quante persone a cena?»

Quattro arresti, sei denunce e 21 persone indagate in una vasta operazione antidroga condotta dai carabinieri della compagnia di Aprilia. Le ordinanze di custodia cautelare, per traffico di sostanze stupefacenti, sono state notificate a Francesco Falco, Antonio Cimmino, Luca Garbellini e Stefano Kiflè, tutti residenti ad Aprilia, considerati i vertici di un’organizzazione che agiva quasi in maniera imprenditoriale. Erano loro infatti ad acquistare grossi quantitativi di cocaina a Roma e a rivenderli ad altri spacciatori locali che rifornivano a loro volta il mercato del nord della provincia di Latina e del litorale romano. Tutti erano reperibili 24 ore su 24 attraverso un cellulare di servizio e precisi turni di «lavoro». Al telefono la droga veniva ordinata come un servizio di catering, attraverso la domanda: «Quante persone a cena?», con il numero delle persone che indicava le dosi di cocaina, ognuna delle quali andava da un minimo di 30 a un massimo di 50 euro. Le indagini sono scaturite nel 2008 da una serie di rapine messe a segno tra Aprilia, Anzio e Nettuno, ai danni di commercianti, distributori di benzina e supermercati, con l’obiettivo di recuperare denaro da investire nell’acquisto di droga.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti